Onegin torna alla Scala dopo cinque anni

1-onegin-r-bolle-ph-brescia-amisano-teatro-alla-scala-069_img_1280
Roberto Bolle in Onegin (foto Brescia-Armisano)

Il sipario della Scala si apre per la danza  con Onegin, esempio perfetto di moderno “dramma in danza” ispirato al romanzo in versi di Aleksandr Puškin scritto tra il 1823 e il 1830, che John Cranko riscrisse con maestria e sensibilità. Il balletto torna a Milano dopo cinque anni dalle precedenti rappresentazioni e va a suggellare la programmazione della Stagione di Balletto 2016-2017 per sette recite, dal 23 settembre al 18 ottobre, in cui si alterneranno tre cast nei ruoli principali, con ritorni attesi e numerosi debutti tutti da seguire.

Onegin, grande storia d’amore infelice, mostra l’abilità di Cranko nel reinventare una storia scritta e  narrarla in puri termini di danza. Il balletto in tre atti e sei quadri, esalta le peculiarità interpretative del corpo di ballo nelle danze d’insieme, come quelle festose dei contadini, quelle borghesi dei signori di provincia e il gran ballo aristocratico del terzo atto, e naturalmente quelle  degli interpreti principali, nei passi a due di straordinaria potenza espressiva.

14-onegin-prove-in-sala-martina-arduino-nicola
Martina Arduino e Nicola Del Freo in prova

Protagonista della recita di apertura (23 settembre), delle repliche del 26 e 28 settembre e il 12 e 18 ottobre l’étoile Roberto Bolle torna a rivestire gli ombrosi panni di Onegin, giovane aristocratico annoiato dalla vita che si lascia sfuggire quello che troppo tardi riconoscerà come il vero, grande amore. Accanto a lui, per la prima volta, Marianela Nuñez, principal del Royal Ballet, alla Scala già applaudita in diversi ruoli, e che proprio al fianco di Roberto Bolle ha appena danzato Giselle come guest nella tournée del Ballo in Costa Mesa. Il 29 settembre saranno Gabriele Corrado e Emanuela Montanari a interpretare nuovamente Onegin e Tat’jana, mentre il 6 ottobre sarà l’occasione per assistere al debutto di Nicoletta Manni e Marco Agostino, per la prima volta in questi ruoli.

8-onegin-prove-in-sala-nicoletta-manni-marco-a
Prove in sala per Nicoletta Manni e Marco Agostino

Debutti e ritorni anche per gli altri ruoli principali del balletto: Ol’ga e Lenskij verranno interpretati in apertura di recite da Alessandra Vassallo e (in debutto) da Timofej Andrijashenko, per poi proseguire (il 29 settembre, il 12 e 18 ottobre) con Claudio Coviello che tornerà a rivestire i panni del poeta Lenskij portando al debutto Agnese Di Clemente; doppio debutto il 6 ottobre per la Ol’ga di Martina Arduino e il Lenskij di Nicola Del Freo.

Il Principe Gremin verrà interpretato da Mick Zeni, poi da Riccardo Massimi e Gabriele Corrado.

Sul podio sarà Felix Korobov, direttore principale del Teatro Musicale Accademico Stanislavskij e Nemirovič-Dančenko di Mosca, per la prima volta con il balletto scaligero, a dirigere la partitura, su musiche di Čajkovskij.

Francesca Camponero

[In alto, prove in sala: Emanuela Montanari e Gabriele Corrado]

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi