Superstite di Lucia Guarino in scena per Teatri di Vetro

Superstite di Lucia Guarino
in scena a Roma per Teatri di Vetro

Lo spettacolo sarà presentato al Teatro India nell’ambito della quindicesima edizione del Festival diretto da Roberta Nicolai.

Lucia Guarino, Superstite (foto di Luca Del Pia)

«Superstite è una riflessione su ciò che rimane dopo una mutazione, un cambiamento. Si fa carico di una storia che a tratti appare sbiadita o mutilata. Un corpo solo, da solo, esplora le infinite declinazioni del vuoto che resta»: la coreografa e danzatrice Lucia Guarino introduce Superstite, spettacolo che a poche settimane dal debutto, avvenuto al Teatro Massimo di Cagliari per il Festival Autunno Danza, sarà in scena domenica 19 dicembre alle ore 19 al Teatro India di Roma ospite della quindicesima edizione del Festival Teatri di Vetro, nell’ambito del quale l’artista ha anche condotto il workshop per danzatori e amatori in.col.to- pratiche di biodiversità.

«Cosa muove la parte mancante? Il corpo superstite rappresenta bellezza e brutalità, ci mostra quello che non c’è più, si affaccia a un vuoto, una voragine, un buio, un ricordo, un dolore ma allo stesso tempo rappresenta una nuova possibilità, il punto dove tutto può accadere, può essere ridisegnato e rinascere» riflette Lucia Guarino in merito allo spettacolo realizzato in stretto dialogo creativo con Gianni Staropoli (luce e spazio) e con la collaborazione di Stefano Pilia (musica).

Superstite è stato sostenuto dal TSU Teatro Stabile dell’Umbria e Nexus Factory e supportato alla residenza artistica da Kilowatt Festival, CURA centro umbro residenze artistiche, Spazio ZUT, HOME.

Lucia Guarino, laureata in Architettura, si forma nella danza classica e modern jazz e successivamente nella danza contemporanea tra Italia, Belgio, Spagna, Argentina. Vince alcuni progetti nazionali ed europei di ricerca e formazione coreografica. Come interprete lavora con vari coreografi e registi, tra cui con Simona Bertozzi, Virgilio Sieni, Romeo Castellucci, Lisbeth Gruwez, Baglioni-Bellani, Camilla Monga, Alessandro Carboni. I suoi progetti sono supportati da Nexus Factory e sono stati presentati presso festival ed istituzioni nazionali ed internazionali.

Biglietti: 10 euro intero, 5 euro ridotto, 3 euro operatori.
Con una riduzione del 50% sul biglietto intero dedicata al pubblico con età inferiore ai 26 o superiore ai 65 anni e ai residenti del X e XI Municipio.
Prenotazioni: promozione@triangoloscalenoteatro.it.

Info su Lucia Guarino: https://www.luciaguarino.it/.
Info sul Festival Teatri di Vetro: https://teatridivetro.it/.
Info su Nexus Factory: https://associazioneculturalenexus.org/nexusfactory.

[In alto: Lucia Guarino, Superstite (foto di Luca Del Pia)]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi