Li Galli, buen retiro di Massine e Nureyev, scenario per un documentario sulla danza

“Positano Premia la Danza – Léonide Massine” non è stata la solita sfilata di étoile, coreografi e nuovi talenti della danza provenienti da ogni parte del mondo. Così come la Spiaggia Grande non è stata la solita vetrina di stelle che si specchiano sul mare di Positano, proprio di fronte ai tre isolotti de Li Galli protagonisti da quasi un secolo delle vicende tersicoree di questi lidi.

Eh sì, ormai è passato quasi un secolo da quando Léonide Massine fece costruire nel 1924 la sua residenza sui resti di epoca romana del Gallo Lungo. Da lì è cominciata la storia della danza e di Positano, di un gemellaggio naturale tra Tersicore ed il borgo che si arrampica sulla Costiera amalfitana quasi a dirigere dall’alto i lavori della danza e del balletto.

Nureyev a Li Galli_archivi fotografici Luca Vespoli e Sergio Arci
Rudolf Nureyev nella sua villa di Li Galli.
La foto proviene dagli archivi fotografici di Luca Vespoli e Sergio Arci, che ringraziamo per avercene concesso l’utilizzo.

Una storia ormai nota anche al grande pubblico, soprattutto da quando poi Rudolf Nureyev nel 1989 acquistò i tre isolotti e restaurò a suo piacimento l’ex residenza di Léonide Massine. Ed è per queste ragioni storiche ed umane che quarantaquattro anni fa fu istituito il premio di danza a Positano, oggi diretto da Laura Valente, dedicato al più vecchio dei due russi così fortemente legato agli isolotti, alla spiaggia ed ai suggestivi paesaggi di Positano.

A Laura Valente non poteva certo sfuggire questo passaggio, ovvero quello delle sensazioni di appartenenza al territorio di personaggi così diversi e lontani quali Léonide Massine e Rudolf Nureyev, così chiacchierone il primo e schivo il secondo. Laura Valente ha voluto farci raccontare la storia più intima di Positano e della sua danza attraverso un documentario di quattordici minuti realizzato da dieci videomaker campani impegnati in un lungo anno di lavoro a cercare e selezionare materiale inedito nelle Teche della Rai.

Un lavoraccio che ha poi prodotto un cameo di vita vissuta con immagini bellissime capaci di raccontarci stralci della quotidianità di Rudolf Nureyev e della sua residenza. Qui il merito dei videomaker sta nell’aver accavallato le immagini della vita intima e pubblica del tartaro volante, dalla nascita in viaggio del 17 marzo 1938 all’addio all’URSS all’aeroporto di Parigi del 16 giugno 1961, alla Giselle al Teatro di San Carlo di Napoli con Margot Fonteyn all’acquisto dell’arcipelago de Li Galli, sogno cullato sin dalla sua prima apparizione a Positano nel 1982 in occasione del Premio ricevuto sulla Spiaggia Grande.

nshawlNon passano inosservate le successive immagini del ritorno a casa di Rudolf Nureyev, per volere di Michail Gorbaciov, della direzione d’orchestra al Festival di Ravello e dell’amicizia con Gore Vidal, altra anima in pena in giro per il mondo. Fino alla morte terrena di Nureyev stesso del 6 gennaio 1991 ed al principio del mito che ancora oggi aleggia su Positano e su ogni angolo della Terra. Proprio come forse lui immaginava e che, soprattutto, come hanno provato a descrivere con successo i protagonisti del documentario voluto da Laura Valente a chiusura del Positano Premia la Danza.

Ho voluto fortemente contribuire alla promozione ed alla valorizzazione di queste storie – chiude la Valente – così note a tutti però ancora così intime e rivelatrici di meravigliose emozioni. Rivedere le scene dell’epoca, i posti ed i volti più o meno noti di questi lunghi anni è stato molto emozionante, soprattutto perché scelti nell’intento di offrire un contributo culturale alla kermesse della danza a Positano. Il primo step è stato superato brillantemente ma con l’aiuto del sindaco di Positano Michele De Lucia stiamo già progettando il futuro prossimo e remoto di queste iniziative griffate ‘Positano & young’ affinché questo premio diventi davvero vetrina artistica ed al contempo culturale a tutto tondo.

Massimiliano Craus

[Nella foto in alto Léonide Massine a Li Galli]

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi