Spettacoli di ricerca per iniziare la rassegna di danza a Vicenza

image002

Inizia la rassegna di danza al Teatro Comunale di Vicenza, dedicata agli spettacoli di ricerca, focalizzati sulle nuove espressioni del teatro danza e della pluralità dei linguaggi espressivi. Sono due, al momento, gli appuntamenti previsti nell’ambito di danza al Ridotto; il primo, in programma per esigenze sceniche in Sala Grande, martedì 13 dicembre alle 20.45  è “Xebeche” una produzione E / Gruppo Nanou Ravenna Festival, (luogo del debutto, nel giugno scorso); è un progetto coreografico frutto di una residenza artistica, condiviso con altre due importanti realtà italiane, Olinda – ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini di Milano e Centrale Fies di Dro.

Si tratta di un lavoro sperimentale in cui “per la prima volta Nanou 1si confronta con la struttura coreografica dell’ottetto attraverso il procedimento rigoroso di una strategia creativa giocata sulla formalizzazione della figura e del recinto che la perimetra”, una performance in cui il dispositivo costruttivo è nell’apparire e nello scomparire delle traiettorie eseguite dai danzatori nello spazio – un perimetro che include otto danzatori, maschi e femmine che, a coppie o tutti insieme o singolarmente, irrompono nello spazio disegnato dai rettangoli bianchi e neri sul pavimento, accompagnati da ripetizione e crescendo del ritmo.

nanouxebeche_marcoparollo-001-1
Nanou, Xebeche, foto di Marco Parollo

Il secondo appuntamento della danza al Ridotto, in calendario venerdì 28 aprile alle 20.45 sarà invece “Odio” coreografia di Daniel Abreu, presentato dalla Fattoria Vittadini, gruppo versatile che ha elaborato un’idea di compagnia di danza innovativa; Fattoria Vittadini, nata dall’atelier di teatrodanza della Scuola Paolo Grassi, porterà in scena a Vicenza lo spettacolo definitivo, una co-produzione Torinodanza festival in collaborazione con Arteven, Fondazione Teatro Comunale di Vicenza e Amat, frutto della residenza artistica al Comunale di Vicenza di quest’estate, spettacolo presentato in anteprima a Torinodanza in ottobre. Nella performance la forza dell’odio viene esplorata in tutte le sue forme, da come nasce a come si evolve, dall’impulso, al gesto, fino alla danza, in un fluire di risposte fisiche ed emozionali.

“Xebeche” [csebece] – il titolo della performance in scena al Ridotto martedì 13 dicembre – è una citazione dal film del cineasta indipendente americano Jim Jarmusch, tratta dal suo “Dead Man” del 1995: Il mio nome è Xebeche “colui che parla ad alta voce senza dire nulla”. Preferisco essere chiamato Nessuno. Nel film il poeta visionario inglese William Blake è accompagnato nel suo percorso spirituale dall’amico indiano Nobody, che prepara il personaggio (interpretato da Johnny Depp) ad affrontare con una nuova coscienza l’inevitabilità della morte.

I riferimenti cinematografici sono spesso presenti nei lavori del Gruppo Nanou: qui, come nella pellicola di Jarmush tutto è in bianco e nero: dal tappeto di danza, una doppia elle, ai costumi in tinta: tutto il resto è pura composizione coreografica, priva di racconto, ma non di espressività o di pensiero, sostenuta dalla musica metallica, cupa, a tratti eccitata, e da luci assai calibrate. La coreografia di “Xebeche” è di Marco Valerio Amico e Rhuena Bracci, gli interpreti in scena sono Carolina Amoretti, Sissj Bassani, Marta Bellu, Rhuena Bracci, Enrica Linlaud, Marco Maretti, Rachele Montis, Davide Tagliavini; il suono è curato da Roberto Rettura, il light design da Fabio Sajiz.

Nella pièce i performer-autori si confrontano con la forma del recinto geometrico (la perfezione e/o la normalità irraggiungibili); la struttura coreografica dell’ottetto diventa così una continua mutazione che segue il passaggio del corpo e la trasformazione che questo dà al luogo, creando un infinito piano sequenza; si tratta senza dubbio di un lavoro originale che lascia vagare lo sguardo e la mente tra dettagli e insiemi, rigidità e mollezza.

Più ancora che nei lavori precedenti (al Comunale a Vicenza è passata nel 2013 la trilogia del “Progetto Motel) in “Xebeche” si gioca a isolare i corpi nel tempo e nello spazio con la tendenza a

creare ambienti attraverso luci e scenografie, per cogliere la pittoricità dell’azione, come quadri in movimento che si incalzano in continuazione.

Parlando di questo lavoro i coreografi, creatori e performer emiliani del Gruppo Nanou Marco Valerio Amico e Rhuena Bracci affermano: “Lo spazio coreografico è una campitura in cui il corpo è una traccia residua, un’impronta. Pure presenze, corpi tesi oltre la danza verso confini incerti, di ambienti, luci, oggetti, suoni, a formare labirinti intricati o quadri apparentemente tersi, segni essenziali per suonare allarmi sul nostro presente confuso, disperso, in cerca di visioni e smarrito nelle seduzioni delle immagini. E’ un lavoro sugli echi, sulle assonanze”.

Gruppo Nanou (che prende il suo nome da un brano, Nannou, del musicista britannico Aphex Twin, ma anche da un nomignolo dialettale “nanò” o “tesoro”) è nato a Ravenna nel 2004 come luogo di incontro di diversi linguaggi e sensibilità che caratterizzano la ricerca artistica di Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci e Roberto Rettura. In questo contesto corpo, suono e immagine trovano una sintesi nella coreografia, assunta come linguaggio che accomuna le diverse specializzazioni artistiche sulla scena: coreografia dell’immagine, coreografia del suono, coreografia del movimento.

Gli abbonamenti Danza al Ridotto, in vendita fino al 13 dicembre, costano 26 euro l’intero e 18 euro il ridotto over 65 e il ridotto under 30. I prezzi dei biglietti sono: 15 euro il biglietto intero e 10,60 euro il ridotto over 65 e under 30.

Biglietti e abbonamenti si possono acquistare alla biglietteria del Teatro, in Viale Mazzini, aperta dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.15, e un’ora prima degli spettacoli; online sul sito del teatro tcvi.it e anche – solo per i biglietti – in tutte le filiali della Banca Popolare di Vicenza e dalla App TCVI.

[In alto: Nanou, Xebeche, foto di Daniele Casadio]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi