Lo Schiaccianoci in versione musical al Teatro dei Piccoli di Napoli

Il Natale sta per lasciare i bambini orfani delle feste e dell’immancabile clima di baldorie per il ritorno tra i banchi di tutti gli ordini e gradi. Con l’aggravante del gelo parzialmente addolcito dalla presenza qua e là dei fiocchi di neve di queste ultime ore.

Ed è proprio in questo contesto che il Natale si porta via tutto tranne la storia infinita ed amatissima de “Lo Schiaccianoci” di Piotr Ilich Ciaikovskij e Lev Ivanov, un balletto d’ispirazione e soggetto natalizio che ha vissuto una moltitudine di rivisitazioni qua e là per il mondo. Tra cui ci piace segnalare il musical in scena in questi giorni al Teatro dei Piccoli di Napoli fino all’ultima replica di domattina [sabato 5 gennaio 2019, NdR] alle 11, ovvero il family-show “Lo Schiaccianoci e i doni di Natale”, prodotto dal’ensemble di Annamaria Di Maio “Arabesque”, con i testi di Michele Casella e le musiche di Francesco Mattiello.

Lo spettacolo, che trae ispirazione dalle omonime fiabe di E.T.A. Hoffmann ed Alexandre Dumas ed, ovviamente, dal balletto di Ciaikovskij, è attualizzato ed adattato toccando tematiche quali la visione della diversità come ricchezza, il bullismo, il valore dell’infanzia, l’accoglienza, l’importanza della cordialità nei rapporti interpersonali. Clara e Fabrizio, bambini di oggi, si ritrovano a vivere un’avventura straordinaria: incontreranno la stravagante fata Zuccherina, arriveranno al castello dei giocattoli dimenticati, combatteranno contro il perfido Re dei Topi e, al termine del loro viaggio, impareranno ad apprezzare quello schiaccianoci che avevano giudicato così “diverso”.

Lo spettacolo, prodotto dalla ARB Dance Company – Associazione Arabesque diretta da Annamaria Di Maio, vuole essere anche un modo per esaltare il talento del territorio. In scena, con le coreografie di Martina Fasano, ci sono infatti i giovani artisti Francesca Russo, Giuseppe Dipasquale, Davide D’Angella, Davide Volpe, Lisa Casella, Luigi D’Aiello, Vivanna Ferraro, con la partecipazione straordinaria dell’attrice casertana Elena Starace nel ruolo di Clara, e del noto danzatore televisivo Sergio Cunto nel ruolo di un misterioso “danzastorie”.

Con questo spettacolo – dice Annamaria Di Maio – vogliamo non solo regalare alle famiglie una bellissima favola ma anche dare l’occasione a ragazzi del territorio di poter salire sul palco e lavorare in una produzione seria e fare un’esperienza artistica importante”.

Del resto la miscellanea di esperienze artistiche in scena è il valore aggiunto dell’intera operazione che ha condotto gli artisti ed il pubblico sotto lo stesso albero di Natale di Clara e Fabrizio, i due protagonisti della storia danzata, cantata e narrata tra le più famose al mondo. In quale città non è stato rappresentato almeno uno schiaccianoci in quest’ultimo mese? Non certamente a Napoli con quello sancarliano coreografato da Giuseppe Picone e con il musical voluto fortemente da Annamaria Di Maio che ha coinvolto in prima persona due artisti casertani: l’attrice Elena Starace ed il ballerino “danzastorie” Sergio Cunto.

Per l’attrice si tratta di un ritorno al teatro anche se per lei sarà un debutto nel musical. “Per me lavorare per i bambini è un privilegio – ha spiegato Elena Starace – poter essere portavoce di valori positivi, di sorrisi sui loro volti, di emozioni che resteranno dentro i loro cuori per molto, perché è così che accade quando si è bambini e si impara a conoscere il Teatro, non può che darmi un senso di grande gioia e dolcezza”.

In scena ci sarà anche Sergio Cunto, ballerino professionista con alle spalle diverse produzioni teatrali e televisive e con tournee in Italia e nel mondo. “Sono molto legato ad Annamaria Di Maio – ha rivelato – dove ho studiato ed ho iniziato ad ottenere i primi risultati. Dal 2014 ho ripreso a collaborare con lei come insegnante esterno. In questo contesto ho conosciuto Michele Casella ed ora c’è stata l’occasione di fare uno spettacolo insieme. Per me che sono casertano poter fare qualcosa nella nostra regione è bellissimo, soprattutto se penso che in sala ci saranno mia moglie e mio figlio che ha pochi mesi. Quello che andremo a presentare non è uno spettacolo solo per bambini ma adatto a tutti. È uno spettacolo emozionante e per il quale c’è tanto entusiasmo per cui vi invito tutti all’ultima replica di questo periodo domattina al Teatro dei Piccoli di Napoli alle 11”.

Massimiliano Craus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi