Il Nervi Music Ballet Festival torna anche nel 2021 e sarà dedicato a Carla Fracci

Dopo il successo delle due scorse edizioni anche quest’estate torna sul palcoscenico dei Parchi il Nervi Music Ballet Festival 2021, che presenta sei nuove produzioni del Teatro Carlo Felice in prima esecuzione assoluta e una prima italiana.

Ensemble Accademico Statale di Danza Popolare “Igor Moiseev”

Un festival che vanta ancora il ricordo del glorioso Festival Internazionale del Balletto di Nervi diretto da Mario Porcile che partì nel lontano 1955 per durare fino al 2004. Un festival, a quei tempi solo dedicato alla danza, dove presero parte le più grandi compagnie internazionali coi nomi più fantastici del balletto mondiale. Certamente al Festival diretto da Porcile non mancò la presenza di Carla Fracci che proprio nel ‘Pas de Quatre’ dalla coreografia originale di Jules Perrot del 1845, debuttò nel 1957. Ed è proprio a Carla Fracci che verrà dedicata questa edizione del festival che il Ministro alla Cultura Franceschini ha chiamato 37esima edizione e che invece, per noi puristi del balletto, per come è configurata la kermesse, è giusto denominare soltanto terza edizione.

Davide Dato

Il Festival si apre martedì 29 giugno, con l’allestimento semi scenico di A Midsummer Night’s Dream di William Shakespeare su musiche di scena composte da Felix Mendelssohn-Bartholdy eseguite dall’Orchestra del Teatro Carlo Felice diretta da Roland Böer e dal Coro femminile del Teatro Carlo Felice preparato da Francesco Aliberti, su di un’idea registica di Davide Livermore, e va avanti fino al 2 agosto con spettacoli che variano da canto e musica leggera a quella impegnata, ma per fortuna non dimenticando la danza con quattro appuntamenti di grande rilievo.

Jacopo Bellussi

Il primo di questi sarà sabato 3 luglio ore 21,30 con l’Ensemble Accademico Statale di Danza Popolare “Igor Moiseev”, che ritorna a Genova dopo 26 anni (l’ultima fu nel 1985 per l’E.A. Teatro Comunale dell’opera, nella sede del Teatro Margherita) con un programma che innesta sulla grammatica del folklore popolare il virtuosismo di stampo accademico, presenta in prima assoluta al di fuori della Federazione Russa la coreografia Tango del Plata.

Svetlana Zakharova

Il secondo giovedì 8 luglio, ore 21,30 ha il titolo di Stravinsky’s Love ed è un omaggio all-stars tra musica e danza all’immenso lascito artistico di Igor Stravinsky in occasione del cinquantesimo anniversario della morte. Realizzato con il patrocinio della Fondazione Stravinsky di Ginevra, e su coreografie storiche di Fokine, George Balanchine, Uwe Scholz, Marco Goecke, vede ospiti del progetto la pianista Beatrice Rana, che affronterà la Sagra della primavera a quattro mani con il giovane Massimo Spada, la violinista Simone Lamsma, il grande danzatore e coreografo Vladimir Derevianko in veste d’attore nei panni dello stesso Stravinsky. Con lui anche il bailaor Sergio Bernal, i primi ballerini Ashley Bouder del New York City Ballet (compagnia che vanta un legame storico con Stravinsky), Davide Dato dall’Opera di Vienna, il duo Simone Repele/Sasha Riva del Ballet du Grande Théâtre de Genève e Jacopo Bellussi dello Hamburg Ballet. La sceneggiatura è firmata dal giornalista e scrittore Vittorio Sabadin e si basa su scritti del compositore stesso, con i costumi, a cura di Anna Biagiotti ricreati dai disegni e bozzetti originali di Pablo Picasso, Benois, Bakst e Rerich. Lo spettacolo sarà al centro di una produzione televisiva in onda il 13 luglio su RAI2 con la conduzione di Alessandra Martines.

Vladimir Derevianko

A seguire la danza continua il 14 e 15 luglio, giorni in cui la scena sarà dedicata alle giovani promesse internazionali del balletto, con una novità assoluta per l’Italia, lo spettacolo di gala Stars of today meet the Stars of Tomorrow in cui si esibiranno, accanto a grandi maestri e a étoile dell’American Ballet Theatre, del New York City Ballet, del Bolshoi di Mosca e da altre prestigiose compagnie, i giovani ballerini partecipanti alle selezioni finali dello Youth American Grand Prix, il “concorso dei concorsi” del balletto classico mondiale.

Il 20 luglio sarà senz’altro una serata d’eccezione con la presenza di Svetlana Zakharova in prima italiana nel “pas-de-deux” coreografico – strumentale eseguito con il marito Vadim Repin. For Toes and Fingers, questo il titolo, è uno spettacolo che vanta già un successo mondiale e che a Nervi si rinnova grazie alla presenza di Jacopo Tissi, solista principale del Teatro Bolshoi che interpreterà con l’étoile Zakharova un pas-de-deux dal Caravaggio di Mauro Bigonzetti, assieme all’Orchestra del Teatro Carlo Felice.

Svetlana Zakharova insieme al marito, il violinista Vadim Repin

Nervi Music Ballet Festival 2021 è promosso dal Comune di Genova con il patrocinio della Regione Liguria e in collaborazione con il Ministero Italiano della Cultura (MIC). È organizzato dalla Fondazione Teatro Carlo Felice, in collaborazione con le realtà di performing arts più rappresentative sul territorio cittadino: il Teatro Nazionale di Genova, la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse, il Politeama Genovese. La manifestazione è realizzata grazie al supporto del main partner Iren, dell’official sponsor e food partner Esselunga, del premium sponsor Banca Passadore. Technical sponsor AMIU, AMT, Aster.

Francesca Camponero

[Nella foto in alto Svetlana Zakharova]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi