Fuoristrada, nuove proposte di compagnie emergenti

AL VIA L’UNDICESIMA EDIZIONE DI FUORISTRADA
CON DUE SERATE DEDICATE ALLA NUOVA DANZA ITALIANA
Venerdì 18 novembre in scena Orlando Izzo, Olimpia Fortuni e Mattia De Virgiliis
Sabato 19 novembre Barbara Berti, Aristide Rontini e Nicola Galli

monarch-antigone_malborghetto_chiara_10
Monarch Amtigone di Mattia De Virgiliis (foto: Chiara Malborghetto)

È giunta alla sua undicesima edizione la piattaforma della nuova danza italiana promossa dal Teatro Comunale di Ferrara con la doppia serata FUORISTRADA dedicata a giovani compagnie e coreografi emergenti. La rassegna, che fa parte del network Anticorpi XL, si apre venerdì 18 novembre alle 21 con Orlando Izzo, Olimpia Fortuni e Mattia De Virgiliis e prosegue sabato 19 alla stessa ora con Barbara Berti, Aristide Rontini e Nicola Galli.

Con Vib-Vibrations in body, il giovane talento abruzzese Orlando Izzo affronta un tema a lui molto caro e spesso ignorato: la sordità. Partendo dall’esperienza personale diretta, il danzatore mette in scena il corpo e il movimento nella loro particolarissima relazione con il silenzio, avvalendosi della collaborazione di Annalì Rainoldi che firma con lui la regia e cura la drammaturgia della pièce. La serata prosegue con Soggetto senza titolo, che l’autrice e interprete Olimpia Fortuni definisce come una sorta di “pensiero danzante” alla ricerca della verità, nato dalle riflessioni sui testi dello scrittore Goffredo Parise. Monarch:Antigone, pièce per 8 danzatori firmata da Mattia De Virgiliis, chiude la proposta di venerdì con una danza intensa e di grande fisicità dedicata al tema della violenza sulle donne, ispirata alle vicende dell’omonima eroina greca.

rontini
Aristide Rontini

Sabato 19 novembre alle 21 è la volta di Barbara Berti, con I am a shape, in a shape, doing a shape assolo di cui è interprete e coreografa, con la consulenza di Carlotta Scioldo. In questo lavoro la giovane artista bolognese esplora l’interazione con il pubblico attraverso una serie di sequenze, in parte scritte e in parte improvvisate, e continui cambi di registro, tra il lirico e l’umoristico. Segue It moves me di Aristide Rontini, un lavoro che il danzautore dedica all’elemento “acqua”, alla sua capacità di trasformazione, alla sua essenza purificante, alla sua presenza ma anche alla sua assenza e alle sue relazioni con il corpo.

Chiude la serata il ferrarese Nicola Galli con Mars, terzo episodio ispirato al sistema planetario. Nella pièce il performer trasforma in prospettiva coreografica la morfologia del “pianeta rosso”, attraverso una serie di simulazioni che si avvalgono di luci geometriche e sonorità siderali.

Posto unico (gradinata) intero 12 euro, ridotto 10 euro.

Info: www.teatrocomunaleferrara.it; 0532 202675

[Foto in alto: Barbara Berti]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi