Vladimir Vasiliev, un principe nobile fino al midollo

vasiliev giovanissimo con la moglie
Vladimir Vasiliev giovanissimo insieme alla moglie Ekaterina Maximova

Vladimir Vasiliev sappiamo tutti essere stato un grande ballerino in quanto virtuoso esecutore con un immenso repertorio e raro talento. Ma la cosa importante è che negli anni Sessanta Vasiliev ha rivoluzionato la danza maschile in Russia. Artista del Popolo dell’URSS e della Russia, vincitore del Premio Lenin e il Premio di Stato dell’URSS, vincitore del Premio di Stato della Russia, vincitore del premio intitolato a V. Nijinsky Il miglior ballerino del mondo, professore emerito del GITIS, professore emerito dell’Università Statale di Mosca e professore di Scienze Umanistiche del College (USA), Vladimir è stato giustamente riconosciuto “Dio della Danza” da critica e pubblico per le sue incredibili doti attoriali e la sua capacità di modellare i personaggi.

Se di lui si ricordano i suoi velocissimi giri e gli straordinari salti chiusi in modo impeccabile, quello che più affascinava era il magnetismo con cui sapeva imporsi sul pubblico. Ogni personaggio che portava sul palco entrava in lui completamente, garantendo non solo una perfetta esecuzione, ma un’incarnazione dei vari Spatacus, Ivan il Terribile, Zorba il greco, Macbeth. 

Per 30 anni, è stato il primo ballerino del Teatro Bolshoi di Mosca e naturalmente ospite graditissimo a diverse edizione del Festival del Balletto di Nervi. Mario Porcile adorava tanto lui quanto Rudolf Nureyev, naturalmente, ma ci ha sempre tenuto ad evidenziare le differenze tra i due, soprattutto caratteriali. Il Direttore del Festival di Nervi paragonava il primo ad un principe nobile fino al midollo, mentre del secondo diceva con un po’ di paternalismo :”È uno scugnizzo nobilitato e diventato imperatore”. Vasiliev dimostrava la sua signorilità anche nei confronti della moglie che seguiva sempre con atteggiamento protettivo. La Maximova del resto, sappiamo essere stata  donna molto fragile.

Lavorare con la coppia russa era per Porcile una vera delizia perché a differenza del bizzarro Nureyev, loro non portavano mai problemi né sul palco, né fuori.  Vladimir e la piccola Ekaterina erano adorati dal pubblico di Nervi  e spesso nel loro albergo venivano recapitate per la coppia grosse corbeilles di fiori da fans completamente sconosciuti.

Vailiev e Maximova a Nervi
Vasiliev e Maximova sul palco di Nervi

Vladimir Vassilev adorava venire nel nostro paese e soprattutto a Nervi dove, quando aveva un po’ di tempo libero, andava a dipingere sugli scogli della passeggiata. Dipingere era la sua grande passione dopo la danza e il bel mare della nostra città gli era senza dubbio d’ispirazione. Regalò diversi suoi quadri a Mario Porcile che li ha sempre conservati con sé stimandoli sinceramente belli. Un’altra passione del ballerino russo erano i tuffi e quando, sempre nei momenti di riposo, si recava alla piscina comunale di Nervi regalava ai presenti intorno alla vasca tuffi straordinari dal trampolino di 10 metri! Erano pochi alla piscina  a sapere chi fossero quei due che sembravano semplicemente una coppia di turisti stranieri, ma il loro nome sui manifesti del Festival faceva sempre il tutto esaurito.

Nel Marzo del 1995 Vasiliev fu nominato Direttore Generale ed Artistico del Teatro Bolshoi di Mosca, subentrando a Yuri Grigorovich, direttore fin dal lontano 1963 e poi silurato dal Presidente Boris Eltsin. Anche Vasiliev fu silurato, e senza preavviso, questa volta dal Presidente Vladimir Putin nell’agosto del 2000, apprendendo la notizia del suo avvicendamento ascoltando la Radio.

Uomo d’arte a 360° Vladimir Vasiliev non è solo un danzatore leggendario, coreografo, regista, insegnante, ma anche uno splendido attore drammatico, poeta e artista. Negli ultimi dieci anni la sua dedizione alla pittura lo ha portato ad esporre le sue opere (circa 100) in 41 mostre in Russia e all’estero.

Altre immagini

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi