Cristina Kristal Rizzo porta a Genova La Sagra della Primavera. Paura e delirio a Las Vegas

rizzo_sagra_it-1Possiamo definire Cristina Kristal Rizzo una dancemaker attiva sulla scena della danza contemporanea italiana a partire dai primi anni 90. Basata a Firenze, si è formata a New York alla Martha Graham School of Contemporary Dance, ha frequentato gli studi di Merce Cunningham e Trisha Brown. Rientrata in Italia ha collaborato con diverse realtà artistiche tra cui il Teatro Valdoca, Roberto Castello, Stoa/Claudia Castellucci, Mk, Virgilio Sieni Danza, Santasangre. È tra i fondatori di Kinkaleri, compagnia con la quale ha collaborato attivamente attraversando la scena coreografica contemporanea internazionale e ricevendo numerosi riconoscimenti. Dal 2008 ha intrapreso un percorso autonomo di produzione coreografica indirizzando la propria ricerca verso una riflessione teorica dal forte impatto dinamico tesa a rigenerare l’atto di creazione stesso e ad aprire riflessioni sul tempo presente. Attualmente una delle principali realtà coreografiche italiane, è ospitata nei più importanti festival della nuova scena internazionale. Alla circuitazione degli spettacoli si affianca una intensa attività di conferenze, laboratori e proposte sperimentali. In qualità di coreografa ospite ha creato coreografie per i principali enti Lirici ed istituzioni teatrali italiane, tra cui il Maggio Musicale Fiorentino, il Balletto di Toscana Junior e Ater Balletto.

Questo Venerdì 12 maggio 2017 alle ore 21 alla Sala Modena del Teatro dell’Archivolto la Rizzo presenta la sua “La sagra della primavera. Paura e delirio a Las Vegas” spettacolo particolarissimo su musica di Igor Fedorovic Stravinskij nella registrazione eseguita da The Cleveland Orchestra diretta da P. Boulez (1992).

sagra-7Lo spettacolo è particolarissimo e inconsueto in quanto gli spettatori in platea ascolteranno la musica in cuffia come nei raduni silent disco. Questa la sovversiva rilettura della celebre partitura di Stravinskij a opera della Rizzo il cui titolo allude all’atmosfera allucinata del romanzo di H. S. Thompson e del film di Terry Gillian che ne è stato tratto, e si articola attraverso un’intensa coreografia che “amplifica la congiunzione inattesa tra suono, estensioni dinamiche e oscillazioni del senso”.

Sfidando l’abituale suggestione passiva dello spettatore, nella sua creazione la danzatrice si pone al centro della scena, mentre lo spettacolo, con un colpo di scena finale che non riveliamo, pone una questione precisa: di quale visione è fatto il suono che ascoltiamo, di quali suoni è costituita la nostra visione?

Nel 2013 in occasione del centenario della prima rappresentazione del balletto interpretato dal leggendario ballerino russo Nijinsky, che ebbe una prima reazione da parte del pubblico estremamente negativa, la Rizzo, presenta la sua personalissima versione della Sagra, un sorprendente solo, da lei stessa danzato, in cui crea uno spiazzamento percettivo tra il visivo e sonoro. La sagra della primavera. Paura e delirio a Las Vegas è stato presentato in prestigiosi festival, tra cui la Biennale di Charleroi Danses, Fabbrica Europa, Interplay, Santargangelo.

Francesca Camponero

Biglietti da 7,50 a 22 euro. Info e biglietteria 0106592220 / 010412135, archivolto.it

[In alto: Cristina Kristal Rizzo ne La Sagra della Primavera. Paura e delirio a Las Vegas (foto di Thibault Gregoire]

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi