Presentata la nuova stagione di danza del Teatro Verdi di Pisa

Il Teatro Verdi di Pisa ha una lunga tradizione legata a danza e balletto. E questo è stato giustamente fatto rimarcare il presidente della Fondazione Giuseppe Toscano e la consigliera Adriana De Cesare.

La rassegna, a firma del direttore artistico Silvano Patacca, vedrà alternarsi alcune fra le migliori e interessanti compagnie italiane in un percorso danzato fra musica, letteratura e cinema.

L’inaugurazione, 6 gennaio 2016, è stata affidata a una rilettura della Bella Addormentata, Belle de Sommeil, del regista e coreografo francese Philippe Tallard (Compagnia OpusBallet).

A seguire Tosca X, rivisitazione dell’opera di Puccini in chiave vitale e passionale a opera della coreografa Monica Casadei e della sua Compagnia Artemis Danza. Mentre scriviamo, sul finire della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, è giusto e bello ricordare che la Compagnia Artemis nel triennio 2015/2017 collaborerà con i centri antiviolenza d’Italia per sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza sulle donne.

Si terrà poi una rievocazione in danza delle suggestioni suscitate dalla tipica atmosfera dei film del grande regista Alfred Hitchcock, come spiega il direttore artistico Silvano Patacca: Les vertiges d’Hitchcok, appunto, di Emilio Calcagno per il suo ensamble ECO, del quale siamo in grado di mostrare un breve video girato durante la creazione della coreografia.

The Man – The Passion of the Christ della RBR Dance Company di Cristiano Fagioli e Cristina Ledri si ispira, ed è chiaro fin dal titolo, al celebre film di Mel Gibson (The Passion of the Christ). Il ballerino che impersonerà Gesù è di colore e in questo modo si vuol sottolineare la visione di Cristo come il “primo dei migranti”.

L’estone Teet Kast presenterà, per il Balletto di Milano, Anna Karenina.

Il quattrocentesimo anniversario della morte di William Shakespeare verrà ricordato con Versiliadanza in SDD-Shakespeare Dead Dreams, lavoro di teatro danza ispirato ad Amleto, Otello, Macbeth Re Lear e con la nuova creazione di Claudio Ronda per Fabula Saltica (regia di Alessio Pizzech), A cuore aperto, contaminazione fra danza, musica, teatro e poesia che trae ispirazione dai Sonetti del più classico fra gli autori inglesi.

Per i grandi titoli del repertorio musicale, Bolero e Carmen Suite (su musiche di Ravel e Bizet), con coreografie di Michele Merola e Emanuele Soavi, nell’interpretazione della MM Contemporary Dance Company (premio Danza & Danza 2010 come miglior compagnia emergente).

La Imperfect Dancers Company (compagnia in residenza presso il teatro) presenterà IN-Faust, uno spettacolo di Walter Matteini che si collega al tema portante della stagione 2016 del Verdi di Pisa, “Angeli e Demoni. Il mito di Faust”.

Concludiamo questa nostra breve rassegna con Pisa Esplosione Danza che si collega, rinnovandola, alla tradizionale Festa della Danza. Sotto la guida di Walter Matteini, diciotto scuole di danza di Pisa e del territorio circostante si uniranno in una coreografia anch’essa ispirata al filo conduttore dell’intera stagione.

Per informazioni: Fondazione Teatro di Pisa, tel 050 941111

Un pensiero riguardo “Presentata la nuova stagione di danza del Teatro Verdi di Pisa

Il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi