“Dire Danza”, la parola cede il passo al linguaggio del corpo

DOPPIO APPUNTAMENTO CON DIRE DANZA – XIII EDIZIONE
Sabato 16 e domenica 17 aprile la parola cede il passo al linguaggio del corpo
20 scuole di Salerno e provincia si confrontano al Teatro Delle Arti
Non un concorso ma solo un occasione per liberare energie ed emozioni

DIRE DANZA immagineSalerno, 13 aprile 2016  Sono trascorsi già 13 anni da quando si decise di aprire il palcoscenico alle scuole di danza con una serata spettacolo interamente dedicata a loro e durante la quale, con una semplice staffetta di passi e note, la corografia sarebbe stata l’unica espressione ad avere voce. Non una parola, ma il movimento nella sua essenza più pura. Da allora si riconferma questa la mission di Dire Danza.

Partita in sordina ma con un numero sempre importante  di partecipanti, oggi l’evento è costretto a sdoppiarsi. Proprio per accogliere il folto numero di accademie che scelgono di partecipare o decidono di ritornare, l’appuntamento con la XIII edizione al Teatro Delle Arti sarà duplice: sabato 16 aprile alle 20 e domenica 17 alle 11.

Sempre a cura di Pina Testa e Antonella Ferrante, la direzione artistica è affidata a Fortuna Capasso, figlia dell’etoile salernitana, che, proprio come quell’amore per l’arte che l’una è riuscita a trasmettere all’altra, ha scelto di seguire le orme materne nella speranza di far convergere sul territorio, anche attraverso eventi di questo tipo, un pubblico assetato del genere.

Comune denominatore: la gioia di ballare su un palcoscenico prestigioso come quello del Delle Arti che dello spettacolo, in tutte le sue mutevoli forme, ne ha fatto uno status di successo.

La rassegna dunque, anche quest’anno, è pronta ad ospitare in città una folta schiera di scuole di Salerno e provincia (segue elenco) desiderose di danzare, emozionare per emozionarsi senza chiedere nulla in cambio. In scena e dietro le quinte danzatori e maestri uniti dal desiderio più puro che quest’arte mira a trasmettere: esprimere se stessi e il proprio estro. Tutto pronto dunque per una due giorni di “sola” danza: non un concorso, ma un importante momento di confronto  che si offre a chi ama ballare.

«Purtroppo, in questo momento di crisi in cui la danza è l’espressione artistica che maggiormente ne risente – spiega Fortuna Capasso –  vanno tristemente diminuendo anche  le occasioni che tutti i giovani ballerini attendono per esibirsi. Dire Danza è proprio questo, un palco che si offre loro per liberare energia e passione, una possibilità per trasmettere la loro più grande passione».

A dimostrazione però che un palcoscenico non basta, ma bisogna anche e soprattutto studiare, la XIII edizione di Dire Danza mette a disposizione di tutti i partecipanti anche cinque borse di studio: “Palinuro Danza Festival” e “Dante in Danza” (Napoli) entrambe sotto la direzione artistica di Luigi Ferrone, “Danzamaremito” (Ascea) a cura di Amalia Salzano, Salerno Ballet Summer Festival di Ilaria Maucione, ed Etè è Annency – Centro Artys di Bènedicte Windors (Francia), che saranno assegnate dagli organizzatori stessi nel corso delle due serate al gruppo o al singolo elemento che avrà dimostrato maggiore predisposizione ed attitudine alla disciplina. Main sponsor della rassegna: Kitri – Negozio per la Danza, Centro Commerciale le Bolle di Eboli e Acsi, Associazione Centri Sportivi Italiani.

INFO UTILI Il costo del biglietto per assistere allo spettacolo è di 5 euro. Per informazioni: 327 56 15 175.

Ecco l’elenco delle scuole che aderiscono: Accademia della Danza di Loredana De Filippo (Siano); Artedanza di Luciana Fino (Bari);  A.S.D  Ariande di Giuseppe Protano (Potenza); A.S.D Coreia di Carmen Bucciarelli  (Cava dei Tirreni); Ballet Art di Simona Dipierri (Paestum); Balletto Nikè di Laura Sbordone (Capezzano); Centro Danza di Antonella Ferrante (Eboli); Centro Danza 2 di Serena Santucci (Quadrivio di Campagna); Centro Studio della Danza di Emma Ferrante (Salerno); Danzarte di Stefano Forti e Gilda Palladino (Paestum); Etoile di Fiorinda Annarumma (Angri); Flashdance di Alba Criscuolo (Salerno); Fredances di Rossella Losco (Mercato San Severino); Nono Solo Danza di Giusy De Crescenzo (Battipaglia); Obiettivo Danza di Stefano Angelini (Cava dei Tirreni); Passi di Danza di Mariangela Pisano (Solofra); Professional Ballet di Pina Testa (Salerno); Professional Ballet di Fortuna Capasso (Salerno); Sporting Center di Cinzia Palumbo (Ponetcagnano); Tempo Shaolin Dance di di Stefania Fuschini (Baronissi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi