Joseph Fontano debutta a Roma con il suo Dream Boat

Joseph-Fontano1
Joseph Fontano

Joseph Fontano è nato a New York anche se le sue origini sono italianissime, e nella Grande Mela ha iniziato la sua formazione nel 1968 alla School of Visual Art . Nel suo percorso ha avuto maestri come Alvin Ailey, Paul Taylor, ed ancora Pina Bausch e Manuel Alum, questo naturalmente per quanto riguarda la danza moderna e contemporanea, mentre per il classico vanta una preparazione all’American Ballet Theatre con Barbara Fallis. Insomma nessuno si stupì certo quando incontrata presso il CID (Centro Internazionale della Danza) Elsa Piperno, nel 1972 costituirono insieme la prima compagnia di danza contemporanea in Italia, Teatrodanza Contemporanea di Roma nonché il primo Centro Professionale di Danza Contemporanea. La compagnia che debuttò al Teatro Parioli il 7 giugno 1972 diventò in poco tempo un punto di riferimento per la danza contemporanea nel nostro paese, organizzando una moltitudine di spettacoli sia in Italia che all’estero.

Il suo forte amore per la danza non ha visto Fontano impegnato solo sul palcoscenico, infatti è stato il primo che nel 2007 ha organizzato presso la VII Commissione Cultura della Camera dei Deputati un tavolo di concertazione sulle problematiche della danza italiana con i principali esponenti dell’arte coreutica tra cui anche Carla Fracci e il marito Beppe Menegatti. Da allora il ballerino italo americano ha sempre cercato di sensibilizzare l’opinione pubblica, e in particolare la politica, verso quelle che sono le problematiche del settore della danza e delle difficoltà dei giovani emergenti.

J.-Fontano-ph.-C.-M.-Falsini
Joseph Fontano (foto C.M. Falsini)

Incarnando da sempre l’idea di danza contemporanea in Italia, ed essendone stato uno dei pionieri, Joseph non si è mai fermato sia come artista che come docente, restando nel presente un creatore senza etichette.

Ora il prossimo 8 ottobre, nell’ambito della rassegna Che Danza Vuoi?, Fontano torna protagonista al Teatro Greco di Roma assieme al Balletto di Sardegna – l’ASMED, compagnia sarda, fondata da Paola Leoni (scomparsa prematuramente nel 2011) che presenta lo spettacolo Dream Boat, che porta la sua firma sia per la coreografia che per la regia.

Dream boat, nella sua impostazione concettuale, riflette la poliedricità del suo autore, è un brano in cui la danza è parte di un più ampio discorso teatrale in cui intervengono parola, video e, ovviamente, musica.

dream-boat-1
Dream Boat

Lo spettacolo è un viaggio inteso come fuga, avventura, sete di conoscenza, possibilità di rincominciare, cambiamento, curiosità. Un viaggio per il mondo, un viaggio dentro se stessi e, forse, entrambe le cose. In una sala gremita si attende l’estrazione dei biglietti vincenti: in palio un viaggio, una crociera che tutti sognano, che può cambiare la vita. I fortunati salgono sulla nave, già pregustano questa nuova emozionante esperienza. Non è una vacanza, è un viaggio verso un orizzonte infinito dove tutto è possibile, è abbandonare la noiosa vita di tutti i giorni, è scoprire o riscoprire se stessi.

La scelta della musica di Dream Boat è stata fatta verso le canzoni popolari degli anni ’60 con un’attenzione per quelli di autori famosi plagiati e remixati, sia italiani che d’oltreoceano, come Madonna, Frank Zappa, Albano. Il luogo è quello di un viaggio in nave in cui persone a caso, vengono selezionate dalla platea per iniziare un percorso nuovo ed inaspettato. I cinque viaggiatori, ognuno con la propria personalità e singolarità, iniziano gradualmente ad interagire tra loro e a scoprire nuove sfaccettature di sé quanto degli altri.

dream boat_n
Dream Boat

Lo spettacolo è leggibile ed accessibile a tutti ed il pubblico è apparentemente coinvolto dall’azione degli interpreti anche se alla fine può sembrare sia stato tutto un sogno od un gioco.

In scena Matteo Corso, Amedeo Iagulli, Rachele Montis, Alessandro Trazzera, Giulia Vacca.

Spettacolo prodotto dall’ASMED con il contributo di Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo, Regione Autonoma della Sardegna (Assessorati Spettacolo e Turismo).

Francesca Camponero

Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 06 8607513.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi