Invito di sosta, la danza contemporanea d’autore ad Arezzo

INVITO DI SOSTA
 Appuntamenti con la danza contemporanea d’autore
IX edizione – novembre 2016/aprile 2017 – Teatro Mecenate di Arezzo

Manifesto_Invito_di_SostaTorna ad Arezzo INVITO DI SOSTA Appuntamenti con la danza contemporanea d’autore, la rassegna ideata e organizzata dall’Associazione Sosta Palmizi, in collaborazione con il Comune di Arezzo, con l’obiettivo di sostenere la conoscenza e la sensibilità verso l’arte coreutica d’autore.

Giunta alla sua IX edizione, la rassegna mette in scena 7 spettacoli, tra cui due debutti e un’anteprima, in 6 appuntamenti domenicali in scena al Teatro Mecenate di Arezzo dal mese di novembre 2016 fino ad aprile 2017.

Dal confronto con la letteratura a quello con il linguaggio cinematografico fino alla complessa relazione dell’artista con lo “spazio” e a quella, in continua sperimentazione, con lo spettatore: anche quest’anno gli autori ospiti presenteranno trasversalmente generi e generazioni diverse, raccontando la contaminazione delle tante impronte stilistiche e dei differenti linguaggi artistici contemporanei.

Nell’ambito della rassegna, verranno presentati nuovi progetti realizzati in residenza proprio al Teatro Mecenate e speciali momenti dedicati alla formazione, condotti da alcuni fra gli autori ospiti: l’intento è quello di intrecciare in maniera significativa il processo creativo con quello di diffusione della danza contemporanea, anche in collaborazione con realtà culturali attive sul territorio, quali Spazio Seme, Semillita Atelier, l’Accademia dell’Arte, il Liceo Coreutico Piero della Francesca e la Rete Teatrale Aretina con il progetto Spettatori Erranti.

INVITO DI SOSTA alza il sipario domenica 6 novembre con il debutto dello spettacolo Sketches of Freedom -progetto finalista al premio Prospettiva Danza e sostenuto dal bando Anghiari Dance Hub 2015- ideato da Tommaso Monza con la co-produzione di Natiscalzi e Compagnia Abbondanza/Bertoni; un progetto coreografico che si interroga sul concetto di libertà creativa mischiando le carte fra performance e teatro, politica e cultura. La rassegna prosegue il 4 dicembre con un doppio appuntamento che vede gli assoli dei due giovani performer Annamaria Ajmone e Marco D’Agostin. La prima artista, prodotta da CAB 008, presenta il suo Tiny -spettacolo Vincitore DNAppuntiCoreografici 2014-, una ricerca sulle zone-limite dove non esiste una separazione tra universo esterno e contenuti interiori; seguirà D’Agostin con Everything is ok, un esperimento sulla stanchezza del guardare, che indaga il rapporto danzatore-pubblico e il fragile terreno su cui si basa questa relazione invisibile.

Il 22 gennaio 2017 è la volta dell’anteprima di Angel, con la coreografia di Charlotte Zerbey coprodotta da Company Blu-ALDES; un trio al femminile ispirato al personaggio al centro di molti sonetti di William Shakespeare, il Fair Youth. Lo spettacolo si sviluppa in un terreno di scontro tra primordiali diritti, insinuanti pregiudizi e ipocrisie. Un tema etico e culturale, attualmente oggetto di grande dibattito. Si prosegue il 19 febbraio con il debutto in prima assoluta dello spettacolo Cinematic.2: ballata della coreografa internazionale Gabriella Maiorino e il musicista Simone Giacomini, prodotto da CLANCARNAL e Sosta Palmizi; lo spettacolo è la seconda tappa del progetto artistico e presenta una serie di ritratti in cui la danza e la musica si intrecciano con suggestioni cinematografiche intorno al personaggio romantico di Charlie Chaplin.

Agostino_Bontà
Gli Agostino Bontà

15:44 Le telecamere di sicurezza vedono cose bellissime è il lavoro degli Agostino Bontà, giovane ed originale collettivo prodotto dall’Associazione Sosta Palmizi, che andrà in scena domenica 19 marzo; pochi elementi delineano un interno, uno spazio viene costruito e decostruito dalle figure che lo attraversano e una telecamera-spia puntata su quello che avviene alle 15.44 del pomeriggio… cinque figure si disgregano velocemente e rivelano la loro natura effimera.

Domenica 9 aprile, conclude la rassegna un grande interprete e storico autore della danza contemporanea italiana: Michele Abbondanza presenta il suo I dream. Il primo assolo realizzato dall’artista nella sua carriera, prodotto dalla Compagnia Abbondanza/Bertoni, è una sorta di outing coreografico dell’artista, una riflessione sul presente in forma di memoria in “un ‘cabaret’ di ricordi che travolgere e stravolgere, come in un sogno”.

Al termine di ogni spettacolo, come ogni anno, il pubblico potrà confrontarsi con gli artisti, partecipando a preziosi momenti di conoscenza e approfondimento, importanti sia per gli spettatori che per gli stessi artisti.

MASTERCLASS – Lo Spazio Seme ospiterà le masterclass di Gabriella Maiorino, sabato 18 febbraio dalle ore 15 alle 17, e quella di Michele Abbondanza, sabato 8 aprile sempre dalle ore 15 alle 17; Semillita Atelier ospiterà gli Agostino Bontà, venerdì 17 marzo dalle ore 19 alle 21.

La collaborazione con Liceo Coreutico di Arezzo prevede un laboratorio, dedicato solo agli studenti, con Tommaso Monza il 3 novembre; il 23 gennaio la coreografa Charlotte Zerbey sarà all’Accademia dell’Arte per una masterclass riservata agli allievi. Le Masterclass sono gratuite previa iscrizione alla email info@sostapalmizi.it.

INFO – Ingresso spettacoli: abbonamento a sei serate € 35 / Intero € 10 / Ridotto € 8 (studenti e persone sopra ai 65 anni di età) / Altre riduzioni € 6. Promozione speciale Invito di Sosta e Altre Danze: acquistando tre biglietti, interi o ridotti, il quarto è in omaggio). Orario spettacoli 18.15.

Associazione Sosta Palmizi Tel: 0575 630678 / 393 9913550 | info@sostapalmizi.it  www.sostapalmizi.it

L’Associazione Sosta Palmizi, diretta da Raffaella Giordano e Giorgio Rossi, agisce sul territorio aretino da circa vent’anni, promuovendo l’attività coreografica dei direttori artistici e dei suoi Artisti Associati, come realtà di riferimento nell’ambito della creatività coreutica contemporanea, sensibile alla formazione e all’accompagnamento delle giovani generazioni.

L’Associazione è sovvenzionata dal MiBACT – Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo, dalla Regione Toscana come residenza artistica e culturale finalizzata alla diffusione della cultura delle arti dello spettacolo dal vivo. Dal 2013 è in convenzione con il Comune di Arezzo.

[Foto in alto: Annamaria Ajmone, Tiny]

Altre foto:

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi