Scena Madre di Ambra Senatore a Collegno

Ambra Senatore
restituzione pubblica
12 gennaio ore 17.15
Stireria – Lavanderia a Vapore di Collegno

SCENA MADRE
Coreografia: Ambra Senatore
Interpreti: Caterina Basso Matteo Ceccarelli, Lee Darven, Nordine Hamimouch, Laureline Michel Antoine Roux-Briffaud e Ambra Senatore
Luci: Fausto Bonvini
Sound Design: Jonathan Seilman e Ambra Senatore
Produzione: CCNN Centre Corégraphique National de Nantes (Francia)
Co-produzione: Le Théâtre de la Ville – Paris /
Le lieu unique, Scène national de Nantes
Con il sostegno di: la CNDC di Angers / Fondazione Piemonte dal Vivo

Ambra Senatore, direttrice del Centre Chorégraphique National de Nantes, è in residenza dal 5 gennaio alla Lavanderia a Vapore di Collegno – centro regionale per la danza, per un periodo di 10 giorni per la creazione del suo nuovo lavoro “Scena Madre”. Giovedì 12 gennaio è previsto un momento di restituzione pubblica, aperta a operatori, giornalisti e pubblico in cui la danzatrice e coreografa italiana mostrerà in anteprima il work in progress del suo lavoro.

È la prima volta che sono in residenza alla Lavanderia a Vapore e abbiamo ricevuto un’ottima accoglienza – dichiara Ambra Senatore. Stiamo lavorando da pochi giorni a questo nuovo spettacolo e in occasione dell’apertura pubblica mostrerò solo un primo estratto. L’idea di creare un centro coreografico a Collegno è molto ambiziosa: vedo un progetto interessante portato avanti da Piemonte dal Vivo, con un importante lavoro sul territorio e sul sostegno alla creazione. Le prove aperte, le restituzioni pubbliche sono elementi fondamentali per poter creare un dialogo e uno scambio reale con il pubblico e gli operatori del settore.

Lo spettacolo “Scena Madre” sarà in anteprima a luglio 2017 nell’ambito del festival Teatro a Corte. Per la sua ultima creazione, Ambra Senatore ha scelto l’approccio cinematografico, già presente nelle sue pièce precedenti, affermato con maggior chiarezza e decisione nel suo ultimo lavoro. Il palcoscenico diventa lo schermo cinematografico. I sette danzatori sono proiettati dentro ad uno spazio/tempo frammentato.

La presenza di Ambra Senatore alla Lavanderia rientra nei progetti di apertura all’internazionale promossi da Piemonte dal Vivo, con residenze e ospitalità reciproche di artisti italiani e stranieri: altri esempi sono collaborazioni con El Graner di Barcellona, la Fabrica de Arte Cubano a l’Avana, Dantzaz di San Sebastian e con il progetto europeo Dance Roads, per l’Italia coordinato da Mosaico Danza.

“L’apertura e l’ascolto nei confronti di ciò che accade fuori dai confini italiani – dichiara Paolo Cantù, direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo – è un elemento essenziale per un luogo che vuole essere centro di sperimentazione di pratiche e modelli innovativi e una reale opportunità di confronto e formazione, in particolare per i giovani emergenti”.

Ambra Senatore

Coreografa e performer italiana, Ambra Senatore si forma con diversi coreografi e collabora con Jean-Claude Gallotta, Giorgio Rossi, Raffaella Giordano, Georges Lavaudant, Roberto Castello e Antonio Tagliarini. Alla fine degli anni ‘90, inizia la sua creazione coreografica in collaborazione con altri autori, poi termina il dottorato di ricerca sulla danza contemporanea (2004), prima di iniziare ad insegnare la storia della danza a Milano. Tra il 2004 e il 2009, concentra la sua ricerca coreografica sul lavoro da solista che lei stessa interpreta prima di passare a delle pièce di gruppo: Passo – 2010, A Posto – 2011 e John – 2012. Nello stesso anno fonda la sua compagnia di danza EDA con la quale ha firmato il suo primo spettacolo per il pubblico giovane: Nos amours bêtes – 2013, Aringa Rossa – 2014, il solo In Piccolo – 2014 e la sua serie performativa Petites briques – 2015 (brevi pezzi pensati per incontrare il pubblico in spazi non teatrali).

Recentemente ha creato una nuova pièce dedicata al pubblico giovane: Quante Storie en miroir avec Loïc Touzé. Nel gennaio del 2016, Ambra Senatore prende la direzione del Centre Chorégraphique National de Nantes, immaginando un luogo dove creare, fare pratica, sperimentare e condividere un luogo divenuto un rifugio per la danza. La sua creazione più recente Pièces (2016) è uno spettacolo al crocevia tra il teatro e la danza, che si basa sulla semplice presenza dei danzatori, diretta e vivace, per stabilire la complicità con il pubblico.

www.piemontedalvivo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi