Focus Mediterraneo chiude con un appassionato omaggio alla figura femminile

Va in scena venerdì 11 novembre alle 21 –  in prima nazionale – l’ultima tappa del viaggio dedicato alla coreografia del Mediterraneo, proposto dal Teatro Comunale di Ferrara nell’ambito della Stagione di danza 2016/2017.

Radhouane El Meddeb  interprËte Sous leurs pieds, le paradis, ChorÈgraphie Thomas Lebrun et Radhouane El Meddeb , ScÈnographie Annie Tolleter , LumiËre  Xavier Lazarini , Musique Al Atlal " Les ruines ", chantÈe par Oum Kalthoum et enregistrÈe lors du concert de 1966 au Caire - La Compagnie de Soi - crÈation 2012

Protagonista della serata il coreografo e danzatore Radhouane El Meddeb, di origini tunisine, che torna a Ferrara con una pièce dal titolo “Sous leurs pieds le Paradis”, ispirata alla tradizione profetica islamica che pone “il Paradiso ai piedi delle madri”. Lo spettacolo, scritto a quattro mani con Thomas Lebrun, pluripremiato coreografo francese rappresentante della cosiddetta “nouvelle danse” d’oltralpe, è un omaggio poetico e simbolico alla figura materna e all’intero universo femminile. Messo in scena senza ammiccamenti né travestimenti, ma giocato piuttosto sull’espressione della femminilità dell’interprete stesso, che ne mette in luce i caratteri fondamentali fatti di coraggio, fragilità, generosità ed eroismo, lo spettacolo si snoda sulle note di Al Atlal, ovvero Le rovine, una delle più belle canzoni d’amore in lingua araba classica, interpretate dalla voce leggendaria di Oum Kalthoum nel 1966 su testo del poeta egiziano Ibrahiom Naji. Ne nasce uno spettacolo carico di sensibilità, che si pone deliberatamente al fianco delle donne perché, come dice lo stesso Radhouane: “La danza è per me un vero e proprio viaggio nel femminino, nella leggerezza e nella grazia”.

Radhouane El Meddeb  interprète Sous leurs pieds, le paradis, Chorégraphie Thomas Lebrun et Radhouane El Meddeb , Scénographie Annie Tolleter , Lumière  Xavier Lazarini , Musique Al Atlal " Les ruines ", chantée par Oum Kalthoum et enregistrée lors du concert de 1966 au Caire - La Compagnie de Soi - création 2012

Radhouane El Meddeb vive da molti anni in Francia, dove ha integrato la sua formazione artistica collaborando con autori, registi e coreografi di spicco come Jean Laurent Sasportes e Lisa Nelsom arrivando a fondare la sua Compagnie de soi e facendosi apprezzare da pubblico e critica sia come interprete che come autore. L’artista è già noto al pubblico ferrarese, che lo ha molto apprezzarlo nel 2012, quando nella pièce Je danse et je vous en donne à bouffer, ha danzato e contemporaneamente cucinato il cous cous  in scena.

Al termine dello spettacolo, Radhouane El Meddeb saluterà il pubblico in un incontro coordinato da Elisa Guzzo Vaccarino, critico di danza. A conclusione della serata il Teatro offrirà al pubblico presente una degustazione di cous cous  proposta dal ristorante “381 Storie da Gustare” .

Info e vendita: www.teatrocomunaleferrara.it; 0532 202675

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi