Billy Elliot il musical al Teatro Comunale di Vicenza

Il prossimo appuntamento della stagione di Danza del Teatro Comunale di Vicenza, è in programma sabato 18 marzo alle 20.45 e domenica 19 marzo alle 18.00; si tratta di una vera e propria novità per Vicenza Danza, la proposta di un musical Made in Italy che è diventato il simbolo della gioia di ballare e dell’entusiasmo, ovvero “Billy Elliot il Musical”, ispirato alle vicende dell’ omonimo film di  Stephen Daldry. Prima dello spettacolo, nelle due date (sabato alle 20.00, domenica alle 17.00) ci sarà l’incontro con la Danza condotto da Ilaria Danieli, giornalista ed esperta di danza, firma delle testate del gruppo Class Editori.

Per facilitare l’arrivo degli spettatori a Teatro, domenica 19 marzo, giornata ecologica del Comune di Vicenza (blocco del traffico dalle 9.00 alle 18.00, salvo revoca in caso di maltempo), la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza ha organizzato un servizio gratuito di bus navetta con partenza dal parcheggio della Fiera di Vicenza, fermata SVT; la prima corsa parte alle 17.00 (per orari e altre info www.tcvi.it).

billy-elliot-arcangelo-ciulla-foto-maurizio-davanzo
Arcangelo Ciulla in Billy Elliot (foto di Maurizio D’Avanzo)

Billy Elliot Il Musical” è uno spettacolo prodotto dalla Peep Arrow Entertainment, in collaborazione con Il Teatro Sistina, adattamento e regia di Massimo Romeo Piparo, scene di Teresa Caruso, costumi di Cecilia Betona, coreografie di Roberto Croce, direzione musicale di Emanuele Friello, suono di Alfonso Barbiero, luci di Umile Vanieri. L’originale musical, che porta in scena la passione per la danza e il valore dell’amicizia, dopo il grande successo della stagione 2015-2016, ha iniziato la nuova tournée in gennaio ad Ancona; la prossima tappa veneta, dopo Vicenza, sarà Verona al Teatro Nuovo dal 5 all’8 aprile. Per le due date del Comunale di Vicenza i biglietti sono esauriti: ne restano pochissimi per la replica di domenica pomeriggio.

Billy Elliot Il Musical” propone una delle storie più amate del cinema europeo, quella del giovane ragazzino nato in una famiglia di minatori nell’Inghilterra anni’ 80 della Thatcher, appassionato di danza e determinato a ballare, nonostante l’ambiente bigotto in cui vive; ce la farà e per questo diventa un emblema di riscatto sociale, portando anche uno sprazzo di luce contro i pregiudizi. Il film omonimo del 2000 è diventato in seguito un musical nel West End a Londra (2005) e poi a Broadway a New York (2008); amatissimo dal pubblico e dalla critica, sia la versione inglese che quella americana hanno ricevuto prestigiosissimi riconoscimenti.

La nuova edizione italiana del musical, al Teatro Comunale di Vicenza sabato 18 marzo alle 20.45 e domenica 19 marzo alle 18.00, si presenta come uno spettacolo dal respiro internazionale, in cui il giovanissimo protagonista – il quattordicenne Arcangelo Ciulla – sarà affiancato da un cast di 30 ballerini e cantanti, mentre le musiche originali sono quelle di Elton John. Nato a Siracusa nel 2002, Arcangelo inizia a studiare danza all’età di 6 anni nella scuola Silva Arte Danza della sua città. Sin da subito si appassiona alla street dance, così decide di studiare hip hop, break dance, locking, popping e house con dancers di fama internazionale, fino ad avvicinarsi nel 2013 al mondo del musical. Una scelta dettata dalla passione e dalla voglia di esprimersi, che lo porta ad approfondire danza classica, modern jazz, canto, recitazione e tiptap e che da subito gli dà ottimi risultati.

Con lui nello spettacolo ci sono altri due giovanissimi talenti, Matteo Valentini nel ruolo di Michael, l’amico di Billy, e Filippo Arlenghi in quello di Kevin, entrambi usciti dall’esperienza formativa dell’Accademia Sistina diretta da Piparo. Gli altri interpreti in scena sono: Luca Biagini nel ruolo del padre Jackie Elliot; Sabrina Marciano in quello di Mrs. Wilkinson (la maestra di danza che scopre il grande talento di Billy); Cristina Noci nel ruolo della nonna, Donato Altomare ed Elisabetta Tulli, il fratello Tony e la mamma di Billy.

“Io non ho bisogno della mia adolescenza. Ho bisogno di ballare!”: è tutta in questa frase la potenza della storia di Billy, il ragazzo che per amore della danza sfida anche l’ottusità di un padre e un fratello che vorrebbero diventasse pugile. A far da sfondo alla sua avventura, che ha nutrito sogni e speranze di intere generazioni di talenti, l’Inghilterra delle miniere che chiudono e dei lavoratori in rivolta, ma anche il mondo della danza, fatto di poesia e di faticose ore di prove. Come in ogni grande storia, ad accendere le emozioni ci sono i grandi valori come l’amore, la determinazione, la voglia di farcela, ma anche l’amicizia tra adolescenti, che riesce a far superare ogni discriminazione di orientamento sessuale.

I prezzi dei biglietti degli spettacoli di danza sono: 36 euro il biglietto intero, 31 euro il ridotto over 65 e 20 euro il ridotto under 30; si possono acquistare alla biglietteria del Teatro, in Viale Mazzini 39, aperta dal martedì al sabato dalle 15.00 alle 18.15, e un’ora prima degli spettacoli; online sul sito del teatro tcvi.it e anche in tutte le filiali della Banca Popolare di Vicenza e dalla App TCVI.

[In alto: da sinistra, Filippo Arlenghi, Arcangelo Ciulla, Matteo Valentini (foto di Maurizio D’Avanzo)]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi