Una finestra sulla danza, tre giorni di cultura tersicorea a Benevento

Non è la prima volta che sulle nostre pagine irrompe la figura carismatica di Carmen Castiello, coreografa e direttrice artistica del Balletto di Benevento. E non è la prima volta che scriviamo di eventi o festival da lei diretti con squarci che vanno molto al di là della danza e del suo magico mondo. Stavolta abbiamo intercettato “Una Finestra sulla Danza” nel bel mezzo del “Festival di Primavera”, in scena dal 27 al 29 aprile, interamente dedicata alla cultura di danza con a monte l’inaugurazione di una biblioteca di danza e, a valle, l’immersione tra i libri ed i video della nuova generazione danzante stanata ovunque.

È proprio questo l’obiettivo dichiarato a più riprese da Carmen Castiello, donna ed artista a tutto tondo con il pallino della formazione a tutti i costi, soprattutto quella formazione di giovani donne e giovani uomini da consegnare alla società del futuro. Un impegno immane griffato anche dal Balletto di Benevento che dirige con passione ed in armonia con il suo territorio che vuole far emergere a cominciare dalla danza. Una progettualità accolta con favore dalla critica, dai professionisti e da tutti coloro che seguiranno da qui in poi le altre iniziative di una sempre più ispirata Carmen Castiello, assolutamente non nuova a progettualità così audaci e lungimiranti.

A cominciare dal “Festival di Primavera” con “Una Finestra sulla Danza” in scena a Benevento, nella quinta edizione di un festival che si configura come uno spazio di dialogo tra la danza e la cultura a 360°, un’occasione di approfondimento critico per approcciare con creatività e poliedricità alla disciplina e all’arte coreutica. Il festival coniugherà la dimensione della tecnica della danza, attraverso lo studio pratico e l’esperienza concreta e laboratoriale dedicata a tutti i danzatori nonché alla dimensione culturale attraverso occasioni di confronto e dibattiti dedicati alla danza del Novecento.

Si parte sabato 27 aprile alle 18.00 con letture condivise in collaborazione con l’associazione “Nati per leggere Campania”. Alle 19.00 si passa all’inaugurazione della piccola biblioteca della danza, con la presenza delle Assessore alle Politiche Sociali Carmen Coppola e Maria Carmela Serluca all’Istruzione e Servizi scolastici, composta da circa 270 libri del mondo del balletto ed una collezione di 250 VHS e 190 DVD dei grandi balletti classici e del repertorio della compagnia Balletto di Benevento con un annesso archivio storico intitolata ad Anna Pavlova, una delle ballerine più famose del mondo vissuta agli inizi del XX secolo.

Seguirà l’incontro “La Modern Dance: nuova danza per nuove donne” con l’introduzione proprio di Carmen Castiello. Accanto a lei Maria Venuso, docente di Storia della danza e del Mimo all’Università degli Studi di Napoli Federico II con la moderazione di Rossella Del Prete, saggista e docente presso l’Università degli Sudi del Sannio. Come di consueto non mancherà l’accompagnamento al piano di Denis Marian Mustata e Clara Tontoli.

Domenica 28 aprile si passerà alla danza in scena dalle 15 alle 16  con la lezione di danza classica tenuta da Odette Marucci, solista del Teatro dell’Opera del Cairo mentre dalle 16 alle 17:30 sarà la volta della lezione di pas de deux tenuta da Hassan Eltabie, primo ballerino del Teatro dell’Opera del Cairo ancora con Odette Marucci. In chiusura, dalle 17:30 alle 19, il laboratorio di improvvisazione e composizione della danza tenuto da Francesca Grimieri, laureata presso l’Accademia di Danza di Roma.

Infine lunedì 29 aprile, in occasione della Giornata Internazionale della Danza, si festeggerà il compleanno di Jean-Georges Noverre, il vero fondatore del balletto sin dal Settecento, con il pomeriggio danzante “I bambini e la sala di danza”, in scena dalle 16 alle 17:30 con attività interattive dedicate ai più piccoli quali lezioni aperte, laboratori interattivi, mini spettacoli di balletti di repertorio e letture dedicate al magico mondo della danza.

Per maggiori info o prenotazioni contattare i seguenti recapiti telefonici:
– 08241664343,
– 3932527328

Massimiliano Craus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: