Tuttinscena 2016, presenta Veronica Maya

VERONICA MAYA PRESENTA TUTTINSCENA 2016
L’ammirata conduttrice torna al timone del Premio al Merito Giovani Talenti
APPUNTAMENTO MARTEDÌ 22 MARZO AL TEATRO VERDI DI SALERNO
Premio alla Carriera a Raffaele Paganini, Stephane Fournial, Laura Comi e Alessio Buccafusca
Danzano oltre 100 allievi della regione selezionati dalla commissione
presieduta dall’étoile internazionale Josè Perez
In scena anche i solisti e i primi ballerini dei teatri lirici italiani
La 13ª edizione del Gala si riconferma a favore dell’Associazione Amici di Lola D’Arienzo

Salerno, 19 Marzo 2016 Tutto pronto per la XIII edizione di “Tuttinscena” – Premio al Merito Giovani Talenti per l’Arte della Danza, evento coreutico realizzato con il patrocinio del Comune di Salerno, in programma martedì, 22 marzo alle 21, al Teatro Verdi. La direzione artistica è di Luigi Ferrone e Corona Paone, (coppia sulla scena e nella vita privata), rispettivamente primo ballerino ed etoile del Teatro San Carlo di Napoli.
Per l’occasione Veronica Maya, anche lei ex ballerina oggi ammirata conduttrice televisiva e super mamma di tre figli torna a presentare il prestigioso Gala, che per l’edizione 2016 si preannuncia ricco di sorprese ed ospiti speciali.
PREMIO ALLA CARRIERA Un etoile, un direttore e una direttrice di due Scuola di Ballo di due prestigiosi teatri italiani, e uno dei massimi esponenti della fotografia internazionale di danza: ecco le figure professionali che ritireranno il Premio alla Carriera, quattro modi diversi di vivere, sentire e interpretare la danza. Tuttiscena ha scelto di premiare Raffaele Paganini riconoscendo in lui uno dei grandi protagonisti del mondo della danza italiana e non solo; Stephane Fournial, neo direttore del San Carlo di Napoli; Laura Comi, sublime ballerina dal 2011 direttrice della Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma, e Alessio Buccafusca, Premio Positano Léonide Massine per l’Arte della Danza nel 1998, ha fotografato le più importanti compagnie di ballo e le più grandi étoile dei teatri di tutto il mondo, da Rudolf Nureyev a Vladimir Derevianko, da Carla Fracci a Luciana Savignano, passando per Giuseppe Picone, Roberto Bolle e molti altri artisti.
LO SPETTACOLO Come accade dalla prima edizione anche quest’anno lo spettacolo vedrà la partecipazione dei solisti e i primi ballerini dei teatri lirici italiani, che divideranno la scena con le oltre 100 giovani promesse, tutte in rappresentanza della regione, selezionate a gennaio da una commissione presieduta da Josè Perez, étoile internazionale a lungo nel cast dei ballerini professionisti di Amici.
LA COMMISSIONE Insieme a Perez e alla direzione artistica una giuria di tutto rispetto formata anche da Susanna Sastro, già solista del Bejart Ballet Lausanne, ed Antonina Randazzo, docente della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo, ha avuto l’arduo compito di selezionare i partecipanti.
PROGETTO COREOGRAFICO Quattro invece le firme per altrettanti progetti coreografici: Gianni Vacca, docente di danza carattere della Scuola del San Carlo, presenterà la “sua” danza spagnola, l’etoile Corona Paone si riconferma responsabile per la danza classica, l’hip hop è stato affidato ad uno dei migliori coreografi nel panorama dell’hip hop e dell’house dance, Fritz Zamy, ed infine il contemporaneo secondo Luca Calzolaro. Originario di Eboli, classe 1985, dal 2011 è approdato nel corpo di ballo di “Notre Dame de Paris” per il quale cura le coreografie.
DANZA E SOLIDARIETÀ Infine, anche la XIII edizione di Tuttinscena si inchina di fronte alla forza, alla tenacia di Lolita D’Arienzo, Lola, un tempo ballerina e insegnante di danza, da oltre 15 anni costretta a letto dalla SLA, sclerosi laterale amiotrofica. A lei sarà dedicato il Gala.
INFO UTILI Lo spettacolo andrà in scena alle 21; l’ingresso è ad invito. Per informazioni 089 662141.

Raffaele-PaganiniRAFFAELE PAGANINI
Settimo di undici fratelli, nasce a Roma il 28 settembre 1958 in una famiglia di artisti: madre cantante lirica, padre danzatore classico. Segue le orme del padre ma inizia a danzare a 14 anni, età piuttosto tarda per un ballerino di danza classica Studia alla scuola di ballo del Teatro dell’Opera di Roma ed entra, dopo soli quattro anni, a far parte del corpo di ballo dell’Ente come ballerino solista. Diviene prontamente Étoile ed è ospite di numerose compagnie internazionali fra le quali: London Festival Ballet, Ballet Theatre Francais de Nancy, Balletto dell’Opera di Zurigo, Ballet Concerto de Puerto Rico, Teatro alla Scala di Milano, Teatro San Carlo di Napoli. Inoltre, dal 1988 è ospite fisso al Gran Gala internazionale “Le Don des Étoiles” (Canada).
Dopo un avvio di carriera totalmente improntato al balletto classico, decide di portare la grande danza in televisione prendendo parte a trasmissioni di risalto quali: “Fantastico 2″, “Europa Europa”, “Pronto chi Gioca?”, “Il cappello sulle ventitré”, portando in schermo artisti del calibro di Rudolf Nureyev. Durante la sua prestigiosa carriera, Raffaele Paganini ha danzato con molte tra le più famose ballerine internazionali, fra queste: Carla Fracci, Luciana Savignano, Alessandra Ferri, Gabriella Cohen, Oriella Dorella, Elisabetta Terabust, Raffaella Renzi, Maya Plisseskaya, Galina Samsova, Eva Evdokimova, Katherine Healy, Trinidad Sevillano, Isabel Guerin, Valentina Koslova, Eleonora Cassano, Aranxa Arguelles, Grazia Galante, Galina Panova. Artista eclettico, Raffaele Paganini dimostra di possedere anche capacità recitative e canore, dedicandosi con successo al genere delle commedie musicali ed interpretando da protagonista musical quali: “Un Americano a Parigi” (1995/96), “Cantando Sotto la Pioggia” (1996/97, 2001), “Sette Spose per Sette Fratelli” (1998, 2000), “Dance!” (2000). Collabora in questi spettacoli con artisti quali Rossana Casale, Tosca, Chiara Noschese, Christian Ginepro e Manuel Frattini, ed è più volte diretto nei musical della Compagnia della Rancia dal regista Saverio Marconi. Il 2004 lo vede protagonista della nuova produzione del Balletto di Roma, Giulietta e Romeo, con musiche originali di Prokofiev e coreografie di Monteverde. Il tour teatrale fa registrare l’invidiabile record del tutto esaurito nelle 190 repliche in 104 dei maggiori teatri italiani. Successo bissato con le produzioni Carmen, Coppelia, e Momenti di Tango. Nel 2006 Raffaele Paganini, il ballerino più amato e seguito dagli italiani, decide di fondare la Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini e presenta, per la prima volta, una sua produzione: “Da Tango a Sirtaki – omaggio a Zorba” (musiche di Astor Piazzolla, coreografie di Luigi Martelletta). Seguono numerose altre produzioni con la sua Compagnia, con le quali tuttora è in tour nei principali teatri italiani. Tra i numerosi premi e riconoscimenti ricordiamo: Premio Bordighera, Premio Postano, Gonfalone d’Oro, Ulivo d’Argento, Premio Giovannini, Premio Cecchetti, Premio Platea d’Estate, Premio Gino Tani.

Fournial
Stéphane Furnial

STEPHANE FURNIAL
Inizia lo studio della Danza Classica nel 1974 con Raymond Franchetti. Si perfeziona negli anni con Solange Golovine (Marquis de Cuevas), Rosella Hightower (Centre International de Dance, Cannes), Raymond Franchetti, Jean Babile, Serge Perretti e Noella Pontois (Opera de Paris), Vladimir Vassiliev. Dopo il Diploma di Stato per l’insegnamento della Danza Classica conseguito presso il ministero della cultura, inizia la sua carriera di danzatore presso il Ballet de Marseille di Roland Petit (1979). Dal 1981 al 1984 balla nella Compagnia dell’Opéra du Nord di Lille (Francia). Nel 1982 è al Tokyo Ballet e dal 1984 al 1990 al Badisches-Staatheater di Karlsruhe, Germania (1984-90). Dal 1990 è stato Guest Artist nei seguenti Teatri e Festival: Theater Munchen (Germania), Stuttgart Ballet (Germania), Theater Warsaw (Polonia), Scottish Ballet (Scozia), Kremlin (Mosca), Marinsky (S. Pietroburgo), Theater Hermitage (S. Pietroburgo), Theater Liseo Madrid (Spagna), Theater Lisbon (Portogallo), Teatro dell’Opera di Roma, (Italia), Teatro alla Scala di Milano (Italia), Teatro San Carlo di Napoli (Italia), Teatro La Fenice (Italia), Arena di Verona (Italia),Teatro Romano di Verona (Italia), Bucharest Opera (Romania), Atlanta (USA), Seattle (USA), Ballet du Capitole de Toulouse (Francia), Festival Split (Croatia). Ha danzato, tra le altre, accanto alle etoile Carla Fracci, Claude de Vulpian e Carole Arbo dell’Opera di Parigi, Irena Pasaric dell’Opera di Zagabria; Margaret Illmann (Opera di Berlino); Sofiane Sylve (San Francisco Ballet).
Ha danzato tutti i principali ruoli del repertorio classico, interpretando le coreografie di importanti coreografi internazionali, tra cui: Joseph Lazzini, Roland Petit, Maurice Bejart, Wayne Eagling, Manen, Pierre Lacotte, Dereck Dean, Robert North, Germinal Casado, Luciano Cannito, G. Tetley, F. Ashton.
Nel 1999 è stato Coordinatore Artistico per Monchengladbach (Germania). Nel 2002/2003 è stato Tour Manager dell’Het Nationale Ballet di Amsterdam, nella tournee francese della Cenerentola di Sir F. Ashton. Dal 2005 è Fondatore e Direttore di 6-Prime Agency, società con base legale a Ludwigsburg in Germania, che promuove, produce e rappresenta singoli artisti e compagnie internazionali nel campo della Musica, del Teatro e della Danza.
Nel 1995 ha ricevuto il Premio Positano e nel 1998 il Premio Festival di Split (Croazia). Nel 2009 è stato insignito del titolo di Cavaliere delle Arti e delle Lettere, conferitogli dal Ministro della Cultura Francese Frédéric Mitterand. Da ottobre 2015, è direttore della scuola del San Carlo di Napoli.

AppleMark
AppleMark

LAURA COMI
Diplomata con passo d’addio presso la Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma, entra a far parte del Corpo di ballo del Teatro, arrivando a ricoprire il ruolo di Prima Ballerina Etoile. Dopo una tournèe in Germania, ha svolto nel 1989 un periodo di perfezionamento presso l’English National Ballet. Il suo repertorio include i maggiori titoli del repertorio classico quali La Sylphide, Lo schiaccianoci, Giselle, Don Chisciotte, La bella addormentata nel bosco, La fille mal gardée, Romeo e Giulietta, La bisbetica domata, Onegin, Spartacus, Pas de Quatre, La Péri, Petruška, Il lago dei cigni, Cenerentola, Raymonda. Ha danzato versioni moderne dei balletti: Cenerentola di Cannito, Coppelia di Bigonzetti, Romeo e Giulietta e Coppelia di Amodio. Ha interpretato produzioni in omaggio a Balanchine danzando I quattro temperamenti (Il Sanguigno), Allegro Brillante, Who Cares?, Apollon Musagete (Tersicore); in omaggio a Nijinsky Jeux, e in omaggio a Massine la bambina americana in Parade. Ha danzato inoltre: Sei in movimento di Bigonzetti, Kachaturian pas de deux di Allan, L’uccello di fuoco e Carmina Burana di Carbone, Il pipistrello di Nuñez, Tre Preludi di Stevenson, Estri di Milloss, Ricercare a nove movimenti e Per Alvin di Amodio, L’Arlesiènne e Ma Pavlova di Petit, I Pini di Roma e Blues e Fanfare di North,Vespri siciliani di Spoerli, L’Art d’Aimer di Aviotte, Le Jardin Jeux d’Amour di Maillot, Orlando di North, Filumena Marturano e Gerusalemme di Bouy, Passasti al par d’amor di Gai, Girotondo Romano e Trilogia di Figaro di Cannito.
Nel 1996 a Positano, le è stato conferito da Alberto Testa il premio “Leonide Massine” per la danza, in seguito alla promozione a Prima Ballerina. Nel 2001 ha ricevuto il premio Gino Tani, per l’interpretazione in Romeo e Giulietta. Nel 2002 è stata invitata dal Teatro Comunale di Firenze. Nel 2003 ha partecipato al Gala Internazionale “Todi Music Fest” tenutosi a Norfolk in Virginia (U.S.A.). In rappresentanza del Teatro dell’Opera, si è esibita in Brasile (Porto Alegre – Gonsalves). Nel 2004 ha danzato, in tourneé con la compagnia del Teatro dell’Opera, Il lago dei cigni a Piacenza presso il Teatro Municipale e a Catania presso il Teatro Massimo Bellini ePetruška presso il Teatro Kremlin di Mosca. Dal 2000 insegna repertorio classico alla Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma. Nel 2004 è stata nominata Etoile del Teatro dell’Opera di Roma. Nel 2004, 2005 e 2006 ha preso parte alla commedia Il canto del cigno con Mario Scaccia. Nel 2005 le è stato conferito, dall’Associazione Culturale “Romeo Collanti, il premio “Marforio d’oro” per la danza. Nel 2006 ha ricevuto il premio “Le ragioni della nuova politica” dall’Associazione Culturale L’Alba del Terzo Millennio. Nel 2007 ha debuttato nella prima assoluta di Alcione, spettacolo di musica, danza e prosa con Mario Scaccia; inoltre ha coreografato le scene ballate prendendovi anche parte, di Rigoletto, Traviata e Trovatore nell’ambito del Festival dei Presidi di Orbetello. Nel settembre dello stesso anno è stata invitata a Positano alla serata “Pas de Dieux” appendice del premio. Nel 2008 ha ricevuto, a Positano, il premio alla carriera “Leonide Massine”. Nel 2009 ha ricevuto i premi “La Ginestra d’oro” e “Roma è… Arte”. Nel 2010 ha ricevuto il premio “GEF” e la targa d’argento”Athena Parthenos”.
Da settembre 2011 è Direttrice della Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma.

Alessio buccafuscaALESSIO BUCCAFUSCA
Alessio Buccafusca è uno dei più popolari e di successo fotografi internazionali di danza. Nella sua lunga e movimentata carriera ha fotografato le più importanti star internazionali del mondo della danza come:Rudolf Nureyev, Ekaterina Maximova, Vladimir Vassiliev, Vladimir Derevjanko, Carla Fracci, Paolo Bortoluzzi, Luciana Savignano, Giuseppe Picone, Roberto Bolle, Ambra Vallo, Antonio Gades, Svetlana Zakarova, Jorge Donn, Faruk Ruzimatov, Isabelle Ciaravola e molti altri.
Il suo archivio comprende oltre 200.000 diapositive a colori, negativi in bianco e nero, e file digitali contenenti immagini dei ballerini più importanti che hanno fatto la storia della danza.
Nel corso degli anni, le sue suggestive foto sono apparse in un numero impressionante di copertine delle pubblicazioni più significative, portando il suo contributo artistico a tutte le principali riviste di ballo.
Buccafusca vive e lavora nel suo studio nella città di Napoli, dove è nato nel 1953. Durante i suoi studi classici, ha iniziato ad avvicinarsi al mondo delle arti e della fotografia in particolare. Nel 1978 ha iniziato a scattare foto per il Teatro San Carlo di Napoli, a partire da una collaborazione significativa che è ancora in corso. Ha fotografato, tra gli altri, il Paris Ballet de l’Opera, l’Australian Ballet, il Balletto Nazionale di Cuba, il Royal Ballet, il Bolshoi di Mosca. Nel 2004, con le sue bellissime e uniche immagini ha prodotto un calendario di Rudolf Nureyev che è stato sponsorizzato dall’Ufficio del Turismo di Positano. Nel 2007 ha festeggiato i 30 anni della sua carriera con l’unica mostra presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, sotto gli auspici dell ‘Ambasciata Italiana a Madrid’. La mostra è stata accompagnata dalla pubblicazione del catalogo Alessio Buccafusca “Trent’anni di fotografie di danza”, pubblicato dalla Fondazione Massine, a cura di Lorena Coppola. Nel 2008 è stato invitato come fotografo ufficiale del Teatro Bolshoi in “Ekaterina Maximova e Vladimir Vasiliev – Festival Ballet” di Mosca. Nel 2008, ha presentato al Museo delle Belle Arti, PAN, di Napoli, del libro “La Posa effimero ‘testi a Vittoria Ottolenghi e Gloria Chiappani Rodicewsky, pubblicato dalla Fondazione Massine da Lorena Coppola, testimonianza di Vladimir Vasiliev. Nel 2009 espone a Firenze oltre 50 fotografie nella mostra del Basso Fortezza Danza in Fiera. Nel 2010 ha ricevuto sempre a Firenze, Monte dei Paschi di Siena premio per la fotografia di danza. Nel 2011 esce il suo primo ballo calendario multimediale per la rivista online www.giornaledelladanza.com. Nel 2012, GD ha ricevuto premi al Teatro dell’Opera di Roma come il miglior fotografo di danza internazionale. Alessio Buccafusca è oggi docente di Fotografia Creativa presso l’Università ‘ “UPAM” di Napoli e docente di Fotografia di Danza presso l’Università di Belle Arti di Napoli.

JOSÉ PEREZ
Nasce a L’Havana nel 1976. Inizia i suoi studi alla scuola nazionale “Alejo Carpentier”. Si diploma nel 1996, dopo aver frequentato il “Nivel medio” al Teatro “Garcia Lorca” con la qualifica di ballerino ed insegnante di danza classica. Nell’estate del 1996 viene invitato in Italia per partecipare al concorso “Giovani talenti”, lo vince e viene scritturato dalla compagnia del Teatro Nuovo di Torino con la qualifica di “solista”. Decide di lasciare il suo paese e nello stesso anno vince la medaglia d’oro al “Concorso internazionale di balletto dell’Havana” ed un altro oro al “Grand prix uneal”. Nel 1997 è indiscusso vincitore del primo premio al “Festival Internacional de Brasilia”. Nel 1998 in Germania inizia la sua carriera di “Primo ballerino” all’opera di Dresna. Nel maggio dello stesso anno viene invitato dal teatro del “Maggio Musicale Fiorentino” in qualità di etoile ospite per la “Sheherazade” di Jeorge Iancu e la “Baiadere” di Florance Claire e, nel luglio del 2003, entra a far parte delle “Stelle” dello Scottisch Ballet. Nel marzo del 2004 viene invitato, alla trasmissione italiana “Amici di Maria De Filippi” e a Roma riceve il premio “Gino Tani” per le sue straordinarie doti di ballerino classico. Dal settembre 2005 José porta la propria professionalità ed esperienza all’interno della trasmissione “Amici”e di recente nel talent “Tra sogno e realtà”. Continua a danzare nei teatri più prestigiosi in Italia a livello internazionale.

SUSANNA SASTRO
Si diplomata in danza classica presso il Centro Regionale della Danza Lyceum, diretto da Mara Fusco. Dopo alcune esperienze in compagnie italiane ed estere (Balletto di Napoli, Balletto di Spoleto, Amusia Danza, Euregio Tanz Forum) entra a far parte del Bejart Ballet Lausanne storica compagnia del grande coreografo Maurice Bejart. Lavora al fianco di Sylvie Guillem, Jorge Donn, Ute Lemper, Anne Chaplin, Peter Schaufuss, Michaël Denard, nei più prestigiosi teatri di Giappone, Francia (Opèra de Paris Garnier), Belgio, Scandinavia, Svezia, Olanda, Germania, danzando il repertorio del grande coreografo francese/svizzero Maurice Bejart, il quale crea per lei il ruolo di ‘La Mort’ nella creazione La Tour (1991), in occasione del settecentesimo anniversario della Confederazione elvetica. Di ritorno in Italia continua la sua attività d’insegnante, danzatrice e coreografa dedicandosi alla danza contemporanea che approfondisce in Italia e all’estero UK.. Da due anni in Italia é Direttore Artistico del Concorso Nazionale di Danza al Teatro Le Maschere di Arzano Napoli con il quale collabora anche in altri progetti.

ANTONINA RANDAZZO
Ha iniziato gli studi e conseguito il diploma all’Accademia Nazionale di danza di Roma e, successivamente, ottiene il diploma del corso di perfezionamento, ramo insegnanti, con Maestri di chiara fama: Prebil, Maximova, Traianova, Zubowskaia, Terabust. Ha danzato in qualità di solista nelle produzioni dell’Opera dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma nei balletti:”Il Lago dei Cigni”, “Coppelia”, “Giselle “,” Le Silfidi”, “Paquita”,”Don Chisciotte” “Schiaccianoci”. Ha Danzato al “Premio Positano” nelle edizione del 1979-80, e nelle produzioni del teatro Arena di Verona dal 1990 al 1996. Nelle varie esperienze artistiche ha studiato con maestri di fama internazionale: E.Poliakov, V. Vassiliev, R.Nunez, M.Fay, M.Messerer , etc,,, Ha partecipato alla realizzazione fotografica del libro “Tecnica della danza classica” di F.Pappacena edizione Gremese. E’ Maitre de ballet in vari stage nazionali e in produzioni R.A.I Nel 1984 Ha insegnato presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma Dal 1985 e’ Maitre De Ballet alla Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli, partecipando a tutte le attivita’ didattiche ed artistiche della Scuola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi