In bocca al lupo ad Elisabetta Pozzi, nuovo direttore della Scuola di Recitazione di Genova

L’assessore Ilaria Cavo, Elisabetta Pozzi e gli allievi della Scuola

Oggi la stampa è stata convocata nel foyer del Teatro Ivo Chiesa per una bellissima notizia: Elisabetta Pozzi è il nuovo direttore della Scuola di Recitazione del Teatro Nazionale di Genova. Una notizia che a me fa particolarmente piacere in quanto da anni conosco Elisabetta con cui anni fa frequentavamo insieme le lezioni di danza a Campettosette con Maria Luisa Capiferri. Del resto è proprio a Genova che l’attrice ha iniziato i suoi studi e la sua brillante carriera che cominciò a soli diciannove anni accanto a Giorgio Albertazzi ne Il fu Mattia Pascal di Pirandello, per la regia di Luigi Squarzina nel 1974.

Da allora, sempre a fianco di Albertazzi, la Pozzi prende parte a numerosi spettacoli tra cui Uomo e sottosuolo da Dostoevskij, La conversazione continuamente interrotta di Flaiano, Il castello illuminato di Ruggeri e Albertazzi, Peer Gynt di Ibsen. E poi vola per successi sempre maggiori che la porteranno a ricevere importanti premi come il Premio Duse alla carriera (2006), il Premio della Associazione Critici Teatrali (1997 – 2006), il Premio Ubu (1989 -1990 – 1996 – 1997), il Premio David di Donatello (1992 ), il Premio Unesco (2005), il Premio Franco Enriquez (2006), il Premio Ipazia per l’eccellenza femminile (2011), il Premio Idi (1990/1991).

Tuttavia questa carica è cosa nuova per l’attrice che, emozionata, si è espressa così: ”L’impegno mi arriva dopo Anna Laura Messeri e Marco Sciaccaluga ed è una cosa importante che mi onora, perché fu proprio la Messeri che mi formò, non credendo per altro subito in me. Dirigere la scuola per attori è ruolo fondamentale in quanto prepara creature che si apprestano al teatro. E il teatro non è un luogo di pace. Ci si approccerà ai vari metodi di studio, ma la preparazione di questo mestiere è molto faticosa. Fare teatro è un atto d’amore, un percorso difficile che si ottiene solo con l’abbandono totale di sé stessi. Siamo anche in un momento di rivoluzione, ma dobbiamo girare questo fatto in positivo e cogliere l’occasione per “rivoluzionarci” anche noi”.

Elisabetta Pozzi

La candidatura della Pozzi è stata fortemente caldeggiata dall’Assessore regionale Ilaria Cavo, recentemente nominata Coordinatore della Commissione Cultura alla Conferenza delle Regioni. “Regione Liguria ci sarà sempre a sostenere la Scuola del Teatro Nazionale di Genova – ha affermato la Cavo – e oggi con la carica di Elisabetta Pozzi è garantita una grande guida che porterà la Scuola Mariangela Melato sempre più in alto”.

Auguri dunque alla cara Elisabetta per questa nuova avventura.

Francesca Camponero

[Nella foto in alto: Elisabetta Pozzi e Davide Livermore, direttore del Teatro Nazionale di Genova]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi