Il Barbiere di Siviglia, l’omaggio di Monica Casadei a Rossini nel 150° della morte

Riproponiamo questa notizia, poiché siamo stati informati che sabato 3 marzo, poche ore prima del debutto al Teatro Rossini di Pesaro, la rubrica di spettacolo e attualità di Rai5 SAVE THE DATE dedicherà uno speciale al Barbiere di Siviglia della compagnia Artemis Danza / Monica Casadei. Il servizio andrà in onda alle 15:30 e nelle successive repliche, e sarà visibile in streaming dal sito di Raiplay a partire dal 4 marzo.

Largo al Factotum!
 Il Barbiere di Siviglia – Balletto d’azione
L’ultima creazione di Monica Casadei in anteprima assoluta al Teatro Rossini di Pesaro
Debutta il 3 marzo 2018 la nuova creazione di Artemis per i 150 anni dalla morte di Rossini

In occasione dei centocinquant’anni dalla morte di Gioacchino Rossini, Monica Casadei con la compagnia Artemis Danza si prepara ad affrontare uno dei titoli più celebri del maestro pesarese, “Il Barbiere di Siviglia”, con un’interpretazione coreografica per quattordici danzatori. Il debutto avverrà proprio a Pesaro, terra natale del compositore, nello storico Teatro Rossini all’interno della Settimana rossiniana e in collaborazione con AMAT – Associazione Marchigiana Attività Teatrali e Comune di Pesaro.

Come di consueto, la produzione ha coinvolto tutta la fucina creativa di Artemis, composta non solo da danzatori e coreografa, ma anche dagli artisti visivi, dai compositori e dai musicisti che hanno dato forma a un progetto articolato e ambizioso: portare Figaro nel tempo presente, gettando il protagonista della trama rossiniana in una sfida multitasking e infinita, che gioca sulla molteplicità e sulla competizione. Nella lettura di Monica Casadei Figaro è il prototipo dell’uomo di successo nel mondo di oggi, emblema di chi riesce a soddisfare con efficacia, vivacità e savoir faire le aspettative di una società che impone ogni giorno di raggiungere i propri obiettivi ottimizzando tempi ed energie.

Ecco quindi una performance d’azione, nella quale Figaro si moltiplica indossando gli abiti sartoriali, sapientemente disegnati dalla designer Daniela Usai, danzando su musiche originali e rielaborazioni del compositore Luca Vianini che fonde Rossini al sound elettronico.  L’atmosfera è sospesa tra un passato-ombra e un presente lampeggiante e frenetico, mentre l’immagine irraggiungibile di un uomo perfetto appare e scompare sotto gli occhi del pubblico a partire dall’intervento live del pittore pesarese Giuliano Del Sorbo.

Sul piano coreografico, il personaggio di Figaro si moltiplica nei corpi dell’intera compagnia, dove, senza distinzioni di gender, gli interpreti agiscono con la determinazione, l’energia e il rigore di una squadra speciale: tonici, grintosi e iper-concentrati, la loro danza manipola il tempo e lo spazio senza tregua, tesse e scioglie in continuazione una rete infinita di cambi di direzioni, incroci di traiettorie e intarsi di movimenti.

La produzione ha coinvolto come di consueto realtà artistiche e culturali del territorio pesarese e limitrofo, a partire dai giovani delle scuole di danza della città che, dopo lo stage con Monica Casadei, saranno in scena insieme alla Compagnia. Inoltre i costumi storici sono il frutto di una collaborazione con il Rossini Opera Festival e con il Teatro Comunale di Bologna, mentre i gli abiti sartoriali sono stati realizzati con A.N.G.E.L.O Vintage Palace (Lugo di Romagna), polo di riferimento del vintage in Italia.

Una produzione complessa dunque, che ha visto la coproduzione dell’Italian Festival in Thailand di Bangkok, del Festival Orizzonti di Chiusi e di Armonie d’Arte Festival di Borgia. Dopo la data pesarese il “Barbiere di Siviglia” di Monica Casadei sarà presentato il 31 marzo 2018 a Bangkok, per poi iniziare una tournèe italiana e internazionale.

Scheda artistica

Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei
Il Barbiere di Siviglia
Balletto d’azione

Coreografia, scene, luci Monica Casadei
Musiche Gioacchino Rossini
Musiche originali / elaborazioni musicali Luca Vianini
Costumi Daniela Usai
Con la partecipazione di Giuliano del Sorbo

Fucina Artemis
Assistenti al coreografo Teresa Morisano, Davide Tagliavini
Assistenti ripetitori Antonio Bissiri, Vittorio Colella, Roberto Lori
1ideo e web content  Roberta De Rosa

Produzione Compagnia Artemis Danza in collaborazione con AMAT e Comune di Pesaro
Coproduzione Italian Festival in Bangkok, Festival Orizzonti, Armonie d’Arte Festival

in collaborazione con Rossini Opera Festival
Teatro Comunale di Bologna
Si ringrazia A.N.G.E.L.O. Vintage Palace

Con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia Romagna-Assessorato alla Cultura

In occasione dei centocinquant’anni dalla morte di Gioacchino Rossini, Monica Casadei con la Compagnia Artemis Danza affronta uno dei titoli più celebri del maestro pesarese, “Il Barbiere di Siviglia”, con un’interpretazione coreografica per quattordici danzatori che debutterà a Pesaro, nello storico Teatro Rossini.

Uno spettacolo che Monica Casadei ha immaginato come un avveniristico “balletto d’azione” e che coinvolge in una contaminazione di linguaggi tutto il corpo creativo di Artemis, che si arricchisce in questa occasione dell’intervento del pittore pesarese Giuliano Del Sorbo, dei costumi realizzati dalla performer e artista visiva Daniela Usai, delle musiche del compositore e arrangiatore Luca Vianini.

Ma chi è davvero Figaro? C’è qualcosa che si cela dietro la leggiadria e l’astuta bonarietà che sembra caratterizzarlo? Cosa ne sarebbe di lui, se vivesse oggi? Nella lettura di Monica Casadei Figaro è il prototipo dell’uomo di successo, l’emblema di chi riesce a soddisfare con efficacia, vivacità e savoir faire le aspettative di una società che impone ogni giorno di raggiungere i propri obiettivi ottimizzando tempi ed energie.

Sul piano coreografico, il personaggio di Figaro si moltiplica nei corpi dell’intera compagnia, dove, senza distinzioni di gender, gli interpreti agiscono con la determinazione, l’energia e il rigore di una squadra speciale: tonici, grintosi e iper-concentrati, la loro danza manipola il tempo e lo spazio senza tregua, tesse e scioglie in continuazione una rete infinita di cambi di direzioni, incroci di traiettorie e intarsi di movimenti. Quasi seguissero le rotte di affollatissime e rumorose highways i danzatori si districano con lucidità ed energia marziale, ingranaggi sapienti del folle meccanismo del vivere sociale.

Ne risulta una performance d’azione, caratterizzata da un’atmosfera sospesa tra un passato-ombra e un presente lampeggiante e frenetico: l’immagine irraggiungibile di un uomo perfetto appare e scompare sotto gli occhi del pubblico a partire dall’intervento live del pittore pesarese Giuliano Del Sorbo, per moltiplicarsi nei danzatori e nei loro virtuosismi tecnici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi