Studentessa della Princess Grace Academy  vince il Prix ​​de Lausanne 2019

Si chiama Mackenzie Brown, ha 16 anni ed è una studentessa alla Princess Grace Academy. A lei è andata la medaglia d’ora di uno dei concorsi più prestigiosi di danza a livello internazionale, il Prix de Lausanne, aperto a giovani ballerini dai 15 ai 18 anni che non sono ancora professionisti.

Il Prix de Lausanne venne fondato nel 1973 dallo svizzero Phillippe Braunschweig e da sua moglie Elvire. I Braunschweig crearono questa competizione dopo aver notato la mancanza di sostegno finanziario ai giovani danzatori, in particolare quelli provenienti da piccole scuola di danza, e che avrebbero voluto raggiungere un livello professionale.

Iniziarono avvicinando Rosella Hightower e Maurice Béjart, che stabilirono le regole di questo concorso. Iniziato come un piccolo evento è ormai diventato un’istituzione internazionale che addestra i candidati provenienti da tutto il mondo. Negli ultimi anni, avendo riscontrato un grande successo con i candidati asiatici, il Prix de Lausanne ha deciso di aprire anche un ufficio in Giappone.

La missione del Concorso è quella di scoprire i talenti di domani , offrendo loro borse di studio per accedere alle più grandi scuole e compagnie professionali di fama internazionale. Il Concorso di questa edizione ha avuto luogo dal 3 al 10 febbraio scorsi.

La giovane ballerina americana ha conquistato il primo premio Primo Premio, l’Audience Award e il Contemporary Performance Award di questa prestigiosa competizione, che ha riconosciuto il suo talento e le sue spiccate potenzialità.

Durante le selezioni, Mackenzie ha interpretato la variazione classica tratta da Bayadère e un assolo, estratto dal balletto Abstract, pezzo creato nel 2018 da Jean-Christophe Maillot.

Michele Esposito nella sua performance al Prix de Lausanne del 2018

Questa è la seconda volta di fila che uno studente della Princess Grace Academy riceve la medaglia d’oro al prestigioso concorso Prix de Lausanne. Lo scorso anno era stato vinto da Michele Esposito, il ragazzo italiano anche lui allievo a Montecarlo.

Questa è un’ulteriore dimostrazione dell’ eccellenza della formazione rilasciata dalla Principessa Grace Academy e premia il lavoro di Luca Masala, il suo direttore artistico e tutto il suo staff di insegnanti. Un successo  che si va ad aggiungere al Balletto di Monte Carlo, diretto da Jean-Christophe Maillot che anche lui nel 1977 era stato finalista al Concorso  e che adesso ha sotto la sua responsabilità anche l’Accademia.

Francesca Camponero

[Nella foto in alto, Mackenzie Brown]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi