La magia di Orizzonti Verticali, immagini dal festival di San Gimignano

La magia di Orizzonti Verticali
Venerdì 28 agosto 2020- ore 17,30 – P.zza Duomo San Gimignano

Bianchisentieri (foto di Francesco Spagnuolo)

Il sole è ancora alto sulla bellissima San Gimignano, i turisti in giro sono tanti con gli occhi rivolti verso la facciata del Duomo. Macchine fotografiche al collo o semplicemente i telefonini pronti a scattare tutto il bello che si vede. Patrizia de Bari è lì sul palco in centro alla piazza, vestita di bianco. Bella radiosa, è chiaro che è felice di essere lì al centro dell’attenzione, in quella che è la sua città da 25 anni. La osservo, mi ricorda Pina Bausch, in Cafè Muller, anche se Pina non sorrideva spesso… I turisti curiosi si avvicinano, un po’ timorosi. Hanno staccato le pagine del loro libro preferito per attaccarle sul palco, come prevede la performance “Sentieri di carta” a cura di Giardino Chiuso. Nel frattempo la voce di Vittorio Gassman in Amleto si diffonde pastosa nella piazza, tra i turisti distratti e quelli che lo sono meno. Ma tutto è bello, tutto è gioia, tutto è vita in questa atmosfera da festival.

Omaggio a Carlo Quartucci (foto di Francesco Spagnuolo)

Alle 19 ci sisposta dietro il duomo, in P.zza Pecori. È in programma la presentazione del libro “Stravedere la scena. Carlo Quartucci. Il viaggio  nei primi venti anni 1959-1979” di Donatella Orecchia. L’autrice è un’appassionata ventinovenne che ci racconta il teatro di chi non ha conosciuto, ma che sente così vicino, il maestro Quartucci. E mentre i corvi fanno sentire le loro voci sulle nostre teste e intorno alla grande torre, Carla Tatò recita in quel suo modo rude che ricorda la danza di Mary Wigman incantando i presenti. Forse non tutti fra il pubblico sono in grado di capire e conoscere gli argomenti e gli artisti di cui si parla al tavolo della presidenza, ma poco importa, c’è magia e quella si sente si percepisce. Una magia esaltata anche dalle note del sax di Luigi Cinque.

Sergio Basile, Il Dottor Semmelweis (foto di Francesco Spagnuolo)

E dopo Quartucci ci si addentra in un’altra piazza, quella delle Erbe, sovrastata dalle due torri simbolo della città, le due grandi meraviglie di San Gimignano. È Sergio Basile a parlarci di febbre puerperale. Si tratta de “Il dottor Semmelweis”, un testo che racconta la vicenda del medico ungherese che aveva scoperto come le infezioni arrivino dalla mancanza di igiene.”Deodorare le mani” era il segreto per non far morire le puerpere. Per Semmelweis il cloruro di calcio era indispensabile per gli studenti che volevano mettere le mani sulle donne incinte. Le mani per semplice contatto possono portare alla morte. Una scoperta che ci riporta ai giorni di oggi, al covid 19 che non ci lascia ancora e dal quale ci si protegge esclusivamente proprio con l’igiene. La scoperta di Semmelweis era esatta, ma purtroppo nessuno dei suoi colleghi ne comprese l’importanza a quei tempi.

E in ultimo arriva la danza ad opera di due componenti di Opus Ballet, la compagnia di Firenze diretta da Rosanna Broccanello. Lorenzo di Rocco e Jennifer Lavinia Rosati aspettano il pubblico alla Rocca di Montestaffoli per il loro ”Entanglement_Studio2”. Oramai si è fatto buio e l’aria è fresca. Bisogna avere sulle spalle qualcosa per stare bene.

Due corpi seminudi illuminati da faretti blu. Agli impulsi della musica elettronica di Zack Hemsey sembra ricevano una scossa elettrica. Si cercano, si uniscono. Il movimento è fluido finchè non arriva la scossa, allora si stoppano, come in un fermo immagine. Cambia la musica, ora è più dolce. Tutto diviene come un amplesso. Contact, molto contact. Poi tutto cambia di nuovo, torna la luce blu dell’inizio, una luce fredda. I corpi si distanziano, forse non si comprendono più. Distanza. Forse solitudine.

Francesca Camponero

[In alto Entanglement_studio2 (foto di Francesco Spagnuolo)]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi