Carla Fracci “snobba” la Scala in favore del San Carlo

Rosanna-Purchia-
Rosanna Purchia, Sovrintendente del Teatro San Carlo di Napoli

Invitata alla prima di Giselle alla Scala che sarà il 4 ottobre prossimo e che vede protagonisti Roberto Bolle in coppia con Svetlana Zakharova, Carla Fracci rinuncia e non è un vezzo. All’étoile per eccellenza infatti non è andato molto a genio che il teatro in cui si è formata ed in cui si è affermata la sua straordinaria carriera, si sia limitato ad un invito alla prima della stagione, piuttosto che a dedicarla una serata in suo onore come invece ha fatto il San Carlo di Napoli.

Il nuovo direttore del Teatro napoletano, Giuseppe Picone, assieme alla Sovrintendente Rosanna Purchia sono stati ben attenti al rendere omaggio all’ottantesimo compleanno della Fracci e proprio a lei sarà dedicata l’apertura della stagione del balletto con un Gran Gala il 26 e 27 ottobre in cui sarà ripercorsa la carriera della grande danzatrice e che la vedrà ancora protagonista accanto ad ospiti di eccezione.

Carla-Fracci-2-1
Carla Fracci

Non potrò andare perché sono già occupata – afferma la Fracci al Corriere.it [Valeria Crippa, Fracci diserta la «sua» festa. «Io in platea non mi siedo»] – e mi scuso con i colleghi Bolle e Zakharova che ammiro e considero amici. Invece di essere contattata dall’ufficio stampa per sedermi in platea avrei desiderato che la sovrintendenza mi coinvolgesse in una serata speciale. Mi sarebbe piaciuto un gala che ripercorresse, come un abbraccio affettuoso, la mia carriera: in questo teatro — conclude — sono cresciuta dagli anni della scuola. I tempi sono cambiati. Milano è cambiata. Peccato“.

Nei prossimi giorni la Fracci arriverà a Napoli per le prove dello spettacolo che debutterà appunto il 26. «Il San Carlo ha organizzato con ordine le celebrazioni coinvolgendoci e concordando con gli artisti le date e i tempi – ha affermato il marito Beppe Menegatti – ed attualmente quelle del 26 e del 27 sono le uniche due date ufficiali».

picone in prova con Luisa Leluzzi_n
Giuseppe Picone prova con Luisa Leluzzi

Grande merito va riconosciuto al programma proposto dal teatro lirico napoletano che prevede il doppio appuntamento, intitolato “Gala Carla Fracci – La Musa della Danza. Auguri Carla!”. Giuseppe Picone con la sua straordinaria sensibilità non ha certo dimenticato quanto Carla Fracci e suo marito hanno fatto per lui. Sono stati proprio loro infatti a scoprire il talento del nuovo direttore quando da bambino e allievo della Scuola del San Carlo fu scelto per la parte del giovane Nijinsky nel balletto omonimo che aveva appunto la regia di Beppe Menegatti .

Francesca Camponero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi