Elettra Morini, la “spagnola” del balletto classico

elettra-morini-milano-1937
Elettra Morini

Non so quanti sono a conoscenza che la moglie di uno dei cantanti più in voga negli anni ’60, Tony Renis, è stata un’étoile del Teatro alla Scala di Milano. Elettra Morini, più giovane di Carla Fracci di un anno, era una splendida artista che ha rappresentato per circa trent’anni un tipo molto speciale di ballerina, dallo spirito passionale ed intraprendente, che la differenziava dal resto delle sue colleghe. Cresciuta nella scuola classica della Scala, divenne presto la “spagnola” di Milano. Leonide Massine la volle accanto nel Tricorno, così come  Antonio Gades nell’ Amore stregone. Negli anni Sessanta, il periodo di massimo spendore del  Corpo di ballo della Scala, Elettra Morini fece parte della rosa dei talenti di quel periodo come la Fracci, la Cosi e poi la Savignano.

La vera passione per la danza fu avvertita dai suoi genitori che la vedevano sempre in movimento sin da bambina. ”Ballavo e saltavo continuamente –  ha raccontato la ballerina in un’intervista – Così un bel giorno all’età di dieci anni mia madre, su consiglio di una sua cara amica, mi portò alla scuola di Ballo della Scala. E sin dai primi corsi incominciai a capire che quella doveva essere la mia vita”.

elettra-morini
Elettra Morini

Appena terminata la scuola della Scala spesso ha sostenuto come supplente i ruoli delle prime ballerine dell’epoca come Luciana Novaro e Gilda Maiocchi, e quando ottenne finalmente la nomina ufficiale di prima ballerina, per lei fu una gioia immensa.

Ma il suo fisico e temperamento erano fatti per ben altro che Giselle o Odette, e dal momento che in quel periodo erano molto di moda i balletti classico-spagnolo, Elettra sentì subito suo quel genere. Tanti sono stati i partner importanti della sua carriera, primo dei quali (e che porta maggiormente nel cuore) fu Antonio Gades, ma ci furono anche Amedeo Amodio e Mario Pistoni. Ed è proprio con Mario Pistoni che nel 1962 Elettra fece parte alla VI Edizione del Festival Internazionale di Nervi nel balletto La giara su musiche di Alfredo Casella e coreografie di Luciana Novaro. In quell’anno infati Mario Porcile nelle serate del 12 – 13 – 14 luglio portò sul palco del Teatro Taglioni, Il Corpo di ballo del Teatro alla Scala. Nel balletto erano con lei anche Walter Venditti e Amedeo Amodio.

Tony Renis ed Elettra Morini

Ma nel 1972 per Elettra arriva il grande amore, quello per Tony. L’incontro accadde  durante una cena a Milano dove i due si sono incrociati e innamorati subito. In quel periodo lei ballava con Gades e Gades era amico di Tony Renis. Elettra e Tony si sposarono a Los Angeles nel 1992.

«Ho lasciato il teatro nel pieno del mio successo per mia scelta. Volevo che al pubblico restasse di me un bel ricordo. E rivivo questa felicità soprattutto quando assisto agli spettacoli di oggi» raccontò la Morini. Ma la decisione di smettere di ballare non è stata a seguito della conoscenza di Tonyanzi pare che lui volesse che lei continuasse, ma “a un certo punto il  Teatro alla Scala ti manda in pensione” confessò un giorno la ballerina e pur avendo continuato a lavorare fuori dal teatro milanese per altri cinque anni come ospite in altri teatri e in televisione, non volendo andare incontro ad una fase  discendente, Elettra decise di smettere, cosa di cui non si è mai pentita.

elettra-morini-primo-piano
Elettra Morini in primo piano

Ho avuto il piacere di conoscere personalmente Elettra Morini quando venne a Genova a quello che era il Teatro Comunale dell’Opera di Genova, con sede al Teatro Margherita, non essendo ancora stato ricostruito il Carlo Felice. Era il 1979, se non vado errata, Elettra curava le coreografie del balletto Le zingarelle all’interno dell’opera La traviata di Verdi. Ricordo le sue lezioni, ma soprattutto la sua allegria e vitalità, caratteristiche che penso non abbia perduto neppure adesso.

Francesca Camponero

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi