Non(leg)azioni, Kudoku e Rock Rose WoW: tre lavori di Daniele Ninarello in scena a febbraio

Non(leg)azioni
atto improvvisativo di danza contemporanea e di ricerca
ideazione e danza Daniele Ninarello
liuto Francesco Romano musiche da J.S.Bach

venerdì 3 febbraio 2017 ore 21.00 TEATRO MUNICIPALE DI PIACENZA

Stagione di Prosa 2016/2017 “Tre per Te”
Teatro Gioco Vita

(nella stessa serata BIRD’S EYE VIEW  Compagnia Simona Bertozzi / Nexus)

Per la prima volta, in esclusiva per Piacenza, il solo viene proposto con la musica dal vivo eseguita dal celebre liutista Francesco Romano. Studioso di livello internazionale del repertorio rinascimentale e barocco sugli strumenti della famiglia del liuto, svolge un’intensa attività concertistica come solista e come membro di formazioni da camera per le principali istituzioni musicali e festival in Europa, America e Giappone.

nonlegazioni-photo-by-elena-di-marco-2-1280x850
Non(leg)azioni, foto di Elena Di Marco

Con il sostegno di: Regione Piemonte, Ministère de la culture et de la communication (DRAC Languedoc-Roussillon, Provence-Alpes-Côte d’Azur, Rhône-Alpes), Régions Provence-Alpes-Côte d’Azur, Rhône-Alpes, Réseau en scène Languedoc-Roussillon (soutenu par la DRAC et la Région Languedoc-Roussillon), NACRe Rhône-Alpes, l’ARCADE Provence-Alpes-Côte d’Azur, et ouvert à la Collectivité Territoriale de Corse. Co-produzione e sostegno di MosaicoDanza / Festival Interplay. Con la collaborazione di Associazione Artemovimento / Festival Insoliti

Indagare lo spazio con il corpo attraverso la sua creatività. Attraverso l’improvvisazione si va sempre a sondare luoghi del corpo e della mente che a volte accantoniamo, ma in quel momento riaffiorano immagini e situazioni cariche di un potenziale poetico che permette generosità e catarsi. La Figura si isola nello spazio e si ritrova in una altra disponibilità ad essere. L’improvvisazione tira fuori quello che a livello di emozioni e sensazioni è reale, e dunque, necessario all’atto scenico e alla creazione. Dare vita al momento, all’istante, percepirlo, afferrarlo e seguirlo, scegliere di farlo attraverso l’irrazionalità di un corpo che racconta un passaggio. E’ dunque necessario riconoscere l’urgenza dell’attimo che sta per nascere e al tempo stesso per finire. E’ molto importante una totale apertura, una totale consapevolezza e una disponibilità alla ricezione verso ciò che accade dentro e fuori. Lo spazio ha un ruolo importante in entrambi i casi. Riconoscere la vera natura, il primo gesto che diventa movimento, la radice di ogni azione che si sta per svolgere, senza perdere la libertà e la creatività. Non(leg)azioni è un progetto di atti improvvisativi in diversi luoghi e diverse situazioni, dove il corpo si organizza nella sua architettura e in quella dello spazio per trovare nuove forme e direzioni senza alcun intento al racconto. Unico fine è quello di aprirsi una via al possibile sconosciuto, assecondando ogni inclinazione per una giustezza della Figura Corporea.

Creazione selezionata per CDC- Les Hivernales Avignon 2011 100% Danse “Quand les régions s’en mêlent…”

KUDOKU
Daniele Ninarello/Dan Kinzelman

AEROWAVES TWENTY17 ARTIST

lunedì 13 febbraio 2017 ore 21.00  TEATRO FABBRICONE PRATO
per METJAZZ (Teatro Metastasio Stabile della Toscana)

Coreografia e danza Daniele Ninarello
Musica dal vivo Dan Kinzelman (tenor sax, percussion and electronics)
Dramaturg Carlotta Scioldo
Organizzazione Silvia Limone
Produzione Codeduomo e Novara Jazz (curatore Enrico Bettinello)

Con il supporto di CSC Centro per la Scena Contemporanea Bassano del Grappa, Fondazione Piemonte dal Vivo | Lavanderia a Vapore, Residency CAOS-Terni (con il supporto di Indisciplinarte e Associazione Demetra) , Fabbrica Europa

kudokuIl compositore Dan Kinzelman e il coreografo Daniele Ninarello per la prima volta si incontrano in un territorio di esplorazione comune: lo spazio come luogo in cui esercitare e trasfigurare il corpo, sonoro e fisico, la sua precarietà, la sua impermanenza, la fatica della resistenza.
Dan Kinzelman lavora improvvisando dal vivo con l’elettronica, mescolando sintesi, rumori interni delle macchine e feedback, assieme a suoni generati dagli strumenti che da anni utilizza maggiormente: sax, clarinetto, flauti, stratificando i vari elementi con l’ausilio di  una loop station.
Nel comporre la parte coreografica Daniele Ninarello, oltre a ricercare nel campo a lui abituale della composizione istantanea, opera in un territorio che si crea dal dialogo continuo con il paesaggio sonoro e le informazioni che da questo riceve per contattare quei fili invisibili che uniscono corpo e spazio.
La sperimentazione sonora e quella corporea tendono dunque a tradurre gli elementi percettivi attravarso cui l’evolversi della figura umana si rende visibile.
Qualcosa all’interno del corpo vibra costantemente come una minaccia: è il caos, il rumore interno delle cicatrici e dei pensieri. E riguarda tutti. Soltanto la danza può assestare progressivamente queste tracce nel qui e ora. E ripulire lo sguardo, trovare pace. Come un vero e proprio mantra fisico da esplorare nella sua continuità, perimetro muto di un pensiero correttamente liberato.

ROCK ROSE WOW

venerdì 24 febbraio 2017 Théâtre National Tunisien – TUNIS

Performance di danza contemporanea e di ricerca
Concept e coreografia Daniele Ninarello
Performance Annamaria Ajmone, Marta Capaccioli e Daniele Ninarello
Drammaturgia Carlotta Scioldo
Musiche Mauro Casappa / Set Paolomatteo Patrucco
Disegno luci Cristian Perria / Tecnico Eleonora Diana

Produzione CodedUomo | Co-produzione Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee, Lavanderia a Vapore- Centro di eccellenza per la danza di Collegno (Torino), Balletto dell’Esperia/Palcoscenico Danza (Torino), Festival Interplay/Mosaico Danza (Torino), Tanztendenz München (D). Con il supporto del progetto DE.MO./MOVIN’UP II sessione 2012 e con il sostegno di CDC-Les Hivernales (F), Electa Creative Arts (Teramo)

Progetto vincitore del bando “Teatri del Tempo Presente 2013” promosso dalla Fondazione Piemonte dal Vivo/Circuito regionale dello Spettacolo e MiBAC-Ministero per i beni e le Attività Culturali.
Spettacolo selezionato per la NID PLATFORM 2015. Spettacolo selezionato per NEXT – LABORATORIO DELLE IDEE – MILANO 2015

rockrosewow0629a-1Rock Rose WoW” tenta di scolpire il profilo di tre distinti corpi che insistono verso il proprio “ego”facendo “tutto ciò che possono” e riconoscendosi in un meccanismo che si ripete senza evolversi. In mostra silenziose rivoluzioni dietro le quali si celano, come sostegno invisibile, le pieghe grottesche dell’animo umano. Il gioco è ora leggero e fugace, ora crudo e feroce. Analizzando da diverse prospettive il tema della corsa alla realizzazione del sé e della costruzione della propria immagine, riflettiamo sulle molteplici personalità che si formano in noi, tutte differenti, e sulle infinite potenzialità sigillate e perse nel tempo. Il tentativo è di indagare questo territorio per tradurre sulla scena la paura che si trasforma in coraggio, dove il corpo si duplica, triplica per raccontare tracce di una caduta innocenza, celate dietro la necessità di essere importanti, per essere riconosciuti qui ed ora, lasciando affiorare il timore di non esistere negli occhi di chi osserva. L’insistere dei corpi e il loro perdersi nei molteplici tentativi che sembrano non arrivare a compiersi, evocano contratture diaframmatiche e la difficoltà di portare a termine un respiro. Rock Rose è un fiore che in natura tende ad aprire e chiudere la sua corolla molto velocemente evocando sensazioni di instabilità e perdita di controllo tipiche degli stati di panico. L’uso di Rock Rose permette di convertire la paura in coraggio ed il panico in capacità di razionalizzare le situazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi