Eleonora Abbagnato porta Soirée Roland Petit all’Opera di Roma

eleonora-abbagnato-primo-piano
Eleonora Abbagnato

La bella Eleonora come sappiamo tutti si è formata a Parigi e la passione per la scuola francese non l’ha certo abbandonata anche quando è tornata in Italia e adesso dirige il più importante teatro della Capitale. Per questo la splendida direttrice ha scelto di aprire la Stagione Danza al Teatro dell’Opera di Roma con Soirée Roland Petit che sarà in programma al Teatro Costanzi dall’8 al 14 settembre prossimi.

“Ho pensato a questo spettacolo per omaggiare Petit con tre importanti balletti del grande coreografo francese, balletti a cui in passato ho preso parte personalmente e che hanno segnato la mia carriera. A soli 19 anni infatti ho intepretato Le Jeune Homme et la Mort, mentre  Carmen è stato il balletto  in cui all’Opera di Paris sono stata nominata etoile”.

La ripresa di L’Arlésienne, Le Jeune Homme et la Mort e Carmen è affidata a Luigi Bonino, grande collaboratore di Petit, il quale dal 1975 iniziò il suo lavoro nel Ballet National de Marseille dove rimase per il resto della sua attività professionale, danzando con stelle di prima grandezza come Mikhail Baryshnikov e Rudolf Nureyev e le cui partner nella danza furono Zizi Jeanmaire, Carla Fracci, Alessandra Ferri, Elisabetta Terabust, Natalia Makarova e Margot Fonteyn.

roland-petit
Roland Petit

“Questo trittico è meraviglioso e senza dubbio rappresenta i balletti più importanti e significativi di Roland – dice Bonino – Petit è come una paletta dei pittore in cui c’è il giallo, il rosso, il verde  e il blu, e qui ci troviamo davanti a tre creazioni straordinarie, una diversa dall’altra come spirito e intensità. Il pubblico adora questi tre balletti ed è sempre un successo quando vengono eseguiti. Per altro forse non tutti sanno che Le Jeune Homme et la Mort fu pensata da Petit inizialmente su una musica Jazz. I ballerini provarono tutto il tempo su quella musica molto ritmata, ma, alla prova generale, il coreografo si rese conto che quella non era la musicache voleva. Trovandola improvvisamente banale e poco idonea al soggetto, decise di cambiarla utilizzando quella di Johann Sebastian Bach. I danzatori però, che avevano nelle orecchie il jazz, continuarono a mantenere quel ritmo frenetico che rende così bello e unico il balletto. Naturalmente fu un successo.”

Soirée Roland Petit  che vede coinvolti Orchestra e Corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma è un allestimento del Teatro dell’Opera di Roma in collaborazione con il Teatro alla Scala di Milano. La prima delle sei rappresentazioni in cartellone, eccezionalmente, è trasformata in una “Serata d’onore Roland Petit”, a favore di Anlaids (Sezione Laziale).

Francesca Camponero

[Foto in alto di Rolando Paolo Guerzoni: Le jeunne homme et la mort]

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi