Le fumatrici di pecore

Mercoledì 20 luglio 2016, ore 21.30
Bologna, Giardino della Memoria
spazio antistante il Museo per la Memoria di Ustica
Parco della Zucca – via di Saliceto 3/22
nell’ambito di bè bolognaestate 2016
il cartellone estivo promosso e coordinato dal Comune di Bologna

Compagnia Abbondanza/Bertoni
LE FUMATRICI DI PECORE
un progetto di Antonella Bertoni
regia Michele Abbondanza
coreografie, scene e costumi Antonella Bertoni
con Patrizia Birolo e Antonella Bertoni

nell’ambito della rassegna teatrale
DEI TEATRI, DELLA MEMORIA
VIII Edizione
Direzione artistica di Cristina Valenti
29 giugno-10 agosto 2016
XXXVI Anniversario della Strage di Ustica

Un folgorante e commovente duetto di teatro-danza nato dall’incontro tra Antonella Bertoni e Patrizia Birolo durante i laboratori tenuti presso La Girandola di Torino, struttura operante nel settore teatro e disabilità, è “Le fumatrici di pecore” regia di Michele Abbondanza, in scena mercoledì 20 luglio (ore 21.30) al Giardino della Memoria  (Parco della Zucca, via di Saliceto 3/22), una produzione della Compagnia Abbondanza/Bertoni, nuovo appuntamento della rassegna “Dei Teatri, della Memoria”, diretta da Cristina Valenti, nell’ambito di bè bolognaestate 2016, il cartellone estivo promosso e coordinato dal Comune di Bologna, che si realizza anche grazie al sostegno di Unipol.

Da sempre «affascinati dalle forme e dal multiforme», Michele Abbondanza e Antonella Bertoni hanno collaborato con Patrizia, interprete straordinaria, «fuori dall’ordinario». «Guardandola lavorare – scrive la coreografa – ho colto con intensità quanto un corpo e una persona potessero esprimere un umore “ballerino”. Da qui il desiderio di scrivere una partitura con lei. Le sequenze coreografiche e le brevi storie di relazione sono il tessuto sul quale riscrivere altre storie più vecchie, senza descrizioni né commenti, ma registrando gli accadimenti attraverso un gioco di relazione dove danza e vita si confondono e i limiti diventano risorse».

«…imparando a stare dritta con la schiena e giù con le spalle e mento davanti camminare lentamente e piano e cantare ad alta voce sennò non si sente un tubo al microfono… la danza deve essere lenta e non tremare ma resistere a stare non ferma ma a muovermi nello spazio senza avere timore di nessuno devo essere orgogliosa del lavoro che ho imparato qui in teatro» (testo di Patrizia Birolo, lasciato così come l’ha scritto).

Il Giardino della Memoria è un progetto realizzato da Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica. Con: Istituzione Bologna Musei | Museo per la Memoria di Ustica, Regione Emilia-Romagna, Assemblea legislativa Regione Emilia-Romagna, Assemblea Regionale Siciliana, Comune di Bologna, Istituzione Bologna Musei | MAMbo, Quartiere Navile, Comune di Bologna – bè bolognaestate 2016. Patrocini: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Dipartimento delle Arti, Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica. Media partner: Rai. Main sponsor: Gruppo Unipol.

Si ringrazia: TPER, Legacoop Bologna, Gruppo Hera, Coop Alleanza 3.0. Progetti realizzati in collaborazione con: Cronopios, Officina Immagine, Associazione Scenario.

Ingresso  ad offerta libera.

Le fumatrici di pecore_Compagnia Abbondanza Bertoni_phSante Castignani 3Compagnia Abbondanza/Bertoni
Le fumatrici di pecore
un progetto di Antonella Bertoni
regia Michele Abbondanza
coreografie, scene e costumi Antonella Bertoni
con Patrizia Birolo e Antonella Bertoni
luci Andrea Gentili
produzione Compagnia Abbondanza/Bertoni
coproduzione Provincia Autonoma di Trento
con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dip. Spettacolo
e del Comune Di Rovereto – Assessorato Alla Cultura

link sito www.abbondanzabertoni.it
trailer dello spettacolo  www.youtube.com/watch?v=E_E_wv2vP4g

MUSEO PER LA MEMORIA DI USTICA
L’artista francese Christian Boltanski ha creato per Bologna una suggestiva installazione permanente con il relitto del DC-9 abbattuto il 27 giugno 1980 e riportato in città. Le 81 vittime sono ricordate attraverso altrettante luci che pendono dal soffitto e con lo stesso numero di specchi neri: dietro ognuno di essi degli altoparlanti emettono frasi quotidiane sussurrate e parole comuni universali.
L’ingresso al Museo è gratuito e gli orari di apertura estivi (1 luglio-18 settembre 2016) sono: venerdì, sabato e domenica dalle 17 alle 20. Il 27 giugno, in occasione del XXXVI Anniversario, il Museo sarà aperto al pubblico dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 24. Nei giorni della rassegna ‘Il Giardino della Memoria’ (29 giugno, 5, 14, 20, 27 luglio e 10 agosto), il Museo resterà aperto dalle 20 alle 24. Il 5 luglio apertura anticipata alle 19.30. Il Dipartimento Educativo del MAMbo propone una visita guidata alle 20 (29 giugno, 14, 20, 27 luglio e 10 agosto).
Info: Museo per la Memoria di Ustica, via di Saliceto 3/22, 40128 Bologna, Tel.+39.051.377680 – www.mambo-bologna.org/museoustica/
www.museomemoriaustica.it.
Info: Cronopios T.051.224420 – info@cronopios.it
Programma e materiali stampa nei siti:
www.ilgiardinodellamemoria.itwww.bolognaestate.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi