Hatha yoga, pilates, discipline olistiche al servizio del benessere dei danzatori

Hatha yoga e Pilates, le discipline olistiche ed il benessere. Eccoli in breve i nuovi quattro elementi del benessere immaginati da Erika La Barbera, trainer napoletana alle prese con la salute nel mondo della danza. Un modo come un altro di approcciare a Tersicore dai suoi piedi e dal diaframma, ovvero le porte principali per la qualità del lavoro in sala e sul palcoscenico del mondo della danza. Un viaggio iniziato un decennio fa che ha portato Erika La Barbera a conseguire risultati strabilianti in ogni dove, con allievi dai tre agli ultraottantenni, proprio come consuetudine d’Oltralpe.

E così ecco che la danza e le discipline olistiche hanno finalmente trovato la loro strada comune, attraverso le conoscenze e le competenze acquisite in parallelo da Erika La Barbera che ci racconta com’è stato possibile: dopo un piccolo infortunio, tappa comune tra i danzatori, ti spediscono a studiare Pilates! Il primo pensiero è la noia ma poi, dopo averlo provato, il secondo pensiero è completamente opposto. Ci si sente dopo la prima lezione più forti ed allineati, più consapevoli ed attenti nei movimenti. La cosa che stupisce subito è l’imparare di nuovo a respirare. Il primo insegnamento che mi fu dato fu proprio sul respiro. Da danzatrice ho sempre respirato con le “spalle”. Un respiro alto, breve, adrenalinico. Nella sala durante la lezione di Pilaes, invece, si insegna a respirare come da neonati: lentamente, profondamente, a pieni polmoni, di pancia. Eh sì, perché il respiro diaframmatico é l’ideale sempre! E lungo il percorso ho incontrato anche l’hatha yoga. La meditazione e la pratica delle asana, oltre alla filosofia che c’é in questa meravigliosa disciplina, aiutano a poggiare i piedi per terra in un altro modo, concedendo la possibilità di elevare senza limiti la testa tra le nuvole. 

E così ecco che nei meandri della danza scopriamo un mondo tutto nuovo di approcciare ad essa, recuperando psicologicamente e fisicamente il tempo perso in decenni di sola tecnica sovente fine a se stessa. In questi termini si spiegano le numerose collaborazioni con teatri italiani, liberi professionisti del palcoscenico a tutto tondo e gente comune, quella forse lontana anni luce dalla danza ma che ha trovato gli stessi benefici. Con una serie di iniziative in lungo e largo per la Penisola a scoprire i monumenti delle città italiane poco conosciuti od addirittura abbandonati, accanto a Legambiente e ad uno stuolo di associazioni di guide turistiche.

Prima di ogni lezione – ci spiega Erika La Barbera – si assiste ad una passeggiata teatralizzata o semplicemente raccontata per far rivivere quei luoghi e poi con le lezioni si respira l’energia che ancora c’è in quei siti. Così come le lezioni accanto a Legambiente in boschi o nelle vicinanze di laghi, anche qui con l’obiettivo di una riqualificazione di luoghi naturali dimenticati o la valorizzazione di luoghi naturali non conosciuti. Si inizia con una passeggiata che termina con il raggiungimento del luogo scelto per la pratica dello hatha yoga, la meditazione e il training autogeno con l’aiuto dei suoni della natura. E così via con edifici storici non più visitabili, strutture termali di cui ad esempio Napoli e la sua provincia abbondano e parchi pubblici per una sempre più capillare aderenza al territorio, fidelizzando davvero in ogni dove i danzatori e la gente comune alla cultura olistica.

Con i professionisti della danza sempre più affascinati dalla giovane trainer e dai suoi novanta minuti della lezione tipo: si passa infatti da una rieducazione respiratoria per la preparazione od il recupero da una performance. Con il nucleo centrale legato alla rieducazione posturale dell’intero apparato muscolare con un occhio anche al moderno per l’appoggio plantare e per i professionisti. Infine la terza fase desinata al training autogeno per la migliore performance possibile! Esattamente come programmato per sabato 11 maggio a Casa Tolentino nella splendida cornice del monastero secentesco ai piedi della collina napoletana di San Martino. O con uno sguardo rivolto al mondo del lavoro attraverso la sua testimonianza del 18 maggio a Bagnoli, nel cuore dell’area flegrea della città, per educare i giovani a fare impresa partendo proprio dalla salute e dal benessere. Senza dimenticare la sua partecipazione al SEBS (Fiera della Danza e dello Sport) di Napoli per lezioni di Pilates per danzatori e Pilates rivolto a donne in gravidanza o nella delicata fase post-partum.

Erika La Barbera dunque trainer nell’animo e nelle professionalità altrui, come nelle corde di un profilo già ampiamente consolidato in questi anni. Tuttavia i contatti per essere aggiornati in tempo reale sugli eventi di questa stagione primaverile e fino all’estate 2019 sono il sito internet www.keirapilates.it, la pagina Facebook Keiraerikalabarbera, l’indirizzo di posta elettronica Erika98326@libero.it od anche il numero 3887976382.

Massimiliano Craus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi