Un omaggio all’Arte il bellissimo galà di Bolle alle sale delle Gallerie d’Italia a Milano

Ieri sera, 12 settembre alle ore 21, tutti gli amanti della danza e di Roberto Bolle erano davanti a computer o cellulari per assistere all’attesissimo Art Gala in streaming sui canali social di OnDance, sul sito di Gruppo Intesa Sanpaolo e sulla pagina Facebook di Gallerie d’Italia – Piazza Scala.

La sede delle Gallerie d’Italia a Milano

Un suggestivo ed esclusivo spettacolo delle arti, dove la danza si fonde nella musica e nella pittura. Un’altra straordinaria iniziativa del ballerino più amato d’Italia che sempre di più ha capito come sensibilizzare l’anima e il cuore di chi non vuole che il mondo cambi in peggio, ma che invece crede ci sia ancora molto da recuperare, salvare, rivalutare, e su cui porre le basi per continuare a vivere felice e speranzosi in un tempo migliore.

Il cast di Art Gala

Dunque ancora una volta un plauso a Bolle e alla sua organizzazione perché il prodotto che abbiamo visto ieri sera risulta assolutamente di pregio. Una carrellata costruita dalla regia di Max Volpini sui testi di Marco Pelle recitati dalla calda voce di Stefano Accorsi che conduce gli spettatori nelle sale e corridoi delle bellissime Gallerie d’Italia di P.zza Scala a Milano in cui, all’insegna della Bellezza, vediamo danzare alla sbarra Agnese di Clemente e poi la coppia Martina Arduino e Marco Agostino nella passo a due del Cigno bianco del Lago, per poi passare ai Sogni con protagonisti i movimenti si swing e tango. Per il Fuoco sono in scena lo stesso Bolle con Nicoletta Manni nel tango di Piazzola”Alma Portena”, un brano bellissimo e caliente in cui abbiamo già apprezzato la coppia lo scorso anno alla Galleria Vittorio Emanuele dove si erano esibiti davanti ad un foltissimo pubblico. Per il tema Libertà sono stati scelti i passi di charleston e di danza contemporanea, mentre per i Limiti, ovviamente da superare, vediamo protagonista il poppin’ di Shorty e le note dell’Ave Maria di Schubert interpretate in maniera davvero sublime da Virna Toppi. A chiudere per raccontare cosa sia un Corpo Danzante, lui, il divino e sempre verde Roberto in tuta nera che attraversando le nuove sale della galleria (queste provviste finalmente di parquet) attraverso la sua gestualità elegante, come un cuore palpitante ci conduce di stanza in stanza in quel “bello” capace di suscitare ammirazione e gioia, commuovere e toccare le corde più nascoste dell’ animo. La bellezza delle opere esposte alle Gallerie accompagna i passi del ballerino. È una bellezza a cui non si può rimanere indifferenti in quanto è resistita e resiste all’incedere del tempo. Ogni quadro esposto appare continuamente attraente. Lo avverte chiunque, come una sensazione di armonia e di ordine estetico. La danza, quel delicato equilibrio tra la perfezione e la bellezza (come ha scritto qualcuno), ha lo stesso effetto quando bene eseguita come in questo prezioso video.

Francesca Camponero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi