La diciassettesima edizione del Premio Napoli Danza in scena a Monte di Procida

I Campi Flegrei nascondono in sé l’ardente fuoco degli inferi e dell’area super-vulcanica che li accoglie. Lo stesso fuoco che Tersicore cova dentro ospitando per la prima volta il “Premio Napoli Danza”, diretto per sedici edizioni da Antonio Salernitano, già solista del Teatro di San Carlo accanto a Carla Fracci e Luciana Savignano su tutte, e da quest’anno con il volto nuovo di Antonio Colandrea, pupillo al MaggioDanza di Evgenij Polyakov e Karole Armitage. Nomi e cognomi appannaggio della XVII edizione del “Premio Napoli Danza”, in scena a Monte di Procida da mercoledì 17 a venerdì 19 luglio sul mare dell’Acquamorta, a due passi dalle onde e dalle stelle.

Antonio Colandrea

Un festival sotto l’egida dell’AICS diretta da Alessandro Papaccio, il coordinamento di Nicoletta Salernitano e la co-direzione artistica impegnata a celebrare il Teatro di San Carlo per un immaginifico gemellaggio artistico, culturale ed emozionale come lo stesso Antonio Salernitano ha precisato in conferenza stampa: proprio per i trascorsi miei e del mio collega ed amico Antonio Colandrea, torniamo idealmente al San Carlo tra le quattro mura di cielo e mare di Monte di Procida. È in questa cornice che vedremo in scena Anna Chiara Amirante ed Alessandro Staiano nel pas de deux di “Apollon musagète” del mio collega Colandrea sulle musiche di Igor Stravinskij, creato nel 2008 per gli interpreti Letizia Giuliani ed Umberto De Luca della compagnia MaggioDanza; Claudia D’Antonio e Salvatore Manzo nel pas de deux “Accademico ma non troppo”, coreografato ancora da Colandrea sulle musiche di Amalia Rodriguez; Luisa Ieluzzi con la variazione del cigno bianco tratta da “Il lago dei cigni” di Ricardo Nunez, ripreso da Patrizia Manieri, e con l’assolo “Assioma” sempre di Colandrea. Si esibiranno anche i fratelli Francesco Scotto di Perta (Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo) ed Eleonora (Scuola di Danza del Teatro dell’Opera di Roma) nella coreografia “Con…cor…danze” del loro primo maestro Colandrea sulle musiche di Fryderyk Chopin. In programma anche una variazione tratta dal repertorio classico per Ciro Lieto, nato artisticamente con me prima di approdare proprio alla Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo.

Massimiliano Craus

Un omaggio in scena a cui si aggiunge quello delle premiazioni e delle celebrazioni. Tutte arricchite da un cammeo in plexiglas disegnato e realizzato da Antonio Colandrea, raffigurante una Tersicore sul mare di Monte di Procida. Ed è proprio Colandrea a snocciolare nomi e cognomi degli illustri ospiti: comincerei a ringraziare ufficialmente le istituzioni private Baya Club, La Playa, Un altro Caffè, Ciro Moris, Vibian, Villa Oteri, De Pasquale e la stilista Tiziana di Meo.Tutti impegnati ad assegnare il premio alla Carriera a Giuseppe Picone (foto in alto) con anche i premi alle Eccellenze della danza riservati ad Alessandro Staiano, Anna Chiara Amirante, Claudia D’Antonio, Salvatore Manzo e Luisa Ieluzzi (interpreti del Teatro di San Carlo) ed Alessandra Amato (Teatro dell’Opera di Roma ma diplomata alla Scuola di Ballo sancarliana). I  premi al Merito dedicati alla professoressa Mariella Ermini (Accademia Nazionale di Danza), Alessandra Capozzi (Teatro dell’Opera di Roma) e Stephane Fournial (direttore della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo). I premi ai Talenti emergenti sono invece destinati ai fratelli Francesco ed Eleonora Scotto di Perta e Ciro Lieto. I premi Estetica per l’arte sono stati pensati ad hoc per il dottor Rosario Porzio e Ciro Moris. Il premio alla Cultura di danza è invece stato assegnato al prof Massimiliano Craus (Teatro dell’Opera di Roma e Corriere della Sera).

La direzione artistica

Senza tuttavia dimenticare uno sguardo al futuro, a quello destinato alle giovani di belle speranze. Tutti a giocarsi le chance di danzare sul palco stellato dell’Acquamorta di Monte di Procida accanto ai professionisti che amano e che spesso ammirano in platea. A cedergli il pass per la serata di gala saranno il presidente di commissione Giuseppe Picone accompagnato da Vito Bisceglie, Emma Cianchi, Stefania Landi, Alex Sardiello e Bruno Fusco che metterà in palio un approfondimento con il Maryland Ballet. La conduttrice Emanuela Vitale tuttavia suggerisce di scrivere all’indirizzo mail ufficiale della manifestazione napolidanzaicseventi@libero.it per info turistiche e artistiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi