Danza e letteratura. A Bologna Simona Bertozzi e Angela Baraldi danzano (e cantano) Walt Whitman

Una rara poesia del celebre autore americano è alla base della performance in scena all’interno del Parco di Villa Spada, nell’ambito della preziosa rassegna curata dall’Associazione Culturale Danza Urbana.

angela-baraldi-e-simona-bertozzi-we-two-how-long-we-were-foold-foto-nexus-3«Mi interessa la natura del playground, dell’incontro, delle regole e delle certezze da aggirare per una tensione verso l’illimitato, lo sconfinato, il non finito, la vibrazione del momento»: la coreografa e danzatrice Simona Bertozzi introduce We two, how long we were fool’d, performance creata a partire da una rara poesia di Walt Whitman insieme alla cantante e attrice Angela Baraldi che, dopo il debutto avvenuto nel maggio scorso nell’ambito del progetto Circo Massimo diretto da Fabrizio Favale, sarà presentata mercoledì 12 luglio alle ore 19 all’interno del Parco di Villa Spada a Bologna.

We two, how long we were fool’d è parte della rassegna al femminile di danza e letteratura Un qualcosa in un giorno d’estate…, curata dall’Associazione Culturale Danza Urbana e inserita in Best – La cultura si fa spazio, il nuovo cartellone estivo del Comune di Bologna.

La performance è anche la prima delle azioni della Compagnia Simona Bertozzi | Nexus per wonder(L)and, progetto di ricerca e contenitore di pratiche che la coreografa ha esteso a tutto il 2017 che ha come denominatore comune la tensione e il mistero dell’incontro e come orientamento tematico la sorpresa e il perturbante.

angela-baraldi-e-simona-bertozzi-we-two-how-long-we-were-foold-foto-nexusAggiunge Simona Bertozzi: «L’incontro in questa prima azione è con Angela Baraldi. La meraviglia e lo sbilanciamento ci giungono dai versi di Walt Whitman, così potenti da dispiegare, all’incontro tra gesto e voce, un territorio cosmico e primordiale, lisergico e animale. In questa alternanza, Angela e io abbiamo cercato di declinare il nostro dialogo. Conoscendoci in corso d’opera, producendo didascalie e sottotitoli per declinare le traiettorie delle azioni e delle visioni: roots, bark, rocks, smut, four-footed, minerals, orbis, stellar, …».

L’ingresso del Parco di Villa Spada si trova all’angolo tra via di Casaglia e via Saragozza a Bologna.

Info sulla Compagnia Simona Bertozzi | Nexus: http://www.simonabertozzi.it/.

[Tutte le immagini di questo post raffigurano Simona Bertozzi e Angela Baraldi]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi