Più che danza, festival dedicato ai linguaggi performativi contemporanei

PIÙ CHE DANZA
Festival dedicato ai linguaggi performativi contemporanei
Quarta edizione

Teatro Fontana – Milano
29 settembre > 6-11 ottobre 2017

ideazione e direzione artistica Franca Ferrari
in collaborazione con Teatro Fontana
e con C.I.M.D, Conformazioni, Il Filo di Paglia, Lelastiko, Le Voci dell’Anima
con il sostegno di Fondazione Cariplo
mediapartner Persinsala

Il Teatro Fontana apre quest’anno la stagione con la quarta edizione del Festival Più che Danza che il 29 settembre e dal 6 all’11 ottobre sarà dedicato ai linguaggi performativi contemporanei con particolare attenzione agli artisti del territorio della Lombardia, ideazione e direzione artistica Franca Ferrari, in collaborazione con Teatro Fontana e con C.I.M.D, Conformazioni, Il Filo di Paglia, Lelastiko, Le Voci dell’Anima, con il contributo di Fondazione Cariplo. Mediapartner Persinsala.

Una manifestazione che si presenta ricca di appuntamenti tra spettacoli teatrali e di danza, laboratori, incontri con il pubblico e proiezioni di video. Se nel 2016 il protagonista era il corpo, quest’anno al centro delle varie proposte è la multidisciplinarità. Danza, musica, parole, digitale, video, performance si alterneranno nel superamento delle barriere di genere, nella prospettiva di valicare confini e preconcetti per liberare artisti e pubblico da ogni ‘etichetta’.

L’idea del Festival nasce nel 2014 dall’urgenza della condizione della danza contemporanea in Lombardia e negli anni si è esteso ad altri linguaggi performativi confermandosi sempre più come un festival sulle tendenze dello spettacolo dal vivo contemporaneo del territorio lombardo. Un progetto in crescita che, sempre più, guarda a collaborazioni interdisciplinari con altre realtà attente alla creatività contemporanea. Contemporaneità come presenza nell’oggi, ma sempre più proiettata al futuro. Non è la selezione la finalità del Festival ma il suo diventare occasione di sviluppo e di pensieri, esperienze e contaminazioni per le compagnie, gli artisti, il pubblico.

17 le compagnie ospiti della rassegna che vede un’anticipazione il 29 settembre nei Chiostri del Teatro Fontana con la performance di Rosita Mariani “Cartoline dal corpo” alla quale seguirà l’incontro, aperto al pubblico e agli artisti coinvolti, intitolato “Multidisciplinarità…esigenza, intuizione, realtà?” al quale interverranno Emanuela De Cecco, critica d’arte, Rossella Lepore, direttore artistico del Teatro Fontana, Alessandro Pontremoli, docente presso Università degli Studi di Torino-Dipartimento di Studi Umanistici.

Articolato su 6 giornate, il programma vede alternarsi sul palcoscenico del Teatro Fontana: ABC – Allegra Brigata Cinematica, Orientale Sarda, Muxarte, Raffaella Agate, Eleonora Soricaro, acquasumARTE, Bigiarini/Perrone, Dejà Donné, Elektromove, Perypezye Urbane, Sara Catellani/Collettivo PirateJenny, NARR_O, Deblasio/Turconi, Teatro della Centena, Progetto D.Arte, Dora Visual Art.

5 i workshop intensivi, in una sezione rivolta alla formazione, curata da Marina Rossi- Lelastiko, che si svolgeranno nella sede di C.I.M.D. e IL FILO DI PAGLIA (via Fontana 15). Ogni laboratorio sarà un’immersione nel mondo e nel linguaggio degli artisti ospiti al festival: dalla danza alla voce, dalla multimedialità al sound design, dal teatro alla composizione performativa, per creare una stretta sinergia tra gli spettacoli in programma e le compagnie che li propongono. Docenti: Marina Rossi, Raffaella Agate, Marco de Meo, Sara Catellani e Johann Merrich, Daniele Turconi e Matteo De Blasio.

Tra gli obiettivi del festival è anche quello di monitorare le realtà cinematografiche indipendenti e le produzioni low budget dei giovani cineasti e delle giovani produzioni, da sempre costrette alla marginalità, e tentare di riconnetterle con il sistema più consolidato della video danza. Per questo all’interno del festival trova ospitalità la rassegna di video danza Espressioni, con il contributo del Mibact- Direzione spettacolo dal vivo, nell’ambito del partenariato R.I.Si.Co (Reti Interattive per i Sistemi Coreografici). Nata nel 2006 grazie al settore Cinema del Comune di Milano, la rassegna, diventata negli anni un progetto unico nel panorama delle rassegne di video danza, nel 2017 vede la presenza del Dipartimento di Sociologia dell’Università di Milano Bicocca che ha curato il tema di questa decima edizione: lo spaesamento.

Ogni sera, alle ore 22, avranno luogo gli incontri con gli artisti mentre ogni giorno è aperto un servizio buffet.

Per scaricare il programma completo, le schede spettacoli e le foto: link sito www.piuchedanza.org

PROGRAMMA
29 settembre / 6-11 ottobre 2017

Venerdì 29.09.2017

h 17.30-18.00 | Chiostri del Teatro Fontana (ingresso libero)
Cartoline dal corpo | Rosita Mariani
gioco performativo sul corpo e le sue parole
Cartoline dal corpo è una performance in forma di gioco che invita il pubblico a sintonizzarsi sul corpo, soprattutto sul proprio. Il gioco crea una partitura di danze e parole, prodotto della scintilla dell’incontro

h 18.15-20.00
Multidisciplinarità…esigenza, intuizione, realtà?
Incontro. Intervengono: Emanuela De Cecco, Rossella Lepore, Alessandro Pontremoli.
Un incontro per riflettere con gli artisti del festival e il pubblico sul tema della multidisciplinarità come superamento dei generi nello spettacolo dal vivo contemporaneo.

h 20.00-21.00 Aperitivo Buffet

Venerdì 06.10.2017

h 19.00-19.30
Bianco | ABC – Allegra Brigata Cinematica
Ogni opera artistica parte da una pagina bianca, da uno spazio vuoto da attraversare per dare corpo a un’idea. È il momento in cui tutto è ancora possibile. Ripartire dall’assenza di segno, immergersi nel bianco per scoprire le infinite possibilità che abbiamo di essere.

h 20.30-21.00
Present Tense | Orientale Sarda
Present Tense sviluppa la relazione con il tempo attraverso uno studio sul linguaggio del gesto dell’attesa e dell’azione; le forme coreografiche creano aperture verso la sospensione e l’ascolto; i linguaggi multimediali suggeriscono vuoti e discrepanze tra tempo biologico e tempo virtuale. Il lavoro si ispira al romanzo Momo di Michael Ende e alla figura di Cassiopea.

h 21.00-22.00
Sull’identità | Muxarte
Un uomo stereotipato, vittima degli schemi imposti dalla società, decide di sperimentare il vuoto, cerca di convivere con il suo nessuno. Decide quindi di non essere. Tratto da Uno, Nessuno e Centomila di Luigi Pirandello, lo spettacolo ha come protagonista Genge, più che mai un uomo d’oggi, i cui sentimenti vengono qui raccontati attraverso la danza.

Sabato 07.10.2017

h 19.00-19.30
La mia gamba sinistra_first part | Raffaella Agate
Nello studio legale Bonola-Bestetti tutto è già stato deciso. Le attenzioni della famiglia proprietaria si rivolgono alla giovane Laura, una ragazza coscienziosa, educata, perfetta in tutto tranne che nella sua gamba sinistra che si muove alla ricerca della pulsazione erotica della danza.

h 20.30-21.00
m%n (o sullo spazio)| Eleonora Soricaro
Primo capitolo di una trilogia che si interroga sui concetti di spazio, tempo e movimento. “Si potrebbe dire che la Luna rivela all’uomo la propria condizione umana; che, in un certo senso guarda sé stesso e si ritrova nella vita della Luna.” Mircea Eliade

h 21.00-22.00
Shoot the Queen | acquasumARTE
Una riflessione poetica sull’ambiguo rapporto che da sempre lega il mondo dell’arte a quello del potere. Uno sguardo sulla società: interviste e testimonianze si fondono con suggestioni poetiche e visive, moltiplicando le possibilità di lettura in una polifonia di voci e sguardi.

Domenica 08.10.2017

h 19.00-19.30
Eclisse | Bigiarini/Perrone
Una bambina apre una busta azzurra. La lettera che trova dentro porta una scritta di una sola parola: abbandonata. Una drammaturgia originale che prende spunto da un aneddoto autobiografico e racconta di quell’età in cui hai ancora la maglietta a righe e le altre portano già il reggiseno.

h 20.30-21.00
90+8+1 | Dejà Donné
“90+8+1” è liberamente ispirato a Esercizi di stile di Raymond Queneau, un breve racconto che diventa altri 98 racconti. Un processo chirurgico del corpo coreografico sul quale operare, moltiplicare, scomporre, al fine di farlo diventare un’esplorazione del movimento in cerca di paradossi e di una musicalità quasi dionisiaca.

h 21.00-22.00
Amari Ka – Talk about Love | Elektromove
Dalla figura di Marat verso l’abbandono, attraverso il caos dei linguaggi performativi, prosa, danza, ricerche vocali e sonore, Amari Ka è un viaggio verso l’amore nel quale emergono le varie sfumature di questo sentimento tanto affrontato da tutte le arti e dove l’essere coincide con la bellezza.

Lunedì 09.10.2017

h 19.00-19.30
Attraverso | Perypezye Urbane
Attraverso i miei occhi cerco un nuovo mondo, speranza, rinascita, rifugio. Il cambiamento prende forma, diviene reale. Attraverso nasce on line nell’app DanceMe, dando allo spettatore la possibilità di entrare nella sala prove virtuale di Elisa Sbaragli e osservare la messa in scena del suo spettacolo qui proposto dal vivo.

h 20.30-21.00
Effetto Cocktail Party | Sara Catellani/Collettivo PirateJenny
Effetto Cocktail Party è una performance creata dal susseguirsi di “Piccoli Quadri di Spaesamento”, all’interno dei quali il corpo del performer lavora in stretta interazione con l’impianto scenografico, luminoso e sonoro e diventa interprete di un ensamble interattivo, un quartetto, composto da danza, luce, suono e texture.

h 21.00-22.00
The Pop Machine | NARR_O
La Factory di Andy Warhol è una grossa slot machine, ammiccante e luminosa. E fuori dalla Factory, la realtà. I personaggi iconici di Warhol Marilyn Audrey Jackie Liz prendono vita e si incontrano, si combinano e si scontrano…Lo spettacolo indaga la forza della rivoluzione culturale attuata da Warhol e interroga lo spettatore sull’ossessione della nostra società: il desiderio di celebrità.

Martedì 10.10.2017

h 19.00-19.30
Femmine | Deblasio/Turconi
Daniele e Matteo parlano spesso delle femmine, cioè dell’altro sesso, di quello che non sono, di quello che non capiscono. Ecco: “cerchiamo di capire!”. Immergere il nostro corpo nello spazio dell’indagine e lasciarlo rispondere con la danza, con l’azione scenica, con il testo o con il linguaggio con cui meglio riesce ad esprimersi. Lasciare che i dettagli aprano folle di collegamenti, di rimandi, di mondi.

h 20.30-21.30
Crepare di rabbia, probabilmente | Teatro Della Centena
Quando è iniziato questo vuoto? Quando è iniziata la mutilazione dell’anima e la stortura della sua voce? Una malattia si ficca piano tra le ossa e germina e fa l’andatura zoppa, monca ogni desiderio. Che malattia è?

Mercoledì 11.10.2017

h 19.00-19.30
SUPEREROE, studio per spartito a pannelli per corpo e voce | Progetto D.Arte
Supereroe nasce dall’idea di trovare un’unione tra pensiero coreografico e pensiero compositivo musicale. Il risultato è uno spartito a pannelli per corpo e voce. Il mondo è pop: supereroi, rockstar e tormentoni musicali appaiono, scompaiono e muoiono in un concerto di movimento che crea un’astrazione del nostro immaginario.

h.20.30-21.30
More than a wallpaper | Dora Visual Art
Una drammaturgia multimediale a più voci che utilizza video, danza, luce, musica e parola per adattare il racconto The yellow Wallpaper della scrittrice americana Charlotte Perkins, individuato come punto nodale della sua esistenza.

Teatro Fontana
Via Gian Antonio Boltraffio 21 – Milano
Tel. 02 6901 5733
www.teatrofontana.it

Info Metropolitana: M3 ZARA / M2, M5 GARIBALDI
Info Tram: 2,4,7,33 | bus: 60,70,82,90,91,92 | stazioni Bikemi: 193,194,195,257, 270

INFORMAZIONI

Prenotazioni dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
Prenotazioni telefoniche al numero 02 6901 5733 dal lunedì al venerdì.
Nei giorni di spettacolo il teatro è aperto due ore prima degli spettacoli.

Biglietteria Teatro
Orari Biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.00.
Nei giorni di spettacolo la biglietteria sarà aperta due ore prima.

Biglietti d’ingresso
€ 15,00 intera giornata | € 10,00 ridotto (over 65 e under 14)

Costo abbonamento
€ 48,00 per tutta la rassegna

Quota iscrizione laboratori
€ 15,00 per 1 laboratorio | € 50,00 per 5 laboratori

Info e iscrizioni laboratori
Marina Rossi festival@piùchedanza.org mob. +39.328.7076690
Tessera Arci richiesta

Durante tutto il festival nel foyer del Teatro Fontana
La rassegna di video danza ‘Espressioni
Info video: http://www.studio28.tv/espressioni2017/

[La foto in apertura è di Jo Fenz]

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi