Baroque Suite, la danza in maschera… no in mascherina

Qualche giorno fa Eleonora Abbagnato è stata intervistata dalla Rai su Uno Mattina. Oltre a far vedere gli esordi dell’étoile poco più che bambina, gli intervistatori le hanno chiesto come se la passasse in questo periodo. La ballerina ha affermato che lei personalmente sta bene e che cerca di tenere duro soprattutto riguardo la situazione in cui si trova in veste di direttrice del Ballo dell’Opera di Roma, chiuso come tutti gli altri teatri oramai da mesi.

Ma naturalmente se i sipari sono chiusi non è certo chiuso il lavoro che sta dietro le quinte, che va avanti con fatica, date le privazioni che vengono fatte quotidianamente in nome dei provvedimenti sanitari. Infatti per il corpo di ballo romano anche se in forma ridotta ( solo 23 elementi) è stato creato uno spettacolo che è stato visibile sul canale YouTube del Teatro dell’Opera il 9 gennaio, che recuperava una coreografia di Benjamin Pech.

Con Baroque Suite (questo il tiolo) si rinnova la collaborazione tra il coreografo francese e la Abbagnato, dopo il successo de il Lago dei cigni delle ultime due aperture di stagione che fu un record d’incassi al debutto di dicembre 2018. Lo spettacolo registrato alla Nuvola dell’Eur, sulle splendide musiche di Antonio Vivaldi (“L’inverno” da Le quattro stagioni; “Eja Mater” e “Stabat Mater” dallo Stabat Mater RV 621) e Alessandro Marcello (Adagio dal Concerto per oboe, archi e basso continuo op. 1 in re minore SF 935) aveva la durata di 28 minuti ed è stato impreziosito dai drappeggi e i torchon, i corpini e le gonne a ruota e le trecce iconiche di Laura Biagiotti.

Una danza che non ci ha regalato nulla di nuovo, lasciandoci invece un po’ di amaro in bocca nel vedere ballerini e ballerine che indossavano la mascherina. Come si fa a danzare con la mascherina davanti a naso e bocca? Come si fa a prendere respiro per i vari passi, soprattutto i salti? Francamente non smetteremo mai di chiedercelo e di trovarlo per lo meno inconcepibile anche sotto emergenza covid.

Nell’intervista su Rai 1 Eleonora Abbagnato ha fatto cenno anche allo spettacolo tv di Bolle: “Roberto ha dato molto col suo spettacolo, ma bisogna anche pensare a tanti ballerini ancora casa”. Certamente, ma se non riesce a fare qualcosa lei a Roma chi altri potrà?

Francesca Camponero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi