Il Quartetto per la fine del tempo del Nuovo Balletto di Toscana in prima assoluta al Regio di Parma

QUARTETTO PER LA FINE DEL TEMPO
DEL NUOVO BALLETTO DI TOSCANA
IN PRIMA ASSOLUTA A PARMADANZA 

Mario Bermúdez Gil firma la coreografia per dieci danzatori ispirata a Quatuor pour la fin du Temps di Oliver Messiaen, eseguito dal vivo da Daniel Roscia, Antonio Aiello, Leonardo Sapere, Antonio Siringo.
Lo spettacolo in prima assoluta
è una commissione del Teatro Regio di Parma
in occasione di Parma Capitale della Cultura 2021.

 Teatro Regio di Parma
sabato 28 maggio 2022, ore 20.30

Quartetto per la fine del tempo è la commissione del Teatro Regio di Parma in occasione di Parma Capitale Italiana della Cultura 2021 che giunge finalmente al debutto in prima assoluta sabato 28 maggio 2022, ore 20.30 al Teatro Regio di Parma, ultimo appuntamento di ParmaDanza 2021-2022.

Lo spettacolo del Nuovo Balletto di Toscana, con la direzione artistica di Cristina Bozzolini, vede i dieci danzatori della compagnia Matteo Capetola, Francesca Capurso, Carmine Catalano, Beatrice Ciattini, Matilde Di Ciolo, Veronica Galdo, Mattia Luparelli, Aisha Narciso, Aldo Nolli, Niccolò Poggini dare corpo alla coreografia di Mario Bermúdez Gil, che insieme ai costumi di Santi Rinciari e alle luci di Carlo Cerri, traduce in danza le tinte apocalittiche di Quatuor pour la fin du Temps di Oliver Messiaen, eseguito dal vivo da Daniel Roscia, clarinetto, Antonio Aiello violino, Leonardo Sapere, violoncello. Lo spettacolo sarà introdotto da Antonio Siringo al pianoforte, che eseguirà La valse di Maurice Ravel.

In sintonia con “La cultura batte il tempo”, tema ispiratore di Parma Capitale Italiana per la Cultura 2021, è proprio il tempo, nella sua concezione religiosa, filosofica e musicale, a costituire il filo conduttore di Quatuor pour la fin du Temps, composizione tra le più rappresentative del repertorio cameristico novecentesco, strutturata in otto movimenti, ciascuno ispirato a un testo specifico del Libro dell’Apocalisse. Le fonti letterarie e le circostanze legate alla genesi dell’opera, composta nel 1941 nel campo di concentramento di Görlitz, dove Oliver Messiaen restò prigioniero per un anno, e qui eseguita per la prima volta, sono alla base della coreografia, che trae origine da un approfondito lavoro di ricerca sul movimento e sulla fisicità dei dieci danzatori. “La circostanza della genesi di quest’opera desta una fortissima commozione – scrive il coreografo Mario Bermúdez Gil. “Ho cercato di mantenere una stretta connessione con la struttura originale della composizione e con le fonti bibliche che hanno ispirato Messiaen. Il mio intento è quello di tracciare il più possibile il parallelo tra l’ispirazione alla base della partitura musicale e la mia coreografia, che si nutre di un lavoro di ricerca con i danzatori del Balletto di Toscana su quella fisicità e quel dinamismo che rende riconoscibile il mio linguaggio. Spero che il potere dell’immaginazione e della creatività, insieme all’instancabile ricerca in studio possa fortificare e animare l’unicità e la potenza di questo capolavoro”.

Mario Bermúdez Gil

Mario Bermúdez Gil è coreografo e direttore artistico della Marcat Dance Company. Artista prolifico, che ha sviluppato un linguaggio che unisce dinamismo e impatto emotivo, ha realizzato lavori eseguiti dalla Compañía Nacional de Danza di Madrid, la National Dance Company of Wales, Flamenco Star Eva Yerbabuena, Hung Dance Taiwan, Nuovo Balletto di Toscana BDT, Scapino Ballet, Rotterdam. Dal 2012 al 2016 ha danzato per la Batsheva Dance Company (2012-2016) di Tel Aviv, dove ha preso parte ai lavori di Ohad Naharin, Sharon Eyal, Hofesh Shechter, Roy Assaf, e con la quale si è esibito in prestigiosi teatri quali Opera National de Paris, Brooklyn Academy of Music, Kennedy Center for the Performing Arts (Washington, D.C.). Dal 2010 al 2012 a New York ha danzato con la Gallim Dance Company di Andrea Miller e con la Compagnia Jennifer Muller/The Works. Dal 2008 al 2010 ha compiuto i suoi studi in Spagna, al Centro Andaluz de Danza in Sevilla. Ha ricevuto premi e riconoscimenti in numerose competizioni internazionali, quali: Premios MAX 2020, Premios PAD 2020, Escenarios de Sevilla 2019, Young Artist Award, Jaen, Andalusia (2018), Certamen Coreografico Distrito de Tetuan, Madrid (2017).

Nata nel 1970 come Collettivo Danza Contemporanea, la Compagnia Professionale Nuovo Balletto di Toscana, rappresenta una presenza significativa nella cronaca e nella storia della danza italiana. Sempre animata dall’impegno, dalle competenze e dalla passione della sua fondatrice e attuale direttrice artistica Cristina Bozzolini, sin dalla sua nascita si è dimostrata capace di conquistare le programmazioni sui palcoscenici di molti, prestigiosi teatri, fino a diventare una struttura produttiva di rigoroso impianto professionale, sostenuta dal MIBACT, dalla Regione Toscana e dal Comune di Firenze, con un organico artistico che conta tra i 12 e i 14 danzatori. La sua Scuola, insieme allo Junior Balletto di Toscana, rappresenta una realtà formativa di grande rilevanza, finalizzata a un costante perfezionamento e all’acquisizione di una piena idoneità tecnica ed artistica nei linguaggi sia della danza classica sia della danza contemporanea, in grado di proiettare i giovani danzatori nel mondo del lavoro nei più prestigiosi enti, e di formare una nuova generazione di coreografi. La Compagnia ha collaborato con autori di grande prestigio quali Christopher Bruce, Angelin Preljocaj, Nils Christe, Robert North, Evgheni Polyakov, Hans Van Manen, Stephan Toss, Cesc Gelabert, Micha Van Hoecke, rivolgendo sempre particolare attenzione ai giovani coreografi, quali Fabrizio Monteverde, Mauro Bigonzetti, Virgilio Sieni, Cristina Rizzo, Eugenio Scigliano, Arianna Benedetti, Davide Bombana, Nicola Galli, Diego Tortelli, Jiri Bubenicek, Michele Di Stefano. Dal 2017 è regolarmente invitata a prendere parte alle produzioni della stagione del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e collabora con numerosi teatri italiani.

BIGLIETTERIA DEL TEATRO REGIO DI PARMA
Biglietti da €8,00 a €40,00. Strada Giuseppe Garibaldi, 16/A 43121 Parma Tel. +39 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.it ORARI DI APERTURA dal martedì al sabato ore 11.00-13.00 e 17.00-19.00 e un’ora precedente lo spettacolo. In caso di spettacolo nei giorni di chiusura, da un’ora precedente lo spettacolo. Chiuso il lunedì, la domenica e i giorni festivi. Il pagamento presso la Biglietteria del Teatro Regio di Parma può essere effettuato con denaro contante in Euro, con assegno circolare non trasferibile intestato a Fondazione Teatro Regio di Parma, con PagoBancomat, con carte di credito Visa, Cartasi, Diners, Mastercard, American Express. I biglietti per tutti gli spettacoli sono disponibili anche su teatroregioparma.it. L’acquisto online non comporta alcuna commissione di servizio.

PARTNER E SPONSOR
La Stagione del Teatro Regio di Parma è realizzata grazie al contributo di Comune di Parma, Parma Capitale Italiana della Cultura 2021, Ministero della Cultura, Reggio Parma Festival, Regione Emilia-Romagna. Major partner Fondazione Cariparma. Main partners Chiesi, Crédit Agricole. Main sponsor Iren, Barilla. Sponsor Unione Parmense degli Industriali, Dallara, Opem. Sostenitori GHC Garofalo Health Care, Poliambulatori Dalla Rosa Prati, Glove ICT, CePIM, Oinoe, La Giovane, Sicim, Mutti, Parmalat, Colser, Parmacotto, Grasselli. Legal counselling Villa&Partners. Con il supporto di “Parma, io ci sto!”. Advisor AGFM. Hospitality Partner Novotel. Con il contributo di Ascom e Ascom Confcommercio Parma Fondazione, Camera di Commercio di Parma Fondazione Monte Parma. La Stagione Concertistica è realizzati da Società dei Concerti di Parma, con il sostegno di Chiesi, in collaborazione con Casa della Musica. ParmaDanza è realizzata in collaborazione con Arci Caos. Il Concorso Voci Verdiane è realizzato in collaborazione con Comune di Busseto, Verdi l’Italiano. Radio Ufficiale Radio Monte Carlo. Sostenitori tecnici Azzali editori, De Simoni, Milosped, MacroCoop, IgpDecaux, Cavalca, Graphital. Il Teatro Regio di Parma aderisce a Fedora, Opera Europa, Operavision, Emilia taste, nature, culture.

NuovO BallettO di ToscanA. Foto Roberto de Biasio
Teatro Regio di Parma
sabato 28 maggio 2022, ore 20.30

Durata 1 ora circa, senza intervallo

NuovO BallettO di ToscanA
QUARTETTO PER LA FINE DEL TEMPO
Balletto in un atto per 10 danzatori
Musiche di MAURICE RAVEL, OLIVER MESSIAEN
Coreografia di MARIO BERMÚDEZ GIL
Costumi SANTI RINCIARI
Luci CARLO CERRI

Maurice Ravel (1875-1937)
La valse. Mouvement de valse viénnoise, per pianoforte solo

Oliver Messiaen (1908 -1992)
Quatuor pour la fin du temps per clarinetto, violino, violoncello, pianoforte

Clarinetto DANIEL ROSCIA
Violino ANTONIO AIELLO
Violoncello LEONARDO SAPERE
Pianoforte ANTONIO SIRINGO

Danzatori
MATTEO CAPETOLA, FRANCESCA CAPURSO, CARMINE CATALANO, BEATRICE CIATTINI, MATILDE DI CIOLO, VERONICA GALDO, MATTIA LUPARELLI, AISHA NARCISO, ALDO NOLLI, NICCOLÒ POGGINI

NUOVO BALLETTO DI TOSCANA
Direttore artistico CRISTINA BOZZOLINI
Maître de ballet SABRINA VITANGELI
Responsabile di produzione CRISTIANO COLANGELO
Direttore tecnico e di scena SAVERIO CONA
Sarta di scena CHIARA FONTANELLA
Datori luci LUCA CITTADONI

Commissione del Teatro Regio di Parma in prima assoluta
in occasione di Parma Capitale Italiana della Cultura 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi