Tree of Codes alla Sadler Wells di Londra

Molta attesa per Tree of Codes alla Sadler Wells di Londra in cui dal 4 all’11 marzo 2017 si esibirà la Company Wayne McGregor dopo l’enorme successo di critica al Manchester International Festival nel 2015. Lo spettacolo prende spunto dal libro di Jonathan Safran Foer a metà tra romanzo, opera di design e scultura, che è una dichiarazione d’amore alla fisicità del volume.  Tree of Codes  è infatti un esperimento grafico e tipografico, un libro che è anche una scultura: ritagliando parole o intere frasi, lascia intravedere il testo delle pagine successive, creand una storia nuova e al tempo stesso un bellissimo oggetto. Ricordiamo che Jonathan Safran Foer è anche l’ autore di Ogni cosa è illuminata e di Molto forte, e sempre in tutte le sue opere è stato incredibilmente vicino ed attento alla parte visuale delle sue storie.

treeofcodes_carousel_joelchesterfildes_production_4Wayne McGregor e il suo collaboratore, il pluripremiato musicista e produttore Jamie xx, hanno scavato a fondo nel libro ed insieme hanno  tessuto un arazzo della forma destrutturata.

In scena 15 ballerini, alcuni componenti del balletto dell’Opera di Parigi e altri dalla Company Wayne McGregor che esplorano il concetto visivo di Olafur Eliasson, che rispecchia gli aspetti scultorei del libro, che riflette lo sguardo del pubblico verso di loro mentre li immerge nel suo strano mondo.

Il Coreografo Wayne McGregor si è espresso così riguardoquesto lavoro:

“L’ enigmatico romanzo di Jonathan Safran Foer è un opera scultorea coinvolgente che aleggia brillantemente tra le parole e gli spazi, superfici e strati, passati e futuri. Il suo messaggio di narrativa apocalittica e reinvenzione del processo di lettura di per sé catapulta l’immaginazione in rinforzo stati liminali. Questi mondi offuscati e disorientanti forniscono un punto forte di partenza per il nostro lavoro sul palco dove costellazioni di luce, ombre, corpi, oggetti e danza  sono ai bordi delle tenebre”. 

Lo spettacolo è co-creato da Wayne McGregor, Olafur Eliasson e Jamie xx.

Francesca Camponero

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi