Al Jazz at Lincoln Center di New york in scena A Journey Celebrating Creativity BOLERO

 

Il 20 dicembre nel prestigioso teatro newyorkese la performance firmata da Juliu Horvath, ex danzatore e creatore del  GYROTONIC®
In scena Elisabetta Carnevale prima ballerina della WCO e Jackson Kellogg,  insieme ad un gruppo di artisti tutti accomunati dal fatto di essere Master trainer e trainer di GYROTONIC®

La White Cloud Opera mette in scena il 20 dicembre al Jazz  at Lincoln Center’s  New York alle ore 19,30 la nuova performance firmata da Juliu HorvathA Journey Celebrating Creativity BOLERO.

elisabetta-carnevale-e-jackson-kellog-foto-di-annalisa-bonafede
Elisabetta Carnevale e Jackson Kellogg (foto di Annalisa Bonafede)

Una performance unica e speciale, prodotta dalla White Cloud Opera, direzione artistica di Pietro Gagliardi, che vedrà interpreti principali Elisabetta Carnevale, Prima Ballerina della White Cloud Opera Jackson Kellogg, Master Trainer di GYROTONIC® che  per la prima volta si misurerà con un palcoscenico. La particolarità della White Cloud Opera è proprio questa: mescolare artisti affermati e persone normali che attraverso il GYROTONIC® hanno raggiunto una perfezione ed una capacità di movimento (trainer- artisti) che permette loro di andare in scena anche al fianco di una etoile.

La performance del 20 dicembre darà il via alle celebrazioni per il 30esimo anniversario del White Cloud Studio di New York, primo centro mondiale di GYROTONIC® celebrazioni che grazie alla White Cloud Opera cominceranno a New York, al Jazz at Lincoln Center, per proseguire in tante altre città del mondo.

A Journey Celebrating Creativity BOLERO racconta in qualche modo in danza, parole e musica la vita di Juliu Horvath, ex danzatore e inventore del GYROTONIC® una vita dedicata (in seguito ad un incidente che bloccò la sua carriera di ballerino) alla ricerca sul movimento e che lo ha portato alla creazione dello Yoga per danzatori, di cui Elisabetta Carnevale è straordinaria interprete capace di eseguire le sequenze in modo unico. Da venti anni, infatti, unisce lo studio della danza classica alla pratica di quello che viene definito nel GYROTONIC®  l’ “oltre” del movimento.  Una performance fatta di grandi suggestioni, come un sogno, così come è la vita di ognuno di noi. Fatta di incontri, di emozioni, di esperienze, tanti tasselli che portano all’apice della parabola di una qualsiasi vita e che nella performance è il momento del BOLERO.

A Journey Celebrating Creativity BOLERO è composta da tre parti che si snodano in un crescendo fino ad arrivare al passo a due finale. Nel prologo Horvath mostra il significato vero del suo lavoro: “la celebrazione della vita attraverso la ritualità dei movimenti”, che porta allo sviluppo della creatività individuale. Nella seconda parte ha chiesto ad ogni singolo elemento della compagnia di firmare un segmento della coreografia.

Gli allievi affiancano il maestro buttando fuori emozioni e sogni che rappresentano gli incontri, le emozioni, le esperienze di ogni vita. Così come il GYROTONIC®  in ogni attività c’è bisogno di un rito, la ripetizione dei movimenti genera quella pace e quell’equilibrio necessari a vivere. Non a caso la natura è regolata dalla ritualità. Dai cicli. L’obiettivo: il raggiungimento di Verità, Bellezza e Armonia, nella vita come in scena. Ed è BOLERO, il passo a due finale, la rappresentazione dell’unione tra maschile e femminile, dello yin e dello yang.

A Journey Celebrating Creativity BOLERO è appunto Un viaggio che Celebra la Creatività.

I biglietti per lo spettacolo sono già acquistabili on line, cliccando il seguente link: www.jazz.org

La locandina
Interpreti principali Elisabetta Carnevale/Jackson Kellogg
e con
Elisabetta Rosso
Sandra Messina e Ricardo Calvo
Ferdinando e Pietro Gagliardi
Matteo Aversa
Stefano Capitani
Franco Corsi
Sara Di Blasi
Rosalba Ferrante
Don Friedewald
Laura Gagliardi
Michaela Galdi
Marta Garzia
Alessio Giannachi
Martina Malvasi
Francesca Pietrosanti
Patrizio Piraino
Martina Scotti
Daniele Toti

Coreografia
Juliu Horvath
e gli interpreti della WCO

Regia
Juliu Horvath e Pietro Gagliardi

Musica
Ravel, Autori Vari

Adattamento musicale
Massimiliano Troiani

Costumi
Fabrizio Rivelli
Daniele Amenta
Il costume del Bolero di Elisabetta Carnevale è realizzato da Carolina Russo

Disegnatore luci
Stefano Pirandello

Direttore di scena
Fabrizio Sterbini

Direttore artistico
Pietro Gagliardi

Prodotto da WHITE CLOUD OPERA srls

Organizzazione
Lorenzo Fiuzzi

assistente di compagnia
Marta Gagliardi

Press Manager
Raffaella Tramontano

Grafic designer Enrica D’Aguanno e Sonia Ziello
Photo by Aly e Arianna Bonafede

Un ringraziamento speciale a
Alan D’Ambrosio Presidente della Fondazione Villa Firenze
Lila Castellaneta già ambasciatrice italiana negli Stati Uniti

Jazz at Lincoln Center

Elena Venza e Paolo Valabrega per il loro contributo morale e materiale

[In alto: Elisabetta Carnevale e Jackson Kellogg (foto di Annalisa Bonafede)]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi