La Valse, Symphony in C e Shéhérazade, grande trittico prossimamente alla Scala

Un trittico di balletti sarà in scena alla Scala dal 19 aprile al 13 maggio che rinnova il connubio fra danza, partiture importanti e importante direzione d’orchestra. Infatti sarà Paavo Järvi sul podio del teatro più importante d’Italia, al suo debutto in un balletto in Scala, in una serata che vede ben due prime assolute, due creazioni, italiane, per il Corpo di Ballo milanese.

eugenio-scigliano-foto-dario-lasagni-12-2013
Eugenio Scigliano (foto di Dario Lasagni)

Shéhérazade, di Eugenio Scigliano, che ha già dato prova di qualità artistiche ed espressive con diverse compagnie italiane e non solo, porta ad un oggi la musica di Rimskij-Korsakov e la traccia narrativa del primo balletto su di essa creato, nel 1910 da Fokin con allestimento di Bakst, concentrando nella figura di Zobeide l’attualizzazione di una storia fatta di sottomissione e sopruso, di amore e sensualità.

la-valse-e-montanari-a-sutera-prove-in-sala-fo
La Valse, Emanuela Montanari e Antonino Sutera, prove in sala

La Valse, affidata a Stefania Ballone, Matteo Gavazzi e Marco Messina, artisti del ballo con già all’attivo alcune esperienze coreografiche. Con questo lavoro Ravel voleva rendere una specie di omaggio a Johann Strauss figlio e comincia a lavorare alla partitura dal 1906. Nel 1914 il lavoro, Wien, avrebbe dovuto essere un «poema sinfonico»; soltanto nel 1919-20 Ravel realizzò il progetto, su commissione di Djagilev, con il titolo La valse e la definizione di «poema coreografico». La prima esecuzione fu in forma di concerto a Parigi nel 1920 e solo nel 1929 la compagnia di Ida Rubinstein ne proporrà la messa in scena su coreografia di Bronislava Nijinska. Ballone, Gavazzi e Messina hanno trovato nella partitura, nelle sue dinamiche, nel mondo e nelle atmosfere evocate, il punto di partenza e di arrivo. Un mondo, circoscritto, che rimanda solo nei costumi e nei cromatismi agli anni Venti del Novecento.

symphony-in-c-prove-in-sala-nicoletta-manni-e-rob
Symphony in C, Roberto Bolle e Nicoletta Manni (prove in sala)

A chiudere Symphony in C di George Balanchine creata nel 1947 in sole due settimane a Le Palais de Cristal, per l’Opera di Parigi di cui era maître ospite. L’anno successivo, per il New York City Ballet, semplificò scene e costumi e cambiò il titolo. Esaltazione della purezza classica, meravigliose geometrie, simmetrie e forme, nei quattro movimenti, che vedono protagonisti ognuno una diversa ballerina, un diverso partner e il corpo di ballo. L’intero organico di circa cinquanta elementi si riunisce nel travolgente finale. Alla Scala nel 1955, nel 1960 e nel 1987 vide i nomi di spicco del tempo, e anche ora sarà una vera vetrina per il Corpo di Ballo,  primi ballerini e solisti. Per quattro recite in scena anche l’étoile Roberto Bolle assieme a Nicoletta Manni.

symphony-in-c-k65a6149-x
Symphony in C

La serata inaugurale del 19 aprile vedrà impegnati, nei ruoli principali di La Valse Emanuela Montanari (una donna) Antonino Sutera (un uomo), Antonella Albano con Gabriele Corrado (una coppia); Symphony in C di George Balanchine (sulla sinfonia di Georges Bizet) vedrà in scena come coppie principali i bravissimi e promettenti Martina Arduino e Timofej Andrijashenko (primo movimento), Nicoletta Manni con Roberto Bolle (secondo movimento); Virna Toppi con Claudio Coviello (terzo movimento) e Vittoria Valerio con Marco Agostino (quarto movimento). Per Shéhérazade, (creazione di Eugenio Scigliano sulla suite sinfonica di Rimskij-Korsakov) il debutto è affidato a Virna Toppi (Zobeide), Gabriele Corrado (lo Schiavo d’oro), Gioacchino Starace (Shariar), Marco Agostino (Zahman), Beatrice Carbone (ombra di Shéhérazade).

Francesca Camponero

[In alto: prove in sala per La Valse (foto Brescia-Amisano]

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi