Trittico di danze a Vicenza per “I Luoghi del Contemporaneo”

È composto da un trittico il prossimo spettacolo della rassegna Luoghi del Contemporaneo-Danza al Teatro Comunale di Vicenza: giovedì 21 aprile alle 20.45 negli spazi del Ridotto saranno in scena una produzione Aterballetto, la celebre formazione italiana di danza contemporanea diretta da Cristina Bozzolini, che presenterà due brani distinti, “Solo from Tempesta” di Cristina Rizzo, interpretato da Damiano Artale e “E-Ink” di Michele di Stefano, interpretato da Roberto Tedesco e Riccardo Occhilupo, un riallestimento 2015 a cura di Biagio Caravano e Michele Di Stefano, realizzato nell’ambito del progetto RIC.CI, Reconstruction Italian Contemporary Choreography Anni 80’/90′, ideazione di Marinella Guatterini. A seguire la performance Venus” di e con Nicola Galli, creazione coreografica frutto della residenza artistica del performer e autore al Teatro Comunale di Vicenza nella passata stagione

Venus
Venus

Il primo brano dei tre in scena, “Solo from Tempesta” coreografia di Cristina Rizzo (che firma anche i costumi), luci di Carlo Cerri, consulenza sonora e mixage di Spartaco Cortesi, protagonista Damiano Artale, è l’estratto di una composizione corale per 6 interpreti “Tempesta/The Spirits”, della durata di circa 10 minuti. Nel solo che sarà presentato al Comunale, così come nella creazione corale, il movimento diviene lo strumento per l’invenzione di un pensiero e il corpo diventa un oggetto del mondo capace di mettersi in relazione, mentre la coreografia è il ritmo capace di comporre delle diverse intensità. In scena un danzatore solitario, fermo, con movimenti di braccia, su una musica frenetica, rappresenta la duplicità dell’essere umano, poetica e carnale al contempo.
La creazione è stata presentata in prima assoluta nel maggio dello scorso anno al Théâtre de la Ville di Esch-sur-Alzette in Lussemburgo.

Il secondo brano è “E-Ink” (1999-2015) riscritto per Aterballetto da Michele Di Stefano, performer e coreografo, Leone d’Argento alla Biennale Danza di Venezia del 2014, primo lavoro della compagnia mk, da lui fondata nel 1999 con Biagio Caravano. Interpreti in scena nella nuova versione sono Roberto Tedesco e Riccardo Occhilupo, la coreografia è di Michele Di Stefano (che firma anche luci e costumi), la musica è di Paolo Sinigaglia; il riallestimento è avvenuto nell’ambito del progetto RIC.CI Reconstruction Italian Contemporary Choreography Anni 80’/90′, ideazione Marinella Guatterini. La prima rappresentazione ha avuto luogo a Firenze, alla Stazione Leopolda – Fabbrica Europa, nel maggio dello scorso anno.
Il lavoro, 12 minuti di danza per due interpreti rappresenta in modo ironico il contrasto tra precisione e spaesamento: i due interpreti, buffe figure vestite di bianco con una E stampata sullo loro magliette, sembrano usciti da un cartoon, alle prese con movimenti continui e ossessivi, scatti e molleggi, salti e rimbalzi, spesso imprevedibili. I due danzatori, che sostituiscono Michele Di Stefano e Biagio Caravano dell’edizione del 1999, sono immersi in una logica del movimento rigida, estranea ai loro corpi, finché questo linguaggio, apparentemente disarmonico, non riesce a sedimentarsi e a diventare loro. “Dal punto di vista coreografico abbiamo ottenuto un lavoro fedele all’originale, ma con una materia corporea completamente diversa” spiega il coreografo.

Terzo e ultimo brano del programma, “Venus” concept, regia e coreografia di Nicola Galli, costumi di Elena Massari, elementi scenici di Andrea Mosca, musica di John Cage, Steve Reich, Edgard Varèse, performance realizzata in collaborazione con L’arboreto – Teatro Dimora e Rete Anticorpi XL ha come interpreti Nicola Galli e Alessandra Fabbri. Anticorpi XL è il primo network indipendente italiano dedicato alla giovane danza d’autore che coinvolge attualmente 34 operatori di 15 Regioni e rappresenta un progetto di promozione partecipata della giovane danza d’autore che offre ai gruppi di giovane formazione un dialogo con gli operatori del settore.

Tempesta
Tempesta

La creazione “Venus”, 30 minuti di danza visionaria ed ermetica, è il secondo episodio della ricerca coreografica di Nicola Galli dedicata al sistema planetario; in scena due figure umane atterrate su Venere per rappresentare un alfabeto di gesti attraverso l’esecuzione di una serie di esercizi tipici del repertorio ballettistico e ginnico. Le due figure procedono tessendo un disegno sinuoso e curvilineo, alla ricerca di una possibile quiete. Un deflusso d’acqua spezza però l’apparente armonia, annientando la loro curiosità e innescando un ultimo impetuoso tentativo di difesa. Sconfitte, le due figure contemplano da lontano il pianeta Terra, maestoso e centrale nel panorama celeste, nel desiderio di farvi ritorno.

I tre brani in scena al Ridotto, giovedì 21 aprile alle 20.45, fanno parte della programmazione 2016 dei Luoghi del Contemporaneo-Danza e quindi sono inseriti nel Progetto Corpo a Corpo, innovativo Progetto di rete promosso e sostenuto dal Comune di Vicenza, Assessorato alla Crescita; un cartellone comune tra i 3 teatri della città che si occupano di danza e teatro-danza, ovvero il Teatro Comunale Città di Vicenza, il Centro di Produzione Teatrale La Piccionaia del Teatro Astra, e l’Associazione Culturale Theama Teatro del Teatro Spazio Bixio.
Alla sua prima edizione, Corpo a Corpo ha come obiettivo la condivisione dei linguaggi comuni della danza e del teatro fisico e la diffusione sempre più capillare di queste esperienze di spettacolo dal vivo. Gli spettacoli del cartellone, 11 in tutto, in scena fino a maggio, propongono un percorso articolato dei due generi, ben riassunto nel sottotitolo “Connessioni oltre il movimento”; gli abbonati dei tre teatri possono accedere in modo agevolato agli spettacoli con un biglietto ridotto.

La Stagione artistica del Teatro è promossa e sostenuta dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza in collaborazione con Arteven, responsabile della direzione artistica, con l’importante sostegno di Fiamm, Gruppo Mastrotto, Develon, Aim Energy e Colorcom, come partner; Inglesina, BMW Autogemelli, AFV Gruppo Beltrame, AC Hotel Vicenza, Burgo Group, Confartigianato Vicenza, Ares Line, ConGusto Vicenza, Telemar, Cantine Vitevis, Lions Club Vicenza Palladio, come sponsor; Il Giornale di Vicenza come media partner.

I biglietti per gli Spettacoli del Luoghi del Contemporaneo-Danza sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Comunale, viale Mazzini 39, (biglietteria@tcvi.it tel. 0444.324442), aperta dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.15 e un’ora prima degli spettacoli senza diritto di prevendita; possono essere acquistati anche online sul sito del Teatro www.tcvi.it e in tutti gli sportelli della Banca Popolare di Vicenza.
I biglietti costano: 15 euro l’intero, 10,60 euro il ridotto over 65 e il ridotto under 30. Costa 7 euro il biglietto per gli spettatori del Progetto Corpo, a Corpo, ovvero gli abbonati alle Stagioni del Teatro Astra o del Teatro Spazio Bixio: devono presentare l’abbonamento “al teatro di appartenenza” al momento dell’acquisto del biglietto in biglietteria.

[La foto in testa all’articolo è di Alberto Calcinai ed è stata scattata durante lo spettacolo E-Ink]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi