Il corona virus non riesce a bloccare i concorsi di danza

In questo momento in cui non è possibile fare attività nelle palestre e nei teatri c’è chi si è inventato qualcosa per non porre termini ai concorsi di danza. “Uniti con la danza. Uniti per la vita” è il concorso interamente online ideato da Alessandro Rende, ballerino del Teatro dell’Opera di Roma, che evidentemente non riesce a pensare alla possibilità che si possa sopravvivere anche senza concorsi di danza (il che sarebbe solo un bene…).

Alessandro Rende

Il ballerino spiega così questa sua bizzarra iniziativa: “Pur consapevoli della necessità per la danza di vivere sul palcoscenico e di fronte ad un pubblico, siamo tuttavia ugualmente convinti che i valori di quest’arte possano volare oltre ogni barriera, unendoci idealmente oltre i muri delle nostre case e i confini delle nostre città. Per un giorno, le abitazioni di noi tutti, coreografi, insegnanti, ballerini, spettatori, giurati, potranno trasformarsi in un teatro. Il nostro teatro che tanto ci manca, con le sue luci, suoni e profumi. Proviamo anche noi, in questo difficile momento per tutto il paese, a dare un piccolo contributo”.

Il concorso di danza si svolgerà interamente online, mercoledì 1 aprile 2020 (a partire dalle ore 10.00) su LaSt TV, web TV italiana dedicata al mondo della danza. Il concorso è aperto a scuole di danza e allievi, suddivisi in tre livelli secondo l’età, Under (10-13 anni), Juniores (14-16), Seniores (17-23), e nelle sezioni gruppi, duo e solisti. Le categorie stabilite sono Classico/Neoclassico e Contemporaneo/Moderno. Per iscriversi è richiesto l’invio del video (già in possesso del candidato, registrato dunque negli scorsi mesi precedenti all’emergenza) di una o più esibizioni con cui si intende partecipare alla competizione online del 1° aprile, insieme al versamento della quota di iscrizione (da 5 ad un massimo di 15 euro, a seconda della sezione scelta).

L’organizzazione, per fortuna, si impegna a consegnare l’intero ricavato all’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, impegnato nell’emergenza COVID-19. (LIVE)

Ma l’idea di Alessandro Rende non è l’unica, quattro giorni fa su Facebook viene pubblicato questo: “il lavoro di coreografi e giovani ballerini non si ferma… registra un video e partecipa al DANCE VIDEO CONTEST spring edition, facciamo tutto quello che avremmo fatto di solito… ma sul WEB. Metti in mostra il tuo talento, danza sempre e comunque… per te il contest di danza tutto gratuito per condividere la nostra passione, la DANZA. In palio importanti opportunità di studio… borse di studio al 100% e al 50%”.

Noi personalmente pensiamo che queste iniziative abbiano dell’inverosimile. Come fanno i giurati a giudicare dai video? di solito il giudizio dal video viene fatto come preselezione prima dell’esibizione dal vivo… ma evidentemente anche nel periodo corona virus vale la regola Show must go on.

Francesca Camponero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi