Cubita cartoline da Cuba alla Lavanderia a Vapore

LAVANDERIA A VAPORE
Venerdì 9 marzo, ore 21
STAGIONE del BALLETTO TEATRO DI TORINO

EKO DANCE INTERNATIONAL PROJECT di POMPEA SANTORO
“CUBITA” – cartoline da Cuba 

Accanto al lavoro ‘made in Lavanderia’ dedicato alle proprie produzioni,  il BTT porta avanti da sempre un interessante discorso di ospitalità, rivolto in particolare alle proposte di giovani e di gruppi emergenti italiani e stranieri.

Tra le giovani formazioni ospitate, è presente da anni quella dei danzatori dell’Eko Dance International Project, curati da Pompea Santoro, in uno spettacolo che ci parla della coreografia contemporanea nella Cuba di oggi:  “Cubita, cartoline da Cuba” un progetto di Elisa Guzzo Vaccarino.

Cubita non è solo l’acronimo di Cuba-Italia, ma è anche il nome del caffè più noto a Cuba, caffè che accoglierà gli spettatori all’arrivo in teatro, prima dello spettacolo.

La serata sarà una piccola festa all’insegna dell’universo transculturale caribeño: le performance, ad  alto tasso di danza, portano in scena una sensibilità tutta cubana sulle vicende della vita valendosi di alcuni dei più famosi ritmi e delle più note melodie dell’isola caraibica, musiche assolutamente doc, dal bolero, alla rumba al son.

Le coreografie sono firmate da Sandra Ramy Aparicio e Laura Domingo Agüero, attivamente impegnate nel settore contemporaneo dell’isola caraibica.

Alle 20,15, prima dello spettacolo è previsto un incontro con proiezioni video di “Cubita 2”, sul lavoro dei coreografi italiani alla Habana nel 2017, a cura di Elisa Guzzo Vaccarino.

Interverranno la coreografa Simona Soledad, residente a Bruxelles, autrice di “The Dancing Truck”, Daniele Ninarello, autore di “R-Evolution” e l’artista Matteo Vinti, compositore della musica.

Laura Domingo Agüero

Danzatrice, coreografa, scrittrice, regista audiovisiva nata a La Habana, con studi di Dottorato alla Facoltà di Arti e Lettere della sua città, si è diplomata in Arte Danzario al’ISA, Istituto Superior de Arte. Formata come docente alla Escuela Nacional de Ballet-ENB, ha frequentato gli atelier di Mats Ek, di Juan Cruz-compagnia Sasha Waltz, di Joseph Fontano, di Billie Cowie e il Curso prático internacional della Compañia Nacional de Danza Contemporánea de Cuba-DCC, con cui ha danzato (2006-2011). Insegnante invitata presso scuole compagnie anche all’estero, è maestra di danza di carattere alla ENB. Ha firmato coreografie per il Ballet Nacional de Cuba-BNC (Ígneos, Dulce es la sombra), ha creato il solo di balletto contemporaneo El desequilibrio per Viengsay Valdés, étoile del BNC. Per la ENB ha ideato Azul, Signos, El principito, Lo que no dije con palabras, Memoria de la melancolía, Últimos días, Isla, El inmortal, I’m your man, Sueño de una noche de verano, Espinillas.

Significativa anche la sua collaborazione con il Grupo de teatro Gaviota, cubano e con varie compagnie, accademie e festival in Colombia e in Messico.

Come videomaker ha realizzato Otoño, The umbalanced, La catedral, Circunloquio con DCC.

Sandra Ramy Aparicio

Danzatrice, coreografa, regista, diplomata alla ENA, Escuela Nacional de Artes a La Habana, ha danzato in varie compagnie, tra danza e teatro: Retazos di Isabel Bustos (1994-1997), progetto Chispha-Teatro Estudio (1997-1998), Teatro Público. Ha collaborato con l’ensemble della argentino-tedesca Constanza Macras (2000), con Argos Teatro, con El Puente. Ha preso parte a Drink Smoke made in Havana del gruppo pionieristico Danza Abierta fondata nel 1988 da Marianela Boán e diretto da Susana Pous (2004-2005) in patria e in tour europeo. Ha focalizzato il suo lavoro di insegnante su “Tecnica, composizione, inprovvisazione” e ha curato numerose regie teatrali, tra cui Detrás de nadie, premio della critica Villanueva nel 2005; ha realizzato inoltre la video-performance Didáctica nel 2009.

Il suo Cabaret de Reparaciones Imprevistas è uno spazio di ricerca multidisciplinare per danzatori, attori, musicisti e poeti. Come danzatrice e coreografa è stata invitata in Messico, Colombia, Brasile, Spagna con opere sul crinale tra coreografia e messa in scena teatrale.

BIGLIETTI
Stagione 2017 — 2018intero / 15€
ridotto / 12€
ridotto speciale / 6€

SI POSSONO ACQUISTARE
Online  sul sito www.vivaticket.it

Sul territorio
Infopiemonte – Piazza Castello, Torino.
Lavanderia a Vapore – mezz’ora prima dello spettacolo. 

ABBONAMENTI – ACQUISTABILI SUL SITO BTT

3 spettacoli a teatro / 30€
scegli 3 spettacoli, uno te lo regaliamo noi

A teatro in due / 18€
scegli una serata e regalati un’emozione a due

Online
www.ballettoteatroditorino.it/abbonamenti

 

É previsto un servizio navetta A/R gratuito per la Lavanderia a Vapore da e per la stazione Fermi, prima dell’inizio e al termine di ogni spettacolo.

Scheda dello spettacolo

EKO DANCE INTERNATIONAL PROJECT / POMPEA SANTORO
CUBITA, cartoline da Cuba
un progetto di Elisa Guzzo Vaccarino

La serata sarà una piccola festa all’insegna dell’universo transculturale caribeño: le performance-creazioni ad alto tasso di danza, “Historia de un adiós” di Laura Domingo e “Cubanología” di Sandra Ramy, portano in scena una sensibilità tutta cubana sulle vicende della vita valendosi di alcuni dei più famosi ritmi e delle più note melodie dell’isola caraibica, musiche assolutamente doc, dal bolero, alla rumba al son.

CUBANOLOGÍA
Coreografia  Sandra Ramy Aparicio
Musica  potpourri di musica tradizionale cubana: Siboney di Ernesto Lecuona, Guantanamera di Joseíto Fernández e altre.
Un ritorno all’eterna questione dell’identità. Una ricerca negli archetipi musicali, nel movimento, nel ritmo, nella gestualità e nelle caratteristiche più autentiche dietro lo stereotipo.

Intervallo

HISTORIA DE UN ADIÓS
Coreografia Laura Domingo Agüero
Musica   Veinte años cantata da Omara Portuondo, Un día de noviembre di Leo Brower, Adiós a Cuba di Ignacio Cervantes con Javier Ruiz al pianoforte e altre
Il ricordo di un amore, la memoria di un tempo dei sentimenti nell’emozione pura della danza.

Interpreti Eko Dance International Project diretto da Pompea Santoro

Cubita, ideato da Elisa Guzzo Vaccarino, è stato reso possibile dalla collaborazione tra Ravello Festival, diretto da Laura Valente, nel programma del progetto speciale europeo ‘Abballamm!’, e Piemonte dal Vivo, diretto da Paolo Cantù, che hanno accolto e condiviso il progetto nell’estate 2016, supportando la residenza a Napoli, a cura di Gennaro Cimmino/Compagnia Körper, e a Torino, a cura di Pompea Santoro/Eko Dance International Project, di Sandra Ramy Aparicio, Laura Domino Agüero e del DJ Yoandry Pedroso Hernández.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi