Grande competizione e grandi risultati al Pierrot Danza

logo-pierrot-danzaEd anche l’undicesima edizione del “Pierrot Danza” [della quale avevamo dato tempo addietro un’anticipazione] ha visto chiudere il suo sipario dopo giorni di trepidazione ed ore di eccitante competizione. Proprio come nelle corde di Alessandra Micarelli, direttrice artistica della kermesse, che ha ridato fiato alle trombe coreutiche del lunare Pierrot, anima e musa ispiratrice di questo festival.

A cornice della serata si è esibito un ospite davvero d’onore, quel vincitore di qualche edizione fa Daniele Porcari oggi diventato solista del Balletto di Toscana Junior ma stavolta tornato al “Pierrot Danza” con il carisma del professionista, come lui stesso ci ha raccontato: «a dieci anni ho vinto il mio primo titolo in questo concorso con “Volto di un bambino” coreografato dalla mia maestra Michela Fausti su musiche di Ennio Morricone. Successivamente ho interpretato il contadino di “Giselle” ed altre variazioni di “Napoli” e “Grand pas Classique”. Sono stato invitato a questo galà perché da due anni faccio parte dello staff dello Junior Balletto di Toscana, dopo essermi perfezionato il primo anno. Nel corso della produzione con la compagnia ho avuto l’onore di poter danzare anche come solista, interpretando il ruolo di Mercuzio in “Romeo & Giulietta”. In questo galà ho danzato una mia coreografia interpretando il ruolo di Pierrot, un clown bianco innamorato della luna ma allo stesso tempo malinconico poiché cosciente del fatto che la luna sia irraggiungibile. La direttrice del concorso Alessandra Micarelli, mi ha invitato come ospite, dopo avermi visto per tanti anni, e mi ha chiesto di ballare su una musica intitolata “Complainte du la butte”».

daniele-porcari
Daniele Porcari

Ma ora passiamo ai giovani talenti vincitori: la Scuola del Balletto di Toscana di Cristina Bozzolini ha premiato Valerio Palladino de Le Nuove Proposte di Terracina e Rossella Annarumma del DAM Torino con lo stage estivo assegnato a Rebecca Bisognini dell’Arte Danza di Bologna, Fabienne Fioravanti del Cantiere Danza di Amelia, Valentina Carrara del Progetto Danza di Barberino ed Anila Bekshiu della Scuola Danza Città di Gubbio. “Adeguamento Professionale di Danza” ha scelto Lucrezia Di Fazio del CST Danza di Anzio ed Armando Iacovacci de Le Nuove Proposte di Terracina.

La direzione artistica del “Brianza Danza Festival” ha invece scelto Rossella Annarumma e Rebecca Stocco (DAM) e poi a Cantiere Danza di Amelia e Centro Culturale Cygni di Rieti.

Borse di studio riservate allo stage “A Porte Aperte” sono state assegnate a Margherita Bellingeri ed Alice Giupponi dell’Arte Danza di Bologna, a Beatrice Cesi e Francesca Francia del Centro Culturale Cygne di Rieti.

alessandra-micarelli-pierrot-danza
Alessandra Micarelli

Lo Stage di Danza organizzato da “Le Foyer de la Danse” di Narni ha destinato borse di studio a Valentina Armenio di Artwell Ballet School di Napoli, Sofia Tinarelli del CSDU di Perugia e Lucrezia Travaglia del NLD di Ladispoli.

Lo “Stage de Danse” di Firenze ha invece il vanto di portare in scena il direttore della compagnia del Balletto Nazionale del Teatro di Bordeaux Charles Jude con borse di studio assegnate a Martina Giulia Gerussi del DAM di Torino, Laura Lombardi del CSDU di Perugia ed ancora ad Anila Bekshiu.

Al “Sorrento Campus Dance” andranno invece i vincitori delle seguenti borse di studio: Mirko Melandri dell’Artwell Ballet School, il pluripremiato Armando Iacovacci, Milena Morbidoni e Sofia Presello del Cantiere Danza di Amelia, Martina Marchettini e Todhe Branjola di Scarpette Rosse di Terni.

Al “Roma Summer Intensive”, in collaborazione con il “MP3Project” di Michele Pogliani, andrà con borse di studio Luca Capomaggi del CST Danza di Anzio mentre al “Corso Metodologico per Insegnanti” di Fabrizio Laurentaci andrà la docente vincitrice Ilaria De Blasis del Dancing Center di Roma.

Il “Corso di Composizione Coreografica” di Fabrizio Laurentaci sarà invece offerto ai seguenti coreografi: Michela Fausti, Silvia Bertoluzza, Simone Vacante, Manuela Pressi e Marella Vesseri.

E poi il “Forum di Danza” di Alessandra Capozzi. Come promesso la direzione artistica ha messo in palio ed assegnato numerose borse di studio destinate ai pluripremiati di questa undicesima edizione del “Pierrot Danza” 2017: Rossella Annarumma, Valentina Armenio, Mirko Melandri, Anila Bekshiu, Laura Lombardi, Rebecca Stocco, Luca Capomaggi, Valerio Palladino, Margherita Bellingeri oltre ad Alessia Tasca dell’Area Ballet di Terni.

Infine il Premio della Critica assegnato a Michela Fausti dell’Area Ballet di Terni sui versi “Tienimi la mano” di Hermann Hesse. Le motivazioni sono le seguenti: «Momento originale e spunto di riflessione e di infinite possibilità, il cui connubio artistico è riuscito tra il movimento coreografico e la suggestione delle parole».

Massimiliano Craus

[Nella foto in alto: Alessandra Micarelli]

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi