Cédric Andrieux. Un’autobiografia danzata per un omaggio a Merce Cunningham

QUELLO CHE CI MUOVE
Stagione 2018/2019

Sabato 9 marzo dalle ore 20
CÉDRIC ANDRIEUX
Un’autobiografia danzata, per una serata-omaggio a Merce Cunningham

concezione e regia: Jérôme Bel
realizzazione e interpretazione: Cédric Andrieux
estratti dalle coreografie di: Trisha Brown (Newark), Merce Cunningham (Biped, Suite for 5), Philippe Tréhet (Nuit Fragile), Jérôme Bel (The show must go on)
coach: Jeanne Steele (Merce Cunningham) e Lance Gries (Trisha Brown)
coproduzione: Théâtre de la Ville, Festival d’Automne, R.B. Jérôme Bel
con il supporto di: Centre National de la Danse, La Ménagerie de Verre,
Baryshnikov Arts Center

A 100 anni dalla nascita, il 2019 è all’insegna di Merce Cunningham, profondo innovatore del linguaggio coreografico e artista a 360 gradi: moltissimi gli eventi in tutto il mondo che celebrano questo anniversario e che culmineranno il 16 aprile – giorno esatto della nascita – nella Night of 100 Solos, tra Londra, New York e Los Angeles.
Tra gli eventi riconosciuti dal Merce Cunningham Trust per il “Centennial”, anche la data del 9 marzo alla Lavanderia a Vapore di Collegno, che ricorda Cunningham con l’interessante lavoro di Jérôme Bel, il solo Cédric Andrieux, interpretato dall’omonimo danzatore che per molti anni ha fatto parte della Merce Dance Company e del Ballet de l’Opéra de Lyon.
Sul palcoscenico, Andrieux getta uno sguardo sulla sua carriera, dagli anni della formazione fino alle tournée internazionali, raccontandosi con estrema sincerità, senza nascondere i propri sentimenti, le esitazioni, i momenti di difficoltà di fronte alla tecnica Cunningham, così dura. Lo spettacolo fa parte di una serie ideata da Jérôme Bel nel 2004 che lo ha visto collaborare con alcuni dei più grandi danzatori, tra cui Véronique Doisneau, Pichet Klunchun e Lutz Förster. Le loro esperienze, raccontate attraverso la parola e il corpo, mettono in evidenza soggettività e percorsi diversi, ribadendo il ruolo determinante dell’interprete nel processo creativo.
Sotto la regia di Bel, la voce monocorde di Cédric Andrieux, il suo corpo esposto allo sguardo, immobile o in movimento, che danza la sua vita, in questa messa in scena di se stesso, riempie il teatro di una presenza intensa in un muto legame tra la scena e la sala teatrale. Di Merce Cunningham si avverte l’aura in tutta lo spettacolo. Il solista Cédric Andrieux, in una perfetta articolazione tra gesto e linguaggio, racconta sé e il coreografo americano: trasmette la tenacia del maestro nel ricercare instancabilmente l’essenza del movimento e la libertà di interpretazione. Questa autobiografia danzata, oltre a funzionare come un compendio – storico, estetico, economico – della danza dei venti anni trascorsi, attraverso il prisma della soggettività, è anche un memorial.
Apre la serata alle ore 20 nel foyer la Scuola della Spettatore, con la giornalista e critica Elisa Guzzo Vaccarino che dialogherà con le insegnanti e danzatrici Claudia Serra e Giulia Zagrebelsky intorno alla poetica di Merce Cunningham.

Jérôme Bel, coreografo e regista francese, dopo gli studi al Centre National de Danse Contemporaine di Angers e varie esperienze come danzatore, realizza le sue prime creazioni, Nom donné par l’auteur (1994), Jérôme Bel (1995) e Shirtology (1997). Con The last performance (1998) cerca di definire un’ontologia della performance. Seguono il solo Glossolalie, scritto per lui dalla coreografa Myriam Gourfink, e lo spettacolo Xavier Le Roy (2000) firmato da Bel ma in realtà creato da Xavier Le Roy. The show must go on (2001) performance corale per 19 canzoni pop, dopo una tournée mondiale entra nel repertorio della Deutsches Schauspielhaus di Amburgo. Nel 2004 è invitato a produrre uno spettacolo per il balletto dell’Opéra di Parigi, Veronique Doisneau, che apre una nuova prospettiva di lavoro con la serie di produzioni che interrogano l’esperienza e il sapere degli interpreti: Véronique Doisneau (2004), Isabel Torres (2005), Pichet Klunchun and myself (2005), Lutz Förster (2009) e Cédric Andrieux (2009). Nel 2010 mette in scena Un spectateur, pièce interpretata da lui stesso. La ricerca sulla democratizzazione della danza prosegue con Disabled Theater (2012), un lavoro con gli attori professionisti handicappati mentali del Theater Hora, e Cour d’honneur (2013), che porta in scena 14 spettatori della cour d’honneur del Palazzo dei Papi di Avignone. Nel 2010 realizza 3Abschied, in collaborazione con Anne Teresa De Keersmaeker.
Tra le sue opere più recenti, vi sono Gala (2015), che coinvolge ballerini professionisti e non, e Tombe (2016), performance realizzata su invito dell’Opéra National de Paris. Jérôme Bel riceve nel 2005 il Bessie Award a New York per The show must go on, nel 2008 il Routes Princess Margriet Award for Cultural Diversity (European Cultural Foundation) per Pichet Klunchun and myself. Nel 2013, Disabled Theatre è selezionato per il Theatertreffen a Berlino e ha vinto il Swiss Dance Awards – Current Dance Works.

Durata 80 minuti | Spettacolo in francese con sopratitoli in italiano
Servizio gratuito di navetta A/R dalla fermata FERMI della Metropolitana.
Lo spettacolo rientra nell’abbonamento SCENA OVEST, cartellone condiviso per realizzare un Teatro Multidisciplinare diffuso nell’area metropolitana torinese.

Biglietteria
Intero € 12,00 – Ridotto € 9,00
Informazioni 011/4322902 – biglietteria@piemontedalvivo.it
Online: vivaticket.it

La Lavanderia a Vapore di Collegno è la casa della danza in Piemonte e nuovo membro di EDN – European Dancehouse Network, prestigiosa rete europea delle Case della Danza.
Un luogo che ha fatto della ricerca e della cultura della danza il proprio centro d’azione, con relazioni che partono dal territorio e arrivano all’internazionale. Uno spazio dove il dialogo tra il passato e il presente è vivo e manifesto, in una tensione continua verso la creazione contemporanea e la sperimentazione.
QUELLO CHE CI MUOVE è il titolo delle attività 2018 2019 (ispirato al libro Quello che ci muove. Una storia di Pina Bausch di Beatrice Masini, edito da Rueballu), un omaggio che la Lavanderia vuole rivolgere alla grande danzatrice e coreografa del 900 in vista dell’imminente decennale della sua morte. Ma non solo. Quello che ci muove è l’ispirazione che guida tutte le attività della Lavanderia, dove a tutti è data la possibilità di esplorare i temi della creazione contemporanea, della danza e del benessere.
Spettacoli, residenze artistiche, progetti partecipati e formazione – programmati da Piemonte dal Vivo in collaborazione con diversi soggetti – animano i tanti spazi di quella che era la lavanderia del più grande ospedale psichiatrico d’Italia. A 40 anni dalla promulgazione della Legge Basaglia, la Lavanderia a Vapore è un Centro di Residenza, dedicato alla danza e alla creazione contemporanea, unico caso in Piemonte. Un importante riconoscimento stabilito dal Mibac per differenziare quei luoghi in cui l’attività di residenza artistica è il focus del progetto, portata avanti con continuità e con relazioni nazionali e internazionali.
Piemonte dal Vivo, nella gestione della Lavanderia, è il capofila di un Raggruppamento Temporaneo di Organismi (RTO), che coinvolge nella governance i principali soggetti territoriali di promozione della danza. Per il triennio 2018 – 2020, partecipano alla RTO l’Associazione Culturale Mosaico Danza, l’Associazione Culturale Zerogrammi, l’Associazione Coorpi e l’Associazione Didee Arti e Comunicazioni. Il progetto è realizzato con la collaborazione di MiBAC, Regione Piemonte, Città di Collegno e con il sostegno della Compagnia di San Paolo. 

PIEMONTEDALVIVO.IT

[Nella foto in alto: Jérôme Bel]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi