Premio Nazionale Austriaco “Musica e teatro 2019” a Davide Bombana per il suo Roméo et Juliette

Il tema di Romeo e Giulietta è indubbiamente un tema che il coreografo Davide Bombana sente molto e che riesce sempre a sollecitare la sua vena creativa al meglio. Ricordiamo infatti la sua coreografia per lo Junior Balletto di Toscana su una riduzione della partitura di Sergei Prokofiev che chiuse la rassegna ParmaDanza 2016 e che al coreografo milanese valse il Premio Danza&Danza.

Ma ecco che oggi un’altra coreografia intitolata “Romèo et Juliette”, creata da Bombana alla Volksopera di Vienna su incarico di Manuel Legris, è vincitrice del Premio Nazionale Austriaco “Musica e teatro 2019”.

Un nuovo giusto riconoscimento per il coreografo, che dopo la brillante carriera di ballerino si è dedicato alla coreografia con altrettanto successo diventando un vero e proprio ambasciatore della danza italiana nel mondo.

“La coreografia è sempre stata nella mia mente, ma da ballerino non ho mai avuto tempo per dedicarmi a pieno” disse in un’intervista di qualche anno fa, ma diciamo che quando nel 2012 gli arrivò la chiamata per dirigere i balletti del Concerto della Filarmonica di Vienna, Bombana ebbe modo di far conoscere a tutto il mondo quest’altro suo talento. Un’esperienza di grande prestigio che si ripetè nel 2015 e nel 2018, quando il celeberrimo concerto comprese la presenza di un altro grande italiano: Riccardo Muti.

“Roméo et Juliette” è stato creato sulle note della Symphonie Dramatique (Op. 17) di Hector Berlioz in cui oltre all’orchestra è anche presente un coro di 90 elementi con tre cantanti solisti che sono coinvolti direttamente negli avvenimenti scenici.

Per Bombana questa è la seconda opera completa che svolge al Volksoper Wien dopo “Ballett: Carmen”.

In “Roméo et Juliette”, il coreografo si occupa soprattutto delle differenze tra classi sociali, che sottolinea con effetti scenici sul palco a diversi livelli. In confronto ad altre versioni di Romeo e Giulietta, come ad esempio quella di John Cranko, Bombana dà maggior rilievo alla figura di Padre Lorenzo e aggiunge la Regina Mab come Regina ingannevole of Dreams – citata da Shakespeare in un discorso di Mercuzio

Francesca Camponero

[Tutte le fotografie di questo post sono ci sono state inviate direttamente dal M° Davide Bombana]

Galleria fotografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi