Salta il debutto di Madina di Mauro Bigonzetti con Bolle protagonista

Doveva debuttare il 22 marzo con repliche il 24 dello stesso mese e l’ 1, 2, 9 (2 rappr.), 16 aprile 2020, ma il corona virus ha fatto saltare anche questo spettacolo. Stiamo parlando di MADINA con libretto di Emmanuelle de Villepin, tratto dal proprio romanzo La ragazza che non voleva morire, con la coreografia di Mauro Bigonzetti su musiche di Fabio Vacchi.

Come sappiamo tutti il teatro alla Scala è attualmente chiuso al pubblico, le prove sono state sospese. Il debutto era in forse fino a qualche giorno fa, ma ora la notizia è certa: è stato annullato.

Da giorni si stava montando uno spettacolo nell’incertezza più totale, con le notizie che incalzavano e si smentivano in tempo reale. La preoccupazione oramai nei lavoratori del mondo dello spettacolo è tanta perchè al momento non si vede via d’uscita. Situazione gravissima, che incalza tutti i giorni di più, per quanto gli artisti siano per loro formazione sempre abituati a fronteggiare gli imprevisti.

Ma Bolle, come sempre, manda messaggi positivi sul Venerdì di La Repubblica: «Sconfiggere la paura, preparare il futuro e consolidare il passato e il presente sono le meravigliose missioni dell’arte e dello spettacolo».

Roberto Bolle

Attendendo la nuova data del debutto, Informadanza intanto presenta comunque lo spettacolo.

Madina è una creazione musicale e coreografica, un progetto nuovo nell’approccio, nelle tematiche attuali ma universali, raramente declinate in balletto. La giovane Madina, kamikaze non per scelta, sceglie di non uccidere, non vuole morire. Un atto che scuote dal torpore, innesca reazioni, sentimenti contrastanti, speranza di cambiamento.

Pulsioni ancestrali, luoghi simbolici, dinamiche perverse di una violenza che stritola se stessa, in cui il bene e il male si contrappongono ma continuano a mescolarsi: un lavoro di Danza e di Teatro, dove coesistono parola, canto, musica e corpo per una sintesi delle forme tradizionali e contemporanee dei tanti generi del teatro musicale, che cancella i confini fra queste diverse espressioni.

Con Bolle il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala diretto da Frédéric Olivieri; Orchestra del Teatro alla Scala; Voce recitante Fabrizio Falco; Mezzosoprano Anna-Doris Capitelli; Tenore Chuan Wang. Lo spettacolo è una nuova produzione Teatro alla Scala, Commissione del Teatro alla Scala e SIAE ed è una Prima rappresentazione assoluta.

Francesca Camponero

[Nella foto in alto: Mauro Bigonzetti]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi