Bellini International Dance Gala: cresce l’attesa a Napoli e non solo

bellini-international-dance-galaManca un mesetto circa alla rappresentazione del “Bellini International Dance Gala” e già il fermento a Napoli e nell’intera regione si fa sentire.

Era da tempo infatti che non si assisteva ad una miscellanea artistica così intensa e le protagoniste ambiziose di questo progetto sono le due direttrici artistiche della sezione danza del Teatro Bellini, la coreografa Emma Cianchi e la giornalista Manuela Barbato. Al primo anno della loro co-direzione, le due primedonne del Teatro Bellini hanno puntato tutto su una programmazione a double face: accanto a titoli d’avanguardia e sperimentazione coreografica di un repertorio sempre più contemporaneo in scena sul palco del Piccolo Bellini, ecco i nomi ad effetto ed il repertorio patinato dei coreografi e dei titoli conosciuti al grande pubblico del prossimo 17 e 18 febbraio del Teatro Bellini di Napoli.

E così nel teatro di Via Conte di Ruvo per la prima volta va in scena una serata di gala dedicata alla danza e alle sue stelle più brillanti. Ospiti di punta Lucia Lacarra e Marlon Dino, guest stars dei più ambiti palcoscenici, che si esibiranno nel celebre pas des deux tratto da “Il Lago dei Cigni” di Marius Petipa, Lev Ivanov con lo spartito di Piotr Ilich Ciaikovskij. Le due star torneranno anche nel passo a due di contemporaneo “Spiral Pass” firmato dall’altro coreografo di fama mondiale  Russell Maliphant. Accanto a loro la straordinaria Daria Klimentova, già prima ballerina dell’English National Ballet -per la prima volta a Napoli- e Vadim Muntagirov, primo ballerino del Royal Ballet di Covent Garden, recentemente visto al Teatro di San Carlo in occasione de “Lo Schiaccianoci” di Giuseppe Picone e spartito ancora di Ciaikovskij.

In una escalation di nomi da capogiro si esibiscono dunque ballerini provenienti dai migliori palcoscenici del mondo: Doychin Dochev, primo ballerino al Macedonian Opera and Ballet che, in coppia con la solista dell’Opera Nazionale di Bucarest Ada Gonzales, danzerà l’adagio tratto dal balletto “Giselle”, balletto dal contraltare cronologico di un Ottocento allestito in bella mostra al “Bellini International Dance Gala”. Successivo di qualche anno solo a “La Sylphide” di Filippo Taglioni, la “Giselle” di Jean Coralli e Jules Perrot, sullo spartito di Adolphe Adam, è poi diventato il balletto di repertorio del primo Romanticismo per eccellenza. Un capolavoro che si aggiunge, dunque, ad una programmazione davvero sensazionale per calamitare le attenzioni dei ballettomani provenienti da ogni dove.

Del resto nel Mezzogiorno d’Italia sarà difficile rivedere tanti bei nomi sullo stesso palcoscenico ad interpretare il grande repertorio classico e contemporaneo. Non mancheranno, tuttavia, alcuni tra i migliori interpreti napoletani al gala quali Alessandro Staiano e Anna Chiara Amirante, ballerini del Teatro di San Carlo di Napoli, che danzeranno una coreografia di contemporaneo creata esclusivamente per il gala da Edmondo Tucci, primo ballerino del lirico napoletano e presentata in prima assoluta. Dal Grand Théatre de Genève Sasha Riva e Simone Repele, splendidi interpreti di uno stile tra il contemporaneo e il neoclassico, da una tra le più apprezzate compagnie israeliane, la Kamea Dance Company, provengono Noam Ephron e Eldar Elgrably con il passo a due tratto dal celebre “Neverland”, lavoro del rinomato coreografo Tamir Ginz e per concludere Yuya Omaki, primo ballerino dello Slovene National Theater di Maribor.

Nomi e cognomi della più disparata provenienza, proprio come nel solco dei maggiori gala internazionali visti e rivisti in ogni dove. E se pensiamo che il “Bellini International Dance Gala” è il primo progetto a cura di Manuela Barbato ed Emma Cianchi, peraltro affiancate dal ballerino della West Australian Dance Company Giuseppe Canale, beh allora c’é da guardare con ottimismo alla promozione della danza classica e contemporanea che verrà. Per poter acquistare subito i propri biglietti cliccare su www.teatrobellini.it/spettacoli/148/bellini-international-dance-gala.

[Nella foto in alto, Daria Klimentova e Vadim Muntagirov]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi